Parte la mensa scolastica

Dal sito di Insieme per Procida apprendiamo che lunedì p.v. parte il servizio di mensa, che sarà interamente a carico delle famiglie e che costerà 3.33 euro a pasto.
La morale è sempre la stessa : chi ci governa fa scelte “allegre” e poi quando non si trova con i conti chiede al cittadino di stringere la cinghia . Non metto in dubbio che la prima responsabilità del cittadino è la scelta degli amministratori ma mi sembra troppo facile dare per scontato che bisogna fare tagli “perché mancano i soldi” come se la causa fosse una calamità naturale che arriva da cielo!
Mi potrete dire che alla fine dei conti 3.33 euro a pasto non sono poi molti ma se considerate che fanno 70 euro circa al mese e che alcune famiglie hanno più di un figlio a scuola forse il discorso si fa un pò più critico.
Si potrebbe anche dire che tagliare sulla scuola significa tagliare sul futuro, ma questo poi sarebbe pretendere troppo dai nostri miopi amministratori (parlo di tutti, a cominciare da quelli a Roma)

Annunci

scuola: caos totale

(Di Luigi Jovino da Il mediano) Classi sovraffollate, migliaia di docenti precari perderanno il lavoro. C’è crisi in tutti gli ordini di scuola. In corso una vera battaglia culturale per la democrazia, per la qualità dell’insegnamento e per la libera circolazione delle idee.
Sarà “l’anno horribilis” della scuola italiana. Le premesse ci sono tutte. Migliaia di docenti precari dovranno penare per conservare i posti di lavoro e tanti non saranno confermati. Il calo consistente di maestri, professori e del personale ausiliario porterà alla chiusura sistematica di diversi plessi periferici di scuola primaria e della scuola dell’infanzia...vai all’articolo

SCUOLA: a rischio la mensa scolastica

Riceviamo da Insieme per Procida il seguente comunicato:
dall’amministrazione solo tagli e nessuna proposta…

Nel presentare le linee programmatiche 2010-2015 il ns. Sindaco non ha fatto alcun riferimento alla Scuola né alla sua importanza a Procida. Questo atteggiamento lascia intendere che per quest’Amministrazione, come per il Governo Nazionale, la Scuola non rappresenta una priorità né un investimento sul futuro. Continua a leggere

Dal PD nuovo documento sulla scuola

(Riceviamo dal PD e volentieri pubblichiamo)
LUBRANO, MURO & Co. fateci un favore: andate a scuola…

C’è differenza tra la politica scolastica del Governo e quella dell’Amministrazione comunale?
NESSUNA!
Entrambe evidenziano approssimazione ed incapacità a programmare.

La “pseudoriforma” del Ministro Gelmini, ispirata da ragioni esclusivamente economiche, prevede il taglio di 132.000 posti di lavoro nella scuola tra Docenti e personale ATA nel prossimo triennio scolastico. I primi 57.000 posti di lavoro si perdono dal 2009/2010, di questi 8.200 in Campania! Continua a leggere

PD e la scuola su “il golfo”

(riceviamo e pubblichiamo questo articolo a firma Giovanni Villani apparso su “il Golfo”)
Prosegue, con crescente successo, il Progetto “ Salvare Procida” lanciato dal Partito Democratico di Procida.
Il Circolo del Partito Democratico di Procida, primo ad essere nato nella Provincia di Napoli il 22 giugno 2008, ha invitato tutti i Cittadini, interlocutori privilegiati del suo percorso di formazione e comunicazione a mettersi in azione, ad assumere comportamenti proattivi, ad agire e reagire… Continua a leggere

PD incontro sulla scuola

immagine da spoletonline

immagine da spoletonline

Sono stato all’incontro del PD sulla scuola con l’assessore provinciale Angela Cortese, e sono ritornato con una serie di considerazioni che vi riporto in ordine sparso:

  • è sempre più chiaro che il progetto della maggioranza (compresi i suoi sostenitori) è la realizzazione di uno stato che assomigli alle peggiori amministrazioni occidentali (inclusi i paesi orientali a forte vocazione occidentale come il Giappone). La filosofia di base di questo progetto è solidarietà zero (perché costa troppo) e chi sfortunatamente è povero può anche morire. Continua a leggere

Lettera al Presidente Napolitano

Caro Peppino,
come è mia abitudine, voglio fare il possibile per fare sentire la voce degli studenti figli dei genitori che io rappresento.
Ho invitato il Presidente Napolitano a visitare la nostra realtà della scuola media, ovviamente è una provocazione…non credo che verrà veramente ma…non si sa mai 🙂
A presto
Marina Ambrosino
qui la lettera in formato pdf

Fermiamo la Gelmini!

Riceviamo e pubblichiamo:
In questi giorni sono moltissime le e-mail inviate al Presidente della Repubblica per chiedergli di non firmare la legge di conversione del decreto Gelmini.
Ora: il Presidente della Repubblica non può, per disposto costituzionale, rifiutarsi di firmare una legge approvata dal Parlamento. Egli, però, prima di firmarla, può inviare un messaggio motivato alle Camere con il quale chiede una nuova deliberazione. Per chiedergli di seguire questa strada, costituzionalmente corretta, ecco il testo di una lettera che, chi volesse, può inviargli.
Importanti sono due cose:
1. Che la richiesta inviata sia fattibile (e quella allegata lo è)
2. Che pervengano tantissime richieste Continua a leggere