Il vento del cinema: Programma

Ciao, sono giulio de falco e ti scrivo per segnalarti che la sesta edizione del Festival Cinematografico Internazionale ” il vento del cinema” animerà Procida nelle inconsuete date del 6 – 7 dicembre 2008 con un primo appuntamento sul tema ” l’incompiuto cinema” proposto dal direttore artistico Enrico Ghezzi.
In allegato il programma in pdf

Annunci

A Procida torna Il vento del cinema

Il vento del cinema torna ad animare l’incantevole isola di Procida nelle inconsuete date del 6 e 7 dicembre 2008 con un primo appuntamento sul tema L’INCOMPIUTO CINEMA proposto dal direttore artistico Enrico Ghezzi. Dal mattino alla sera si susseguiranno, come di consueto, incontri, dibattiti e proiezioni nelle sale del Cinema Procida Hall (Via Roma, 84, Marina Grande). Continua a leggere

Le fate del Vomero

Antonio Ambrosino (ambro) sempre attento alle nostre tradizioni ci segnala questo bell’articolo apparso sul quotidiano “Il roma” a firma Aurelio De Rose. Lo pubblichiamo perchè ricorda molto da vicino termini e gesti delle nostre nonne…
Le belle fate del Vomero.
Nelle antiche contrade vomeresi: ovvero in quelle di Antignano, dell’Arenella ed in quella delle Due Porte, vivevano alcune caratteristiche figure femminili che venivano denominate “ fate ”. Continua a leggere

Il potere del dialogo

Salvatore Costagliola (non a caso detto ‘o filosofo) ci invia questa riflessione sul dialogo
Il sapere di non sapere

Qual’è la verità?
Secondo l’interpretazione di base di Giannantoni, da cui dipende la sua visione complessiva del pensiero socratico, il dialogo stesso è metodo di ricerca ed insieme “sommo bene” , poiché esso presuppone, s’identifica nella sua traduzione in atto, con il principio etico del rispetto per l’interlocutore. Continua a leggere

tra il dire e il fare…

Noto con preoccupazione che le discussioni di questo blog sono fine a se stesso e non portano da nessuna parte. Nel senso che non sfociano quasi mai in azioni CONCRETE.
Siamo tutti molto bravi a parlare, filosofare, pontificare ma appena arriva una proposta concreta cade quasi sempre nel vuoto.
E’ il caso della proposta dei gruppi di acquisto di Marina, il caso dell’azionariato popolare di Michele S. il caso della raccolta di firme pro Marfella, il caso ancora della mia proposta di girare per i quartieri a parlare di rifiuti e differenziata.
Mi voglio sbagliare ma ho la bruttissima impressione che a parlare siamo tutti pronti ma quando si tratta di rimboccarsi le maniche…
DITEMICHENONEVERO!!! (anzi dimostratemelo con commenti di disponibilità concreta)

plastica, naturalmente

“Le materie plastiche hanno rivoluzionato la vita moderna, fornendoci ogni cosa dalle calze di nylon ai massaggiagengive ai condom di gomma sintetica ipoallergenici. La plastica è comunque un prodotto petrolchimico e con la produzione annuale di mezzo miliardo di tonnellate annuali dipendiamo dagli idrocarburi fossili per la sua produzione. Inoltre, il carattere usa e getta di molti materiali plastici, fa sì che ci siano seri problemi ambientali in quanto i prodotti petrolchimici non si degradano naturalmente. Scarti di plastica possono essere destinati all’ incenerimento, ma questo produce inquinamento.”

Questo paragrafo e tratto da un bell’articolo di un bel sito. Continua a leggere