Inceneritori: la verità su Acerra

foto di christian peter

foto di christian peter

Segnaliamo un articolo apparso su Peacelink ricco di riferimenti e note bibliografiche per cui chi vuole può verificare la fondatezza di quanto esposto:

Acerra: “Lo stato è tornato”, a completare l’opera della camorra. Quanto è avvenuto nei giorni scorsi, con la farsesca inaugurazione dell’inceneritore di Acerra, rappresenta l’emblema del disfacimento totale delle istituzioni, della caduta di qualsiasi forma di rappresentatività democratica che tenga in debito conto le istanze dei cittadini; dell’anti-stato che devasta l’ambiente e si fa beffe della vita dei propri cittadini, accanendosi contro di loro con cinismo e sopraffazione inauditi.

9 aprile 2009 – Vittorio Moccia continua la lettura…

Annunci

NON BRUCIATE LA CAMPANIA

Vorrei riportare alla vostra attenzione l’appello dell’oncologo Antonio Marfella che ho pubblicato giorni fa. Non voglio sviare la vostra attenzione dai gravi problemi che attanagliano l’isola ma poichè essi si sposano con i problemi regionali e nazionali penso che bisogna fare pressione CONTEMPORANEAMENTE sui due fronti. Leggetevi attentamente (per favore) l’appello che riporto integralmente qua sotto e cerchiamo tra tutti di raccogliere firme. La modalità è sempre la stessa stampate il pdf che trovate quà raccogliete le firme e contattateci via mail per farci avere i documenti firmati Continua a leggere

Tragedia ambientale a Bussi

Ambro ci segnala una notizia apparsa sul quotidiano “il Brigante” di ieri 6 giugno 2008 a proposito di una vicenda iniziata nel marzo dello scorso anno e che fa cadere le braccia: si tratta della scoperta di una mega discarica di materiali tossici a Bussi, in provincia di Pescara “talmente grossa che non esiste neppure un sito dove andare a smaltire questo materiale” (da questo sito )
A oltre un anno dalla scoperta della discarica, la magistratura ha emesso 33 avvisi di garanzia e trovato livelli di inquinamento della falda acquifera a dir poco incredibili ( per il cloroformio -cancerogeno- si parla addirittura di punte di 3000000 di volte i limiti di legge)
Vi consiglio vivamente la lettura dell’articolo anche se è profondamente deprimente!