IMU: seconda rata d’acconto e dichiarazione!

(riceviamo da Giovanni Villani) In attesa del saldo IMU a dicembre, a caro prezzo anche a Procida, vogliamo ricordare la scadenza del 17 settembre 2012.
E’ il termine ultimo per versare la seconda rata d’acconto dell’IMU sull’abitazione principale e relative pertinenze da parte di chi ha scelto di pagare in 3 parti.
Solo per il 2012 ai titolari dell’abitazione principale è stata data la facoltà di avvalersi di una scadenza aggiuntiva rispetto a quelle ordinarie del 16 giugno e del 16 dicembre.
La seconda rata d’acconto è di importo identico alla prima rata e si versa col modello F24 e col codice 3912. Quindi anche per la seconda rata d’acconto si deve considerare l’aliquota dell’0,4% e la detrazione di 200 euro, oltre che, se spettante, la maggiorazione di 50 euro per ciascun figlio convivente di età non superiore a 26 anni.
Per determinare, invece, l’importo della terza rata, a saldo, dell’IMU, si è in attesa della delibera comunale di determinazione delle aliquote e detrazioni, da adottarsi entro il 31 ottobre 2012 (al momento).
Ci sia consentito suggerire, in aggiunta a quanto già fatto nelle precedenti riflessioni ( in calce), di adottare un intervento di diversificazione delle aliquote per l’abitazione principale in funzione della categoria catastale dell’immobile.
Cogliamo l’occasione per ritornare sulla nozione sia di abitazione principale (che è diversa da quella valida ai fini ICI) sia di pertinenza.
Si considera abitazione principale, infatti, l’unica unità immobiliare nella quale il contribuente dimora abitualmente e risiede anagraficamente. Occorre quindi la coincidenza di dimora e residenza anagrafica.
Le pertinenze dell’abitazione principale hanno lo stesso trattamento di questa purché in numero non superiore ad una per ciascuna delle categorie catastali C/2, C/6 e C/7. La nozione di pertinenza,a i fini IMU, è quella indicata nel codice civile ( articoli 817 e seguenti) combinata con le eventuali limitazioni quantitative e tipologiche disposte dalla normativa speciale del tributo comunale.
Completiamo questa nuova riflessione sull’IMU con la dichiarazione IMU che, al momento, è da presentarsi entro il 1 ottobre 2012, ma, poiché il modello non è ancora disponibile, si ritiene probabile una proroga della scadenza!
La normativa IMU prevede la validità delle vecchie dichiarazioni ICI “in quanto compatibili” con la nuova disciplina; ma è quanto mai opportuno attendere anche le istruzioni alla compilazione del modello di dichiarazione IMU!
Tra l’altro, i Comuni hanno tempo sino al 31 ottobre 2012 per determinare le aliquote IMU e la logica vorrebbe che le dichiarazioni IMU potessero essere consegnate dopo che i Comuni hanno definito le eventuali aliquote agevolate per casistiche che necessitano di essere segnalate!
Giovanni.villani@tcc.telecomitalia.it

Procida, 14 settembre 2012 Giovanni Villani

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...