Vi ricorda qualcuno?

davide ci manda questo youtube. vediamo chi vi ricorda 😉

Annunci

Pedro dei record

pedro
ciao peppino,
volevo segnalarti il nuovo libro di rino scotto di gregorio, magari se ti va puoi pubblicare la copertina su procidaniuse. il libro è molto bello, in più comprandolo si contribuisce all’ opera di rino in brasile. io l’ ho letto già in bozza perchè avevo il compito di dare un volto a pedro, poi ho curato anche l’ impaginazione e la copertina!
è una buona idea per un regalo di natale!
grazie manuela

Rifiuti a Procida: ditemichenonevero!

cittadinanza
Ho voluto pubblicare il manifesto qui sopra perchè possa rimanere come testimonianza quando la pioggia o altri manifesti cancelleranno quelli affissi.
Premetto che non faccio parte del Coordinamento cittadinanza attiva ma penso che quando un’amministrazione attacca in questo modo una associazione di cittadini che hanno dimostrato più volte la volontà di dare una mano questa amministrazione è alla frutta. Continua a leggere

La corruzione inconsapevole che affonda il Paese

Questo articolo andrebbe inciso in una lastra di marmo perchè fotografa in maniera impietosa la situazione del nostro sud (e quindi anche della nostra isola):
La cosa enormemente tragica che emerge in questi giorni è che nessuno dei coinvolti delle inchieste napoletane aveva la percezione dell’errore, tantomeno del crimine. Come dire ognuno degli imputati andava a dormire sereno. Perché, come si vede dalle carte processuali, gli accordi non si reggevano su mazzette, ma sul semplice scambio di favori: far assumere cognati, dare una mano con la carriera, trovare una casa più bella a un costo ragionevole. Gli imprenditori e i politici sanno benissimo che nulla si ottiene in cambio di nulla, che per creare consenso bisogna concedere favori, e questo lo sanno anche gli elettori che votano spesso per averli, quei favori.
continua la lettura su repubblica.it

p.s. vorrei aggiungere il finale di quest’articolo che ci tocca (noi procidani) da molto vicino:
Per quel che bisogna fare, forse non bastano nemmeno i politici, neppure (laddove esistessero) i migliori. In una fase di crisi come quella in cui ci troviamo, diviene compito di tutti esigere e promuovere un cambiamento.
Svegliarsi. Assumersi le proprie responsabilità. Fare pressione. È compito dei cittadini, degli elettori. Ognuno secondo la sua idea politica, ma secondo una richiesta sola: che si cominci a fare sul serio, già da domani.

Viva la luce!

Domani 21 dicembre 2008, alle 13:04 ora italiana avverra’ il solstizio di inverno.
Il sole raggiungera’ il nadir e da quel momento comincera’ a risalire …… e la giornata comincera’ ad allungarsi
Buona luce e Buone Feste a tutti
Antonio Ambrosino