Procida:I socialisti chiedono verifica di governabilità

Riportiamo dal quotidiano il golfo l’articolo sulla richiesta socialista di verifica di governabilità, auspicando che finalmente qualcosa si muova in positivo e che i timori di movimenti strumentali espressi in fondo all’articolo siano infondati.
I socialisti chiedono la verifica dello stato di governabilità del paese
( 31-10-2008 ) Nella giornata di mercoledì scorso 8 consiglieri comunali, 5 di opposizione (Romano,Ambrosino,Intartaglia, Capezzuto e Borgogna) e 3 di maggioranza (Formisano, Cibelli e Strudel) hanno presentato una richiesta di convocazione di Consiglio Comunale con all’ordine del giorno la revoca della procedura di manifestazione d’interesse per la vendita delle quote sociali del Comune Continua a leggere

Annunci

Porto turistico: richiesta di revoca

Abbiamo ricevuto e pubblichiamo molto volentieri questa richiesta di convocazione di consiglio comunale a firma di consiglieri di maggioranza e opposizione per una revoca delle procedure a favore della vendita del porto.
Amiamo ricordare che oltre ai tre consiglieri della maggioranza, firmatari del documento qui sotto riportato, ce ne sono altri che per vari motivi potrebbero essere d’accordo con la revoca. Tra gli altri Domenico Aiello che si è più volte espresso contro la vendita del porto turistico e Salvatore Costagliola che ha pubblicamente affermato il suo desiderio che il porto sia affidato ad imprenditori procidani.

eccovi comunque il documento originale: Continua a leggere

lettera aperta sulla questione porto

Gentile Luigi Muro,
La tua lettera aperta sulla questione porto testimonia il tuo coraggio a mettere nero su bianco “a futura memoria” e questo sicuramente ti fa onore.
Ciononostante ci stimola alcune considerazioni sull’amministratore e una serie di domande sull’argomento in oggetto.
Fare l’amministratore è molto difficile: devi avere doti politiche (dialettica, organizzazione del consenso, carisma, leadership etc) e doti amministrative (essere un buon manager e sapere scegliere collaboratori e manager). Continua a leggere

Neanche col petrolio!

Neanche il petrolio riesce a farci alzare la testa a noi del sud!
Forse aveva ragione Gaudenzio, il mio amico di Bologna, quando diceva parlando di noi:eh, lì c’è il meridione , come se si trattasse di una malattia cronica.
La verità è purtroppo ben altra e forse vi risulterà istruttivo leggere quest’articolo segnalato dall’amico Ambro.

La moltiplicazione dei pani e dei pesci

Più che studiare economia i nostri amministratori dovrebbero documentarsi presso la Santa Sede per capire come il Cristo ha operato la moltiplicazione dei pani e dei pesci. Infatti solo un miracolo può oramai risanare le casse della nostra martoriata isola dove i nostri strateghi continuano a vendersi la pelle dell’orso con proiezioni sempre più virtuali.

A tale proposito pubblichiamo l’intervento in c.c. di Tecla Lubrano per conto dei gruppi di minoranza: Continua a leggere

Lettera sul porto dal vicesindaco

Il vice/sindaco Luigi Muro ha scritto una lettera aperta spiegando le ragioni dell’amministrazione per la vendita del porto. La pubblichiamo anche noi in formato pdf (vista che era anche destinata alla stampa) pensando di fare cosa gradita ai nostri affezionati e per dare nuovo materiale di riflessione alla discussione sull’argomento.

Non rubiamo il tempo dei bambini

Caro Peppino,
ti mando il materiale relativo a una manifestazione indetta dalla Scuola Elementare, pregandoti di darvi risalto.
Mariella Scotto

Il Circolo Didattico di Procida Invita I cittadini, le associazioni e le istituzioni sabato 27 settembre dalle ore 9,30 alle ore 12,30, presso la piazzetta Largo Caduti per   riflettere sulle novità del  decreto del Ministro Maria Stella Gelmini e promuovere una raccolta di firme per il ritiro dello stesso
Si ringrazia per la partecipazione Continua a leggere

Di Donato in Forza Italia

Qualche giorno fa si è tenuta la festa per l’ingresso in Forza Italia di Giulio Di Donato. E’ stato accolto da un gruppo di vocianti sostenitori al grido di: “con te vinceremo!”, il tutto tra gli abbracci di Stefania Craxi (la sempre più incredibile figlia dell’ex premier!) che ha dichiarato la sua felicità perché il socialismo italiano sta finalmente trovando il suo approdo.
Intendiamoci subito: non ne vogliamo fare un problema di Destra e/o Sinistra, ma solo di etica, coerenza e dignità. E’ veramente poco sostenibile e inquadrabile, in un ragionamento logico e politico, che chi crede o ha creduto nel socialismo pensi o possa sostenere che la collocazione più giusta per lui sia il partito del Cavaliere.

La notizia qui sopra ètratta da un articolo del quotidiano online “il brigante” che riguarda Procida e i procidani abbastanza da vicino per almeno due motivi: Continua a leggere

Il buco nero a Procida

Chi segue le notizie di cronaca saprà che il tanto temuto buco nero all’avvio dell’anello del CERN a Ginevra non c’è stato. Ma dove non sono riusciti gli scenziati del CERN e nemmeno il mago Houdini forse potranno i nostri amministratori!
Infatti se non ci diamo una smossa e spingiamo sindaco ed assessori a procrastinare di almeno 2 mesi i termini per l’Invito a manifestare interesse all’acquisto ci potremmo trovare senza troppo rumore ad avere una situazione tipo quella della foto sopra. Se va a finire interamente in mano a privati, casomai completamente staccati da Procida (e forse sappiamo pure a chi 😉 ) il porto turistico per i procidani potrebbe valere come un buco nero. Anche perchè i paletti tanto strombazzati nell’invito potrebbe avere valore mooolto simbolico (bisognerebbe capire quali sarebbero le sanzioni in caso di inadempienza).
Attenzione perchè l’invito e la delibera di giunta che sembrano documenti solo preparatori in realtà non lo sono affatto. Non a caso si legge: Nel periodo di validità della procedura il Comune si obbliga a non avviare altre trattative con soggetti che non abbiano partecipato alla manifestazione di interesse come innanzi regolamentata.
Penso quindi che sia il caso di fare FRONTE COMUNE (abbiamo anche alcuni membri della maggioranza dalla nostra parte) mettendo da parte i personalismi e manifestare adesso per scongiurare che si arrivi troppo velocemente all’alienazione totale (almeno per 30 anni) del porto turistico e casomai per un…piatto di lenticchie 😉