Inceneritori:continuano le truffe sui rifiuti

dal sito onematch.wordpress.com

dal sito onematch.wordpress.com

Fino a quando ci saranno grossi interessi economici sullo smaltimento dei rifiuti (grazie anche ai cip6 a favore degli inceneritori, che qualcuno ha ancora la faccia tosta di chiamare termovalorizzatori) assisteremo ancora a truffe di questo tipo ai danni della salute degli ignari cittadini.L’immagine si può leggere in due modi: per noi contribuenti entrano soldi ed esce monnezza (nell’ambiente e nell’aria) per i gestori (privati) degli impianti entra monnezza ed escono soldi 😉
Riceviamo da Lina dei Maia:

I carabinieri del Noe hanno sequestrato due termovalorizzatori, 25 gli indagati
Traffico illecito di materiali, anche pericolosi, che venivano smaltiti in violazione delle norme
Rifiuti, truffa all’impianto di Colleferrotredici persone agli arresti domiciliari
Operai intimiditi e vessati per impedire che collaborassero con la magistratura Continua a leggere

Annunci

Marcia della Rabbia Degna di Chiaiano e Marano

Riceviamo solo oggi e pubblichiamo questo invito alla Marcia della Rabbia Degna di Chiaiano e Marano
Venerdi’ 6 Febbraio ’09  Ore 13:30 Rotonda Titanic

Amianto, devastazione ambientale, rischi per la salute….
Le nostre ragioni. Le loro infinite bugie !!

Oltre tre mesi fa il Presidio permanente contro la discarica di Chiaiano e
Marano aveva documentato, reso pubblico e denunciato alla magistratura il
ritrovamento di ingenti quantita’ di amianto sversate abusivamente
all’interno della cava del poligono, chiedendo l’immediato blocco dei lavori
e la bonifica dell’intera area. Continua a leggere

comunicato dei medici per l’ambiente

Pubblichiamo anche se con ritardo il comunicato stampa dei medici per l’ambiente.
Che dire? Non ho parole!!!

*Comunicato stampa*
In relazione alla ormai imminente inaugurazione dell’inceneritore di acerra, opportunamente costruito in una terra declarata disastrata da diossina, i sottoscritti “medici per l’ambiente” colgono l’occasione per fare i piu’ sentiti auguri e raccomandare a tutti i santi in paradiso la popolazione di Acerra, Napoli e Caserta che sarà oggetto sia delle emissioni in atmosfera di una numerosissima serie di inquinanti (molto piu’delle sole diossine “filtrate”) ad altissima pericolosita’ per le piu’ gravi patologie croniche, ma che rimarra’ in ogni caso esposta al danno di pericolosissime e tossiche ceneri che saranno opportunamente interrate nelle terre gia’ disastrate da decenni di sversamenti tossici e nocivi. Continua a leggere

ambiente: detersivi e pannolini

pannoliniIl fatto che i nostri amministratori siano sordi e ciechi ai problemi che i nostri consumi generano sull’ambiente non ci può giustificare. Oltre alla protesta e alla pressione che la pubblica opinione può esercitare sull’amministrazione esiste ancora un’altra possibilità : documentarsi e dare l’esempio con la pratica di tutti i giorni.
Qualcuno diceva che la rivoluzione comincia a casa propria per cui rimbocchiamoci le maniche e scarichiamo questi manuali che ci aiutano a consumare meno e meglio.

Continua a leggere

Il biocarburante…al bar

“Dagli scarti dei prodotti a base di caffé serviti dalla catena Starbucks, i ricercatori dell’Università del Nevada sono riusciti ad estrarre dall’11 al 20% di olio per ogni quantità lavorata, che poi hanno convertito in biodiesel.”
Riporto questa notizia per vari motivi:

  • la prospettiva di alternativa al petrolio (che non venga pero dai vegetali che si è dimostrata disastrosa)
  • il fatto che stiamo parlando di scarti alimentari e quindi valorizzazione degli stessi (che ci riporta la tema della differenziata)
  • la possibilità che in futuro via principe umberto (e tutte le strade del mondo) possano profumare al caffè
  • la probabilità di vedere code di motorizzati ai bar a recuperare un po della preziosa posa per farsi un po di carburante 😉

qua trovate l’articolo completo

Campania, Chernobyl d’Italia

A tutti gli interessati a saperne di più sui rifiuti tossici in Campania,
a tutti quelli che non si accontentano delle verità dei media di parte
a tutti quelli che vogliono santificare il “grande” Silvio che ha risolto il problema dei rifiuti in Campania, consiglio vivamente di leggersi questo articolo del Los Angeles Times tradotto e pubblicato sul sito di Antonio Di Pietro.

A proposito dei tonni rossi a Procida

Un po di tempo fa avevo, in questo articolo, espresso le mie perplessità circa le rigidità che avrebbero procurato ai tonni una morte peggiore. La mia considerazione era che bisognava decidersi se ammettere l’allevamento dei tonni e quindi procurare che fossero abbattuti nel modo più indolore possibile o dichiararsi contrari e basta. Certamente una volta che i tonni erano già nelle gabbie e già pronti per essere abbattuti era fuori luogo attaccarsi al fatto che non si potevano usare armi da fuoco perchè significava di fatto decretare una maggiore sofferenza per i tonni stessi. Il buon senso non ha prevalso (come succede troppo spesso) e questo video  mostra i risultati.

freddo e biciclette

Franco Ridda, con la sua onnipresente vena polemica ci propone.
Caro Peppino,
spero trovi questo post di tuo interesse e lo pubblichi quanto prima, vorrei aprire questa discussione con la speranza che ne nasca qualcosa di positivo.
Franco Ridda-
Dalla constatazione che col sopraggiungere delle piogge e del freddo il gran numero di biciclette che affollavano l’isola sono sparite dalla circolazione e con loro anche tutte quelle discussioni che sovente ed in ogni dove si era costretti ad ascoltare, Continua a leggere