Infibulazione e partecipazione

Come la politica può ottenere risultati concreti SOLO attraverso la partecipazione di TUTTI

Sabato scorso mi è capitato di vedere l’intervista di Marco Pannella a “che tempo fa” .
Nell’intervista, tra le altre cose, pannella  ha affermato che all’ONU, grazie anche all’impegno dei radicali e stata approvata una risoluzione per abolire nei prossimi dieci anni la mutilazione genitale delle donne ancora presente in molte culture (Pannella parlava di un miliardo di persone anche se il dato mi sembra esagerato)
Questa cosa mi ha particolarmente colpito. Mi chiedo se si può pensare di mettere fine a quella che ai nostri occhi è sicuramente una barbarie senza considerare l’ambiente (sociale, economico, culturale) di cui questa pratica è figlia.Sia ben chiaro che non intendo giustificare nessuno ma non credo possibile francamente una soluzione positiva per una simile azione senza passare attraverso la partecipazione delle popolazioni interessate.
La partecipazione! Parlo di decentramento e partecipazione fin dai tempi in cui Giorgio Gaber cantava “la libertà è partecipazione” ma confesso che solo ultimamente ho capito profondamente l’impatto e la reale importanza di questa pratica. Continua a leggere

Annunci