Il sindaco e la partecipazione

(Riceviamo da Giovanni villani)
Il CAPEZZUTO – LA PARTECIPAZIONE – LA CONDIVISIONE : IDIOSINCRASIA ASSOLUTA!!!
In questi giorni abbiamo riletto un articolo apparso su Il Golfo del 11 dicembre 2010.
Lo riproponiamo perché ci appare esemplificativo di un modo di essere e di fare.
“ È prevista per lunedì 20 dicembre la Commissione Consiliare per il Bilancio e il Sindaco Capezzuto invita i consiglieri dell’opposizione a partecipare all’ incontro alla presenza di due esperti scelti ognuno per la propria parte, come previsto dal regolamento comunale. L’ approvazione del bilancio rappresenta un punto fondamentale dell’ attività amministrativa ed è altresì materia complicata il cui studio merita approfondimenti al fine di una conoscenza condivisa del documento di previsione 2011 nel suo complesso.
Intervenendo a tal proposito il Sindaco sottolinea – “E’ mio interesse la più ampia partecipazione considerata la delicatezza e l’ importanza dell’argomento trattato di estremo rilievo per l’intera comunità.
Ho sollecitato la collaborazione delle diverse forze politiche richiedendo esplicitamente la presenza di esperti per garantire la massima condivisione e trasparenza al fine di raggiungere il miglior risultato possibile.”
Tra gli argomenti in discussione la dismissione di alcuni beni comunali, motivo di equivoci in questi ultimi giorni, per cui il Sindaco sottolinea di non aver mai preso in considerazione l’ipotesi di alienazione del Complesso Patrimoniale di Terra Murata che tra altro non è ancora acquisito al patrimonio comunale.
Al contrario, come si evince da una nota inviata all’Agenzia del Demanio e al Ministero per i Beni e le Attività Culturali (prot. 13972 del 3\11\2010), Capezzuto ha avanzato richiesta di acquisizione in proprietà dell’intero complesso manifestando la volontà di mettere in atto un progetto condiviso di valorizzazione dell’immobile stesso di grande rilievo storico, culturale e territoriale per la comunità procidana.” .

Anche la rilettura di quest’articolo, aggiornato a luglio 2011, suggerisce due semplici conclusioni:
1. la Commissione Bilancio non è stata mai convocata!
2. il Progetto di valorizzazione del complesso di Terra Murata, alla sua terza stesura con la Soprintendenza, non è mai stato partecipato e condiviso ( vedere anche gli atti del Convegno organizzato da Insieme per Procida e CGIL il 17-18 giugno 2011).
Procida, 2 luglio 2011

5 pensieri su “Il sindaco e la partecipazione

  1. Come va de magistris nato a napul?? Tutto ok a napula con la mo
    nnezza,ho notato che hai fatto piazza pulita,altro che bellusconi!!!
    Ho sentito che c’e’ stato un caso di tifo adesso aspettiamo con an
    sia il colera,dai che siamo sulla buona strada.Coinvolgere la sopri
    ntendenza di napula nella valorizzazione di terra murata è un erro
    re madornale perche equivale a mettere sul carcere una pietra tombale.Se noi viviamo in case malsane che in molti casi sono piu
    caverne che abitazioni senza finestre e con un fetore di muffa mat
    tutino è colpa della soprintendenza napulitana.Se vogliono brevet
    tare una nuova fragranza di profumo napulitan lo sperimettassero
    a napul l’EAUX DU MUFFA E MUNNEZZ.Noi qui ne abbiamo le sca
    tole piene.C’era stato un inizio scintillante di de magistris che vole
    va fare na secessione napulitan!!!! A chi aspetta!!Hanno fatto il
    primo ospedale i napulitan,la prima ferrovia,bhe fatevene un altro di ospedale poi c’e’ a metropolitan napulitan da fare,richiamate
    vi a casa tutti i vostri rinomati geni che avete disperso nell’ambien te circostante a napula.
    Bossi vuole la secessione fategli vedere ai nordisti che siete capa ci di farla pure voi la secessione e mi raccomando fatela rapiada
    mente che ci SIAMO stancati di vivere na fetenzia per colpa vo
    stra.

  2. Per colpa ro napulitan lo stato taliano è costretto a tagliare sempre
    di piu le provvidenze a favore delle persone disabili.Ogni napulitan
    che nasce infatti porta come corredo pensione di invalidita e acco
    mpagnamento e tra poco faranno saltare il banco come hanno fa
    tto con ISVEIMER CASSA PER IL MEZZOGIORNO E AFFINI.Per
    contro abbiamo i ricercatori peggiori del mondo.Gia quando un
    ragazzo esce dall’universita chiamm a denar.Ma tu che sai fa’.
    Ma tu che progett tiene.La federico secondo PARTORISCE gia
    CRAIG VENTER. A dire il vero la colpa non è manco loro
    ma dei mattacchioni che li finanziano che continuano a ignorare
    come si comporta un imprenditore privato.E’ di questi giorni la no
    tizia che un giornale News of The World chiudera’ i battenti per
    che spiavano illegalmente le persone per procurarsi notizie di pri
    ma botta.Pur di vendere i giornali i dipendenti che naturalmente
    venivano STIMOLATI dal padrone a PRODURRE PER FORZA RISULTATI sono arrivati al punto di passare UN GUIAIO.E lo pas
    seranno un guaio perche in Inglitterra la giustizia non è come in
    italia dove finisce tutto a scippi e tarantelle.Quindi avete capito
    che per un imprenditore l’IMPERATIVO E’ NIENTE RISULTATI NIENTE SOLDI.Nella ricerca invece i soldi se li prendono subito
    i RICERCATORI e i malati se la prendono nello stoppino da secoli
    senza che nessuno mai reclami dicendogli WE CUMPA,FRATELL
    MA TU CHE STAI FACENN.Sarei ingiusto pero se
    non dicessi che anche in italia i medici sono PRONTI a passare un
    guaio violando la legge ma per praticare l’eutanasia.Quando si trat
    ta di salvarla na persona allora LA LEGGE E’ LEGGE.

  3. Chissa cosa dice la costituzione taliana in merito ai marittimi di pro
    cida ancora prigionieri dei pirati.Chissa che direbbe francesca ai
    figli di questi marittimi per i 150 anni dell’unita d’italia.Per i giornalisti
    la liberazione è stata abbastanza rapida dei marittimi procidani mi
    sembra che ce ne siamo dimenticati.Mi dispiace veramente di non
    esserci stato quando francesca ha parlato del suo paese,si per
    che avrei potuto spiegarle com’e’ UMILIANTE vivere in quello che
    lei definisce uno stato.

  4. “Abbandonata dalla scuola”.
    I dirigenti: decisione benefica

    ISCHIA (NAPOLI)
    Ha solo 6 anni la piccola Assunta di Lacco Ameno (Ischia), bocciata in prima elementare. I genitori accusano la scuola di aver abbandonato la piccola al proprio destino, addirittura «di averla relegata in fondo alla classe, all’ultimo banco» invece di seguirla mettendola «in prima fila». I dirigenti replicano, nessun accanimento, è stata una bocciatura «benefica», un’opportunità per imparare meglio.

    La mamma della piccola, Maria, dipendente di un albergo di Ischia, denuncia il caso, affermando: «La bambina ha dei problemi e deve essere aiutata ma è la scuola che doveva assegnarci un’insegnante di sostegno e ciò non è accaduto. Mi hanno consigliato di farle fare una visita psicologica e io ho prenotato una visita all’ASL e dopo un mese la bambina è stata visitatà». «Il medico non ha riscontrato handicap o altri problemi – ha replicato la dirigente del plesso scolastico Maria Chiara Conti – e questo ci ha impedito di disporre per lei un’insegnante di sostegno che, quindi, non le spettava».

    Ma la madre della piccola Assunta non ci sta e parla del livello di apprendimento conseguito dalla figlia, a suo dire, non corrispondente alle valutazioni delle insegnanti: «La scuola ci ha abbandonati – ribadisce mamma Maria – mi hanno detto che la piccola non sapeva tutte le lettere, tutti i numeri: non è vero perchè sa contare fino a 20, e non sapeva leggere bene, ma non ci hanno informati della possibile bocciatura». La dirigente scolastica, però, ribatte punto su punto alle esternazioni della madre di Assunta: «Certamente la bambina non ha subito nessun maltrattamento psicologico. Il gruppo dei docenti che ha seguito la bambina è tra i migliori del plesso scolastico di Lacco Ameno e tra le maestre c’è n’è una, quella di italiano con 35 anni di servizio». «Inoltre – aggiunge la dirigente – i genitori erano stati avvisati della probabile bocciatura sin dal primo quadrimestre e tutte le strategie possibili per aiutare la bambina atte a evitare la bocciatura sono state adottate».

    «Dalla visita psicologica – sottolinea Conti – si è riscontrato che la bambina è sana e non ha alcun problema, e quindi non le spettava l’insegnante di sostegno: è solo una bambina immatura, che ha bisogno di più tempo per apprendere e quindi l’abbiamo aiutata a recuperare». «Se è stata bocciata – spiega la dirigente scolastica – l’abbiamo fatto per il suo bene, così avrà più tempo per imparare. Se le fosse stato permesso di andare in seconda avremmo complicato tutto perchè non avrebbe più avuto il tempo per il necessario recupero». La dirigente, quindi, esclude qualsiasi ’accanimentò nei confronti della piccola e della famiglia, precisando che «i genitori sono stati avvisati sin dal primo quadrimestre che ciò potesse accadere». Maria Chiara Conti è ferma sulla questione blindando con la propria figura il modulo scolastico da critiche o azioni giudiziarie: «Se la scuola italiana riprendesse a bocciare alle scuole primarie al liceo non ci sarebbero tanti bocciati, anzi in molti non arriverebbero proprio al liceo», conclude.

    La bocciatura della piccola Assunta, tra poco, passerà al vaglio dei giudici amministrativi che dovranno decidere sulla leicità o meno di quella che per lei e i suoi genitori è un «brutto precedente difficile da digerire» che appare, invece, per i suoi insegnanti, addirittura un’azione benefica. A decidere sarà il Tribunale amministrativo regionale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...