Oratorio Don Salvatore Massa

(riceviamo da Mariangela Badalucci)
Procida è una piccola isola che non offre molti spazi liberi per il gioco sicuro dei nostri bimbi.
Devo dire che da questo punto di vista mi sentivo fortunata poiché abito in una zona a pochi passi dalla Marina Corricella, chiusa al traffico, e a pochi metri dall’Oratorio di Via M. Scotti.
Quando i miei gemelli erano molto piccoli, passavo delle mattinate e dei pomeriggi stupendi all’interno dell’oratorio .
C’era un signore, che apriva regolarmente la mattina presto ; chiudeva per andare a pranzare per riaprire il pomeriggio dalle 2 alle 6.
Questo signore, mi faceva sentire a casa……..e con il suo modo di fare ti conquistava…
Sempre disponibile, sempre tranquillo ma vigile……. Non gli sfuggiva nulla, appena i ragazzi , venivano a giocare a calcio nel campetto, iniziavano ad azzuffarsi o ad alzare la voce, lui li riprendeva ……
Ha sempre gestito l’oratorio pensando sempre prima ai ragazzi !!Ci si poteva festeggiare il compleanno ; potevi recarti lì anche solo per raccogliere un limone o per mangiare qualche arancio.
Nel frattempo Peppino, un altro signore in pensione, molto silenzioso e di poche parole, tagliava l’erba; potava i limoni e manteneva in ordine il giardino , mai lamentandosi ma solo con LA PASSIONE di chi si opera senza avere nulla in cambio .
Mi ricordo che inizialmente Michele mi aveva scambiato per una persona non di Procida, e mi ha sempre trattato come se facessi parte della sua famiglia.

Mi rimase impressa una sua frase …… quando lo ringraziai per avermi fatto passare il pomeriggio lì in quel paradiso lui mi rispose “ Marià….l’oratorio è dei bambini, non è mio !!”.

Questa frase mi fece capire realmente lo scopo di quell’oratorio “AGGREGAZIONE” !!
Lui aveva formato un gruppo di persone che lavoravano in armonia da anni!!!
Dove ci si fidava cecamente l’uno dell’altro , senza pretese e senza privilegi.
Si potevano festeggiare i compleanni dei bimbi e con le offerte ci si compravano i nuovi giochi o il materiale di consumo, sempre tutto condito con la buona fede !!!!! Succedeva persino, che qualche genitore si impegnava a riparare le strutture danneggiate dall’usura e dal tempo, garantendo così un corretto utilizzo dei giochi da parte dei bambini, chiedendo in cambio solo un sorriso di soddisfazione da parte del responsabile ( allora Michele).
Adesso chissà perché tutto e cambiato……come dire “LE COSE BELLE, NON DURANO”!!.
Suppongo che tutto sia cambiato con il cambio del prete che gestisce l’oratorio.
Vorrei ricordare che il primo Oratorio, creato da un certo “FILIPPO NERI”, dichiarato Santo dopo la sua morte, non certo da me, ma dalla “Chiesa Cattolica”, aveva come primo obbiettivo la “socializzazione pei i bimbi”, ai quali era chiesto di recitare una sola preghiera : GIOCARE, GIOCARE, GIOCARE.
Adesso, chissà perché, l’area in questione e sempre meno utilizzata dai bambini, ai quali è stata negata anche la possibilità di realizzare anche qualche festa di compleanno e altro, mentre diverso è l’atteggiamento degli adulti, che utilizzano adesso più frequentemente l’oratorio come incontro dove “festeggiare” .
Su questo nulla da dire, per carità, ma ricordiamoci che è uno spazio “DEDICATO AI BAMBINI”.
L’utilizzo della delega è abitudine nella Chiesa , per cui il prete delegato, a sua volta “DELEGA” una perpetua o qualche pia donna alla gestione del loco.
Ed è con rammarico che constato, che codesto ruolo viene talvolta malamente interpretato “DA ALCUNE” e addirittura abusato , permettendo alla stessa la padronanza di vietare l’ingresso ai bambini perché si stanno facendo le pulizie chissà chè!!! Voglio ricordare che un’Oratorio e un luogo per i bambini, dove con due minuti di altalena si fa felice un bambino;dove se il bagno non è perfettamente pulito non interessa;dove è più importante la presenza di un pallone che di un libro delle preghiere; dove bisogna essere tolleranti verso gli altri ( lo insegna anche la Chiesa !! NO?).
Vorrei dire a Don Lello , al proposito , che così si perde la possibilità di una sana e ludica comunicazione tra i bambini e le mamme ;che per avvicinare i bimbi alla Chiesa non serve anticipare il catechismo di un’ anno!! Non serve la “festa del perdono”….. cosa devono perdonare i bambini?
Ma basta poco, molto poco…
Cosa serve? Questo non lo so….. ma di certo così si stà cominciando a navigare da acque tranquille di qualche anno fa,a mare mosso!!!
Mariangela Badalucci

33 pensieri su “Oratorio Don Salvatore Massa

  1. non sono cattolica, questo lo dico a prescindere da ogni discorso,ma ho una buona conoscenza sia dei vangeli che di tutte le altre religioni, studiate a fondo per capire fino in fondo ciò che porta l’uomo a credere , e sono perfettamente daccordo con mariangela, la frase più importante dei vangeli non è la catetizzazione ma ” lasciate che i bambini vengano a me” diciamo che tutto ciò è stato stravolto dal pensiero umano e adulto.Un oratorio dovrebbe essere sempre uno spazio libero per i bambini e per tutti quelli che cercano un oasi di serenita per se stessi, la chiesa che è solo una struttura perchè Dio è in ognuno di noi se ci crediamo, dovrebbe essere al servizio della collettività e non il contrario. Daquino Michela

  2. mi sono ricordato del grande presidente Sandro Pertini, che ripeteva sempre “a brigante, brigante e mezzo”, e ho deciso di non essere più cristiano (“porgere l’altra guancia”) e neppure civile. Ho fatto come loro. L’ho fatto, anzi, meglio di loro (cioè peggio).

  3. Senza entrare nel merito dell’articolo della Sig.ra Badalucci che non fa una critica costruttiva, ma “giudicante” essendo a conoscenza di verità assolute, e documentate a quanto sembra (arrivando all’offesa personale)
    Avendo usato l’oratorio a suo piacimento (con la chiave che gli è stata consegnata in molte occasioni ad uso privato ), mi sembra un atteggiamento sospetto!!!! IPOCRITA
    I commenti dovrebbero essere fatti sentendo “due campane suonare”……e le riflessioni filosofiche lasciate perdere, avvolgetevi le maniche e date una mano a chi “fa del bene” volontariamente e GRATUITAMENTE….e non vi risponde neanche!!!!!!!!per educazione.

    Un cristiano della Domenica

  4. Io ho letto la mia campana che conosco da anni e suona il vero ha
    sempre suonato il vero e
    non ho nessun motivo per dubitarne.Persona squisita lei,altrettanto
    il marito e i figli che sono due bambini adorabili.Magari ce ne fossero di piu di BAMBINI PROCIDANI PUROSANGUE cioe con DNA PROCIDANO che rappresentano il NOSTRO FUTURO.Un
    tempo non molto lontano i bambini potevano stare tranquillamente
    in strada a giocare a procida perche erano stesso i vicini e la gente della contrada che li tenevano d’occhio,adesso ahime non
    è piu cosi’.Anche nelle moschee i bambini giocano tranquilla
    mente nelle navate senza che nessuno li zittisca.Il commento stizzi
    to di gianni morandi cristiano della domenica non me lo fa immagina
    re tanto cristiano.Mariangela ha una SOLA colpa quella di aver tifa
    to italia ai penultimi mondiali quando quest’ultima si è scontrata con
    la corazzata FRANCE e ahime noi francesi abbiamo perso.La FRANCE investe molto sui propri bambini,tutto il contrario di quel
    lo che fa l’italia.Te lo dicevo io di tifare FRANCE.Ben ti sta cosi im
    pari.W la FRANCE.
    ps. a me gianni morandi non mi piace manco come cantante

  5. Onestamente di uno o una che si fa chiamare Gianni Morandi e che non ha neanche il coraggio di farsi riconoscere, bè io non la prenderei neanche in considerazione. Una cosa è certa, in quell’oratorio la famiglia Aurelio-Badalucci ha sicuramente più dato che ricevuto, chi è a conoscenza di cose che forse io non so, bè abbi il coraggio di farlo firmandosi con il suo vero nome. Mi piacerebbe saper cosa significa “aver usato l’oratorio per uso privato”, me lo spieghi Gianni Morandi!

  6. Sempre per Gianni Morandi, il fatto che lei sia un cristiano della domenica poi la dice lunga. Se lei si sente cristiano solo perchè la domenica va a messa allora siamo ben lontani dal concetto di cristiano. I restanti sei giorni legga la Bibbia o il Vangelo, e rifletta su quello che legge, poi ne riparleremo. Io non vado in Chiesa ma mi sento una cristiana ogni attimo della mia vita. Pace e bene fratello.

  7. A chi omette di dichiarare nome e cognome e si nasconde dietro quello di un “grande cantante”, forse per apparire simpatico, rispondo:
    Preferirei sapere chi sei per poterti rispondere meglio .
    Subito però posso dirti che ti presenti con una CRITICA più giudicante di quella classificata così nei miei confronti.
    Aggiungo inoltre “Giudicante e menzognera”, poiché non rispondente a verità ,ne per il possesso della chiave ,ne per l’uso privato dell’oratorio.
    Ribadisco che “L’IPOCRISIA” accreditata alla mia persona, regna sicuramente in tutti quelli che non hanno neanche il coraggio di mostrare la propria identità.
    Risponderti e stato per me certamente un ’atto di generosità!!
    Mariangela Badalucci

  8. rispondo al signor GIANNI MORANDI che mi sà di un nome famoso, non è che si è altrettanto montato, non è un’attacco alla chiesa ma l’uso di essa, andiamo in chiesa la domenica, magari col bel vestito in modo che gli altri ci guardano e dicono”hai visto quello, hai visto quell’altro” non è così che funziona, come ho detto prima dio è in ogniuno di noi se ci crediamo, e l’aggregazione degli uomini crea la chiesa, i più fortunati sono i bambini che hanno negli occhi l’innocenza, comodo dire sono un cattolico praticante perchè vado in chiesa, quello che vale, è quello che si fà dopo e non si dice, è l’empatia verso il nostro vicino, e dare una mano senza ricompensa , non sbandierare quello che si fà perchè il premio in questo caso lo abbiamo già ricevuto, come specificato prima non sono ne cattolica, nè cristiana, nè credente e tutto questo mi fà capire una sola cosa,facendo un sperequazione tra causa ed effetto, che ci siamo scordati i bambini che siamo stati, che non riusciamo più a stupirci della bellezza che ci circonda, insomma come uomini adulti siamo proprio solo degli emeriti egoisti pieni della nostra supponenza, e ci sentiamo sempre galli in un immenso pollaio, caliamo un pò le piume e guardiamoci intorno con umiltà, quanta umanità riaquisteremo……………………… e lasciamo le porte aperte di un oratorio,per chiunque voglia entrare, siano bambini o adulti, la chiesa deve essere sempre aperta, è la casa di tutti, l’erba a casa non se la porta nessuno……
    Michela Daquino

  9. se solo per un istante S.Filippo Neri potesse rispondere a tutti voi ve ne direbbe tante ma tante e forse capireste cosa significa essere disponibile per i bambini e per il prossimo.
    non voglio aggiungere nessun commento,tanto siete tutti cattolici
    lettori di bibbia e vangeli vari comunque non mescolate le parole di Dio con le vostre discussioni personali quindi:”fate i buoni se potete”

  10. A parte il campionato di calcio, credo che Laurent ha ragione su tutta la linea.
    Come da più parte avvalorato, anche io trovo il post di Mariangela molto coerente, se poi illustrare con validi argomenti un certo stato è interpretato da taluni giudicante ed offensivo allora penso sia doveroso rivedere gran parte del vangelo.
    Non certo per sparare sentenze o stuzzicare la suscettibilità di Gianni Morandi, approfitto per esprimere il mio personale parere riguardante gli interrogativi sollevati da Mariangela … che per avvicinare i bimbi alla Chiesa non serve anticipare il catechismo di un’ anno!! Non serve la “festa del perdono”… cosa devono perdonare i bambini? …
    Per questo genere di cose forse le vere finalità di madre chiesa sono indirizzate a cercare di modellare e incapsulare in maniera indelebile le candide e innocenti coscienze infondendo in loro dei solidi sensi di colpa e renderle in tal modo per sempre permeabili alla sua volontà.

  11. basta,basta e basta , spegniamo questo fuoco e facciamo i responsabili di questi bambini che ci guardano e ci ascoltano
    inorriditi.

  12. Volevamo comunicare che il 27 giugno è iniziato il GREST 2011 ” Centra il futuro” dal Lunedi al Giovedi per i bambini e ragazzi dai 5 anni in su per procidani e non.
    Orari e fasce d’età su http://www.orasorriso.it e www. procidamia.it.

    Ci stiamo oraganizzando visto le richieste per aprire il Venerdi e Sabato per i più piccoli che dovranno essere guardati dai genitori e gli orari saranno comunicati nei vari mezzi e modi consueti.

    Ci dissociamo dal “cristiano della domenica” ma vogliamo anche lui a darci una mano, sperando che sia “gianni morandi”, non sarebbe male!!!

    A quanto vogliono aiutarci nella gestione dell’oratorio e offrire il loro tempo e le loro mani per pulire, rassettare, tagliare l’erba, raccogliere la spazzatura (cercando di differenziarla), cogliere i limoni (e venderli per le parrocchie e l’oratorio), lavare i bagni e quant’altro ci vediamo Sabato mattina (domani 2 luglio) dalle 0900 circa.

    Vi apettiamo

    Angelo D’Orio

  13. Michele Intartaglia risponde a Gianni Morandi.
    Al tempo della vicenda della Signora Badalucci ero il responsabile dell’Oratorio ed in nessuna occasione ho dato le chiavi (alla Signora) per usare l’oratorio a suo piacimento ed uso privato.
    Questo per sentire 2 campane suonare.
    A quel tempo la famiglia Badalucci-Aurelio ha dato molto all’
    Oratorio curando la manutenzione dei giochi,qualche tagliaerba, regalando pure un’altalena.
    Il Signor Gianni Morando gia’ esisteva? e dove era? o meglio la persona che si nasconde dietro Gianni Morando ha detto solo grosse bugie. Forse perche’ e’un cristano della domenica…
    e chi vuol capire capisca.
    Se fosse un cristiano vero
    per sempre
    darebbe un nome e cognome al suo volto nascosto e meschino!!!

  14. Ma i preti la leggono la bibbia e i vangeli??????Mi spiegate allora
    perche si comportano in modo diametralmente opposto a quanto
    dettato da questi testi?????

  15. Non voglio entrare

    nel merito degli interrogativi che si pone la sig.ora Badalucci perchè non ne conosco il contesto.

    Posso solo pensare che possono essere solo considerazioni personali, di una sola persona, non supportata da altre testimonianze, manca totalmente la controparte e potrebbe essere benissimo che G. Morandi abbia ragione..

    Vorrei dire che questi attacchi a Don Lello Ponticelli mi sembrano assolutamente fuori luogo : a volte si scambia una diversa organizzazione o gestione della struttura dell’oratorio come qualcosa di negativo.

    Sarebbe utile che ci fossero dei contraddittori, la voce di una sola persona non fa rumore nel sacco

  16. Mi chiedo solo perchè non avete il coraggio di scrivere con il vostro nome, che paese di falsi moralisti che siamo.

  17. Michele Intartaglia dice
    sono d’accordo con tutti quelli che scrivono, diano sempre
    il loro nome e cognome, no come Gianni Morando e the winner

  18. Ciao Laurent, io ci sono sempre è pc che da qualche tempo preferisce la latitanza. 😆

  19. Guardi

    il problema non è lo pseudonimo,io ora ho scritto geppino pugliese al posto di ” the winner”.

    Dal mio punto di vista non ha tanta importanza chi scrive, ma ” ciò che uno scrive ed esprime ”

    Purtroppo dai post di alcuni sembra che non si voglia accettare un punto di vista diverso.

    Io assolutamente non voglio entrare nel merito della discussione, perchè non la conosco e vivo, e quindi non posso parlare.

    Però quando si affrontano tali argomenti, diciamo un pò pesantucci, è buona norma sentire più campane, specialmente quella di Don Lello Ponticelli., che è il diretto interessato.
    Grazie

  20. Buonasera,
    volevo fare un’appunto:
    I° quello che ho scritto e la mio personale pensiero, condividibile o meno da altri.
    II° esporre il proprio pensiero, risulta molte volte scomodo,( per chi naturalmente lo manifesta) soprattutto quando è un concetto negativo che colpisce dei personaggi pubblici. Mi sono presa fin dall’inizio la mia responsabilità, e se mi è permesso, in questo contesto preferisco sapere con chi sto colloquiando, soprattutto quando si parla della mia persona.
    III° con le “ critiche”,o i punti di vista diversi,( mi hanno anche insegnato), si può crescere e diventare persone migliori di quello che siamo!!
    Grazie

  21. Giuseppe Winner non è uno sprovveduto è uno che vive in piazza e
    di certo avra sentito altre campane suonare non in merito all’argo
    mento in oggetto ma in merito ad altre situazioni che sono acca
    dute.Che ne pensa,che ne pensa,winner che ne pensano i bessaglieri. E ne sentira’ ancora di campane come insegna il mio
    amico Mendel.Comme se chiamm ”diversa organizzazione adesso”.Azz.C’è in cui abbiamo visto persone che grazie alle loro personalita’
    hanno saputo catalizzare intorno a loro centinaia di persone,han
    no riportato la luce in parrocchie ormai spente,abbiamo assistito a vere e proprie migrazioni di fedeli e al ricoinvolgimento di altri
    in cui la fede era stata fatta assopire.La Bibbia i Vangeli parlano sempre di unire non di dividere.Possibile che non te ne sia
    accorto Giuseppe Winner tu che vivi a procida. Mariangela ha FATTO NA GRANDE COSA ha parlato
    ha scritto qualcosa che è accaduto a lei perche In genere i proci
    dani che sono brave persone non sono capaci di reagire,mormora no un po’ ma poi si ritirano in buon ordine e ogni volta che si ritira
    no perdono un po della sua liberta’ a vantaggio di altri.
    P.s.Mariangela l’hai fatta grossa stavolta mo so fatti tuoi tra poco ti arriva la bolla di scomunica.Eh. Eh.

  22. @franco ridda
    caro franco anch’io ci sono e leggo tutto quello che scrivete su questo blog (che io con piacere metto a disposizione) solo che non sempre ho cose importanti/interessanti da dire.

  23. Dai pc non arrampichiamoci sugli specchi, quello che dici non può essere vero, è oltre un anno che siamo in stasi completa. E’ possibile che in tanto tempo non si è mai avuto occasione per far emergere quell’interesse che un tempo ci coinvolgeva tutti?

  24. Bisogna abbandonare la via dell’arroganza, della violenza utilizzata per procurarsi posizioni di sempre maggiore potere, per assicurarsi il successo ad ogni costo”. Lo afferma Benedetto XVI nel breve discorso che ha preceduto oggi la preghiera dell’Angelus. “Anche verso l’ambiente bisogna rinunciare – ha detto rivolto ai 40 mila fedeli radunati in piazza San Pietro – allo stile aggressivo che ha dominato negli ultimi secoli e adottare una ragionevole mitezza”. Per il Papa, “nei rapporti umani, interpersonali, sociali, la regola del rispetto e della non violenza, cioe’ la forza della verita’ contro ogni sopruso, e’ quella che puo’ assicurare un futuro degno dell’uomo”. Infatti, “il vero rimedio alle ferite dell’umanita’, sia quelle materiali, come la fame e le ingiustizie, sia quelle psicologiche e morali causate da un falso benessere, e’ una regola di vita basata sull’amore fraterno, che ha la sua sorgente nell’amore di Dio”. “Gesu’ – ha spiegato il Papa teologo ricordando l’immagine del ‘giogo leggero’ contenuta nel brano del Vangelo letto oggi nella liturgia – promette di dare a tutti ‘ristoro’, ma pone una condizione: ‘prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore’. Che cosa e’ questo ‘giogo’, che invece di pesare alleggerisce, e invece di schiacciare solleva?”. “Il giogo di Cristo – ha ricordato – e’ la legge dell’amore, e’ il suo comandamento, che ha lasciato ai suoi discepoli”. “Ci aiuti la Vergine – e’ stato l’auspicio conclusivo di Joseph Ratzinger – a ‘imparare’ da Gesu’ la vera umilta’, a prendere con decisione il suo giogo leggero, per sperimentare la pace interiore e diventare a nostra volta capaci di consolare altri fratelli e sorelle che percorrono con fatica il cammino della vita”.

  25. Ecco è sulla realizzazione di quello che dice il principale che i mini
    stri hanno qualche difficolta’.

  26. La capisco il pc 1951

    quando dice che non sempre ha cose importanti o interessanti da dire.

    Ed è logico, pc1951 oltre a mettere in rete quello che fa o dice ” Procida Insieme” , o a mettere qualche ” Zuccon….ata, o qualche articolo contro Berlusca , non va oltre……

    ed è normale che ci si annoia……..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...