Disinformazione sui referendum

(Una cara amica da Torino mi ha mandato questo testo che è a dir poco sconvolgente. Per chi non conosce la firmataria della lettera, piu sotto c’è un articolo del giornale “il levante” che ne parla.)

Ciao a tutti,
confermo la necessità di questo passaparola, aggiungendo che si tratta di informazione per riaffermare i diritti costituzionalmente garantiti . Il dramma è che sembra la maggior parte della popolazione non sia consapevole di quanto sta avvenendo.
Quello che Vi porto è solo un piccolo esempio. Sono una ricercatrice, mi occupo di diritto ambientale e di risorse idriche. Ieri mattina dovevo intervenire ad un programma RADIO RAI (programmato ormai da due settimane) per parlare del referendum sulla privatizzazione dell’acqua e chiarirne meglio le implicazioni giuridiche.
‘E arrivata una circolare interna RAI alle 8 di ieri mattina che ha vietato con effetti immediati a qualunque programma della RAI di toccare l’argomento fino a giugno (12-13 giugno quando si terrà il referendum), quindi il programma è saltato e il mio intervento pure.
Questo è un piccolo esempio delle modalità con cui “il servizio pubblico” viene messo a tacere e di come si boicotti pesantemente la possibilità dei cittadini di essere informati e di intervenire (secondo gli strumenti garantiti dalla Costituzione) nella gestione della res publica. Di fronte a questa ennesima manifestazione di un potere esecutivo assoluto che calpesta non solo quotidianamente le altre istituzioni, ma anche il popolo italiano di cui invece si fregia di esser voce ed espressione, occorre riappropriarci della nostra voce prima di perderla definitivamente.
Il referendum è evidentemente anche questo!
Mariachiara Alberton

(da Il Levante di Giovedi 12 maggio)
Il referendum del 12 e 13 giugno si avvicina, ma la pubblicizzazione e la diffusione dello stesso appaiono poche e rare. Alcune tv e radio non informano i cittadini sul voto che sarà dato il mese prossimo. Negli ultimi giorni è emerso il caso di Mariachiara Alberton, ricercatrice ambientale. Invitata a Radio Rai per discutere del referendum Acqua-Nucleare, ha visto saltare improvvisamente il programma. Nonostante fosse in calendario da due settimane, è stato annullato con una semplice comunicazione. “Si vieta con effetti immediati a qualunque programma della Rai di toccare l’argomento fino a giugno”, è la sintesi della circolare interna…vai all’articolo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...