Ai confini della realtà

(Chi non ha visto la trasmissione di Gad Lerner guardi qui per avere un’idea del punto veramente surreale a cui siamo arrivati. Dal blog di  Zucconi)Quando il New York Times definisce “surreale” la situazione della politica (e dunque della società) italiana nel proprio più solenne inserto settimanale – The Week in Review – per l’occasione deliberatamente e maliziosamente impaginato come un tabloid scandalistico, basterebbe seguire quello che avviene in programmi televisivi come l’Infedele o Ballarò ai quali il Caro Papi telefona come la voce di Charlton Heston dal Monte Sinai, spara insulti e maledizioni, sbatte il telefono e poi torna nel suo paradiso di cartapesta per avvertire la vertigini di chi ci osserva da fuori[…]Quando ci sveglieremo – e stiano tranquilli gli anti come i filo papi, ci sveglieremo, non so quando e no sono come – questi anni appariranno come un “bad trip”, un viaggio allucinante… vai all’articolo