Comunicato degli operatori turistici

(riceviamo dall’ Associazione Operatori Turistici e Commercianti) Cittadini di Procida
Siamo all’ennesima emergenza rifiuti nella nostra regione.
Le motivazioni dell’emergenza sono quelle di sempre: sistema delle discariche in esaurimento, differenziata a livelli irrisori (salvo qualche eccezione), raccolta affidata a carrozzoni clientelari e inefficienti, quando non malavitosi, burocrazie irresponsabili. La crisi è ulteriormente aggravata dalla sfiducia nelle promesse di politici inaffidabili e dalla rivolta delle popolazioni, giustamente preoccupate per la propria salute. Fa specie, in questo quadro drammatico, la rottura di ogni solidarietà nazionale (solo la Puglia si è fatta carico del problema).

La risposta può essere solo in una raccolta differenziata spinta che punti al recupero e al riciclo, all’attivazione immediata dei siti di compostaggio e alla riduzione a monte di tutto ciò che può essere eliminato.

Nel nostro piccolo
E’ Vergognoso che Procida sia ancora sotto il 20% di differenziata e non rispetti l’obiettivo previsto dalla legge per evitare un ulteriore aggravio tariffario

E’ Vergognoso che a fronte di una tariffa già insostenibile si parli di aumenti (smentiti, ma fino a quando?) di un ulteriore 11%, dopo l’aumento di ben il 20% già sostenuto l’anno scorso dagli operatori commerciali.

E’ Vergognoso che questo aumento si giustifichi con il mancato obiettivo della differenziata che i cittadini di fatto fanno e la società di gestione vanifica

E’ Vergognoso che non vi sia l’attivazione di una rete organizzata di compostaggio domestico, utilizzando i giardini isolani

E’ Vergognoso che non vi sia una costante campagna d’informazione, con il monitoraggio di mese in mese dei risultati raggiunti e le soluzioni idonee all’incremento della raccolta

E’ Vergognoso che il rifiuto d’ingombro debba essere conferito dai cittadini a fronte di una cinquantina di addetti alla raccolta rifiuti

E’ Vergognoso che non si attui un riduzione a monte del volume dei potenziali rifiuti.

E’ Vergognoso che il servizio di raccolta sia affidato ad una società che il prefetto ha interdetto per opacità nella certificazione antimafia

E’ vergognoso che l’assenza di una consistente raccolta differenziata esponga l’isola, come è avvenuto nel recente passato, al rischio di un nuova emergenza rifiuti.

Chiediamo a questa amministrazione di darsi una mossa puntando al massimo di autonomia.
Procida deve raggiungere alla fine del 2011 minimo il 50% di differenziata,
obiettivo tutt’altro che ambizioso e utopico, come dimostrano le esperienze sul campo di migliaia di comuni virtuosi, in Campania, in Italia e nel mondo.

.
Associazione Operatori Turistici e Commercianti
Isola di Procida

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...