RIPENSARE IL REGNO DI NETTUNO

(riceviamo da Nicola Pellecchia (FEDERPESCA))
La situazione di stallo in cui versa, e da tempo, l’AMP Regno di Nettuno è sotto gli occhi di tutti.
Il mancato decollo di una credibile azione di valorizzazione del nostro patrimonio naturalistico impedisce quelle ricadute benefiche che tanti operatori economici si attendevano.
Anzi si è finito con l’aggravare situazioni già critiche e si è creato un diffuso malcontento nelle popolazioni isolane.
Oggi chi attraversa il “ Regno di Nettuno”, visitatore o isolano che sia, non ha alcuna percezione di trovarsi in un “ territorio di pregio tutelato”, non c’è alcun “confine” visibile data la totale assenza di boe, e niente e nessuno riesce ad interrompere l’abituale flusso disordinato di mezzi nautici. Continua a leggere

Annunci