Capezzuto beffa gli elettori

(Un articolo di Franco Marino apparso recentemente sul Il golfo. Anche se non concordiamo su molte delle tesi esposte pensiamo che l’articolo sia interessante in quanto espressione di un malcontento popolare.)
Col recente falso rimpasto in Giunta, Capezzuto si è tolto la maschera
gettando nello sconforto quanti di noi, io in primis, avevamo creduto che “Procida
Prima” volesse davvero troncare col passato ed invece l’auspicato
rimpasto si dimostra una presa in giro. Che senso ha far rientrare come assessore
la sorella del dimissionario Giuseppe Aiello? Si ricorda ai gabbati-elettori che
la Sig. ra Aiello si è sottratta al giudizio impietoso degli elettori
ed essa è la moglie dell’attuale capo dell’ufficio tecnico del Comune.

Questo dimostra quanto, purtroppo, avevano ragione tutti coloro che criticavano
le mie posizioni di modesto opinionista nei confronti del neo sindaco Capezzuto.
Io non rinnego nulla di ciò che ho scritto in buona fede, e riconosco che
sono il primo beffato dal Sindaco. Chi avesse la bontà-di andare”
sul sito http://www.nanappaprdci-da.it vedrebbe quanti elettori danno a Salvatore Costagliela
il merito di essere stato buon profeta anche se poi mi resta misteriosa e suicida
la sua strategia elettorale. Chi ha dunque le redini del Comune? La légge
Bassanini mette i Comuni in mano a tre o quattro dirigenti, per esempio il capo
dell’ufficio tecnico ora rafforzato con l’ingresso della moglie in Giunta. Altri
in posizione chiave sono il Comandante dei Vigili Urbani, il Ragioniere capo e
naturalmente il Segretario Generale. Solo un Sindaco con idee chiare e di spiccata
personalità può districarsi fra questa selva di burocrati, alcuni
per altro eccellenti e sottrarsi alle pressioni inevitabili di personaggi che
conoscono tutti i “meccanismi” del Comune.

Per ora a Procida nessun magistrato è riuscito a colpire eventuali malefatte.
Procida non ha un alto impatto mediatico, neanche per i Presidenti della Repubblica
che, più volte invitati, come Ciampi e Napolitano, si sono ben guardati
dal farlo. Fa eccezione, in questo contesto, il presidente emerito testé
deceduto, Francesco Cossiga, che tanti anni fa si degnò di visitare l’isola
con sosta alla Corricella. In questo nuovo squallore della politica procidana,
che senso ha avere in Giunta un assessore capace come Maria Capodanno? Le si affidi,
almeno, un assessorato di peso come i lavori pubblici, sede vacante per l’attuale
assessore che aspira alla delega al turismo al posto di Borgogna, un altro pesce
che mostra di non stare a proprio agio in questo acquario; Degli altri assessori
meglio non parlare. Chi li ha visti? Quali sonò i loro programmi? Insomma
siamo stati presi in giro da questi presunti squallidi nanetti della politica
che pur di apparire hanno cancellato dal loro vocabolario la parola dignità.

Infine è giusto spendere qual che commento sull’opposizione che non riesce
assolutamente a comunicare con i cittadini.

Bisogna muoversi con strategie più penetranti. Durante il periodo elettorale
c’era la folla per scrivere su “Il Golfo”. Ora, passata la festa, i
furbi fanno festa e un silenzio resta.

Francesco Marino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...