Le isole si accendono

Riceviamo da Giosuè Scotto di Santillo l’invito a:
Le isole si accendono
Procida 21 giugno 2010 ore 21
Associazione Vivara
Via Marcello scotti, 40
Villa Scotto Pagliara

Annunci

Adeus jose

Oggi, venerdì 18 Giugno, José Saramago è spirato alle 12,30 nella sua casa di Lanzarote, all’età di 87 anni, a seguito di un cedimento multiplo degli organi, dopo una lunga malattia.
Lo scrittore è morto con al suo fianco la famiglia, andandosene in modo sereno e tranquillo.
Fondazione José Saramago
18 Giugno 2010…vai all’articolo dell’unità

Il porto turistico ai procidani

(da Insieme per Procida) La società pubblica “Isola di Procida Navigando S.p.a.” concessionaria del porto turistico di Marina Grande dal 2004 , continua a essere in passivo, unico caso in Italia tra le società che gestiscono Porti Turistici.
In due occasioni il Comune ha dovuto addirittura utilizzare le risorse dei procidani per pagare una parte dei debiti accumulati.
Il capitale della Società è interamente di Comune, Regione e Ministero, per cui, visto che al momento in tutti e tre gli enti esiste una maggioranza di Centrodestra,

chiediamo con forza

all’amministrazione di fare pressione su regione e ministero perché ci permettano di acquisire il 2% delle quote e con esse il controllo della società per arrivare ad una corretta Amministrazione della stessa.

Solo così il nostro Ente potrà ricavare una rendita congrua e duratura per le sue casse dissestate, diversamente il Comune si ritroverà a continuare a rimetterci come in tutte le altre Società Partecipate.

Nel prossimo Consiglio Comunale “Insieme per Procida”chiederà ancora una volta che il Comune acquisti il controllo della società di gestione.

L’alternativa Insieme ai cittadini

http://www.procidainsieme.it

Mediterraneo: Allarme meduse

(da notizie.Virgilio.it) Nel Mediterraneo è di nuovo allarme meduse. Enormi sciami sono stati avvistati nei mari Ligure e Tirreno dove hanno colorato di blu le spiagge e soprattutto la Laguna di Orbetello […]Poche, ma utili “regole d’oro” in caso di contatto con le meduse

  • Non strofinare bocca e occhi
  • Non lavare con acqua dolce la parte colpita: usare acqua di mare e disinfettare con bicarbonato; non usare acqua fredda o ghiaccio
  • Non grattare la zona ustionata (si accelera la sostanza tossica)
  • Evitare impacchi con aceto o ammoniaca: è un “rimedio della nonna” del tutto inutile; anche l’uso di alcool è sconsigliato
  • Non rimuovere i frammenti dei tentacoli della medusa con pinzette, ma con le mani
  • l rimedio migliore è un gel astringente al cloruro d’alluminio, utile anche per le punture di zanzara. Evitare pomate cortisoniche o antistaminiche…vai all’articolo

Legge bavaglio: cosa vogliono e cosa nascondono

(da L’unità) Cosa vogliono Guido Calvi: «Una legge a tempo per coprire altri scandali». Cosa temono Gli affari della cricca: da Firenze le ultime carte. L’Aquila, insulti a Letta e Bertolaso. Come fermarli Colloquio con Eric Jozsef di G. M. Bellu. Il Pd: «Alla Camera sarà un Vietnam». Bindi: «No a testo blindato (VIDEO). Bocchino «Non volevamo votarla» (VIDEO).  Fnsi: 8 e 9 luglio sciopero dell’informazione (VIDEO). Fieg: intimidazione. La Costituzione avrà più sostenitori di Berlusconi: 20mila adesioni al nostro appello su Facebook | «No al silenzio di Stato», scarica il logo della Fnsi

Sardegna: internet gratis

da towerlight2002(Non per fare polemica ma quando io proposi alle passate amministrative  la “Wifizazzione” dell’isola qualcuno rispose che era una cosa sorpassata e che tutti avevano internet. adesso la regione Sardegna fa la stessa proposta come incentivo al turismo…e noi dormiamo)
Buone notizie per chi trascorrerà in Sardegna le prossime vacanze.
Secondo un comunicato della Regione Autonoma Della Sardegna, ben presto sarà disponibile internet gratis in porti, aeroporti e località turistiche della Sardegna.
Il progetto “SurfInSardinia” prevede la realizzazione di punti d’accesso gratuiti a internet in stazioni portuali e aeroportuali e nei luoghi di maggiore afflusso turistico, come i porti turistici, le spiagge, i parchi e i musei.
I primi venti punti d’accesso wireless saranno pronti entro giugno 2010 e altri 50 hot spot prima del termine della prossima estate…vai all’articolo

Madame Costituzione

(da Gramellini)Per dirottare la rabbia dei clienti su un capro espiatorio in carne e ossa, i Grandi Magazzini dei romanzi di Pennac avevano ingaggiato Monsieur Malaussène: sua era sempre la colpa dei guasti, degli imprevisti, dei disservizi. Le aziende vere lo hanno imitato, inventandosi i call center: sfogatoi della nostra impotenza a ottocento euro al mese. Anche Berlusconi era in cerca di un Malaussène, di un call center contro il quale scaricare la sua rabbia. E l’ha trovato. Conoscendo i suoi gusti, non poteva che essere una femmina. Madame Costituzione. Dopo la scomparsa dei genitori, Catto e Comunista, la signora si è data un solo scopo nella vita: mettere i bastoni fra le ruote al rivoluzionario di Arcore, che anche ieri si è definito «un imprenditore provvisoriamente prestato alla politica»: da sedici anni, perché in Italia nulla è più definitivo del provvisorio…vai all’articolo

Informazioni, la tecno-sfida In Rete

Sono da tempo sostenitore di condizioni migliori (tipo wifi gratis per tutti) per avvicinare ad internet e la grande risorsa che rappresenta il maggior numero di persone possibili. Penso che il nostro impegno deve essere quello di promuovere l’uso di internet piuttosto che accontentarci del dato di fatto e continuare ad usare strategie di comunicazione (manifesti, avvisi sonori etc.) costosi ed obsoleti. (da l’Unità)…Dalla tavola rotonda che si è tenuta ieri al Festival dell’Economia, il messaggio è stato lanciato: «Le politiche per favorire il riuso delle informazioni rappresentano una risorsa straordinaria per l’innovazione e lo sviluppo».L’esperienza più avanzata in tal senso è quella del governo britannico, che sul sito data.gov.uk ha reso accessibile, per  qualunque uso, un’infinita quantità di dati. Spiega, ad esempio, come vengono spesi i soldi delle tasse pagati dai cittadini «che così possono controllare dove vanno i loro soldi, valutare l’operato delle istituzioni e magari concludere che esiste una buona ragione per onorare i propri debiti con il fisco »,ha spiegato Rufus Pollock, professore di Economia al Cambridge.[…]A discutere del circolo virtuoso innestato da una maggiore trasparenza della pubblica amministrazione, a sua volta portatrice di maggior efficienza e innovazione, c’era anche il presidente della Provincia autonoma di Trento Lorenzo Dellai, che ha appena lanciato un progetto quinquennale per portare la banda larga su tutto il territorio trentino «perché le infrastrutture tecnologiche rappresentano oggi quello che la costruzione delle strade rappresentava vent’anni fa». «Una volta che i dati grezzi sono fruibili su internet, spetta ai cittadini consultarli e riusarli come credono, dando valore aggiunto alle informazioni »..leggi tutto l’articolo