E’ il traffico il principale problema degli italiani ?

(di Clementina Coppini da giornalettismo) Al telegiornale di Canale 5 con coraggioso sprezzo del ridicolo l’altro giorno sparano una facezia di quelle davvero esilaranti. Da non si sa bene quale astrusa statistica fatta da un non meglio identificato istituto di ricerca si evince che gli italiani hanno in cima alle loro afflizioni il problema del traffico. Mi viene in mente quella scena de Il Mostro in cui Benigni arriva per la prima volta in vita sua in Sicilia e il taxista gli spiega che il più grande dramma della Sicilia è appunto il traffico[…] Forse potremmo iniziare questo nuovo anno esercitandoci in un passatempo del tutto nuovo: il pensare. Si fa così: uno si mette lì e quello che sente non lo fa suo in maniera acritica e boviniforme, ma lo sottopone al giudizio del proprio cervello. Come si fa a pensare? All’inizio non è facile. Il volenteroso principiante si immagini di vedere stampato sul retro della fronte il concetto che è stato espresso per esempio alla televisione e lo rilegga attentamente con il dietro dell’occhio, badando al significato…vai all’articolo

Annunci

Violenze e abusi sulle donne

(Di Silvano Forcillo du il mediano)Non si saprà mai dare nessuna valida soluzione a chi ha subito la traumatica esperienza della violenza, se non ci si sforza di sentire, con empatia, il dolore in cui versa la persona ferita.
[…]Una recente indagine statistica effettuata dall’ISTAT sul fenomeno, ha messo, invece, in evidenza che la violenza fisica e gli abusi sessuali sulle donne sono compiuti, soprattutto, all’interno delle proprie famiglie e che gli stupri sono maggiormente attuati da italiani: ben otto italiani su dieci[…]si assiste ad una aumentata violenza sulle donne, perché l’uomo, soprattutto, quello senza cultura, non acculturatosi ed evolutosi, non sa accettare di aver perso il suo predominio e la sua superiorità sulla donna…vai all’articolo

Precisazione al Comunicato PD – Procida insieme

(Riceviamo e pubblichiamo)
Precisazione al Comunicato PD – Procida insieme
In merito al comunicato congiunto del 5 gennaio 2010, I sottoscritti hanno rilevato che le condizioni poste dall’Intesa politica stilata, prevedendo di attribuire la candidatura a Sindaco ad un esponente della società civile indicato dal Movimento Procida Insieme e condiviso dal PD, di fatto impongono la rinuncia al metodo delle primarie di coalizione stabilito dallo Statuto del PD.
Stante l’assenza della necessaria deroga è stato richiesto l’intervento degli Organi statutari del Partito.
L’incontro chiarificatore è stato già fissato per mercoledì 13 gennaio p.v. e, pertanto sino a tale data è da considerare sospesa la validità dell’Intesa sottoscritta.
per il Partito Democratico di Procida:
G. Rosato, C. De Candia, D. Lubrano Lavadera, L.A. Mameli, L.A. Pugliese, S. Rossi