QUEGLI ODIOSI COMPITI A CASA

(da Sivano Furcillo – Il mediano)I docenti, sempre più spesso, assegnano molti compiti per casa. Però, ciò che può fare l’insegnante in classe non troverà mai riscontro nell’ambito della famiglia.

Il grado di capacità dell’insegnante, di stabilire un rapporto con gli studenti, incide in maniera decisa sulla qualità del processo cognitivo e relazionale dell’alunno.
Un efficace professionista dell’istruzione e dell’educazione non può essere solo uno specialista nelle materie d’insegnamento, né deve essere solo un esperto nella produttività; egli deve essere, anzitutto “Persona”, in particolare una “Persona”, capace di sapere “quando” e “in che modo” usare le competenze per raggiungere la reciproca soddisfazione dei propri bisogni e di quelli degli studenti…vai all’articolo