Ridurre le vittime della strada

In questi giorni caratterizzati dall’influenza “suina” è passata quasi inosservata la pubblicazione da parte dell’ISTAT delle statistiche sugli incidenti stradali: numeri tragici, 13 morti al giorno, che fanno comprendere come in una singola settimana si abbiano il doppio di tutte le vittime avute fino ad ora per la tanto temuta influenza.
Poiché l’ISTAT l’ha scritto nel suo rapporto i giornali hanno copiaincollato che nonostante una riduzione del 33% delle vittime negli ultimi 9 anni stiamo praticamente per fallire (in Italia più che in altri paesi) l’obiettivo della Comunità Europea di arrivare al 50% entro il 2010. Questa visione così pessimistica però può dar vita a diverse riflessioni:…vai all’articolo

Annunci

La scorta del capitano Ultimo

Ieri abbiamo pubblicato un articolo sulla scorta tolta al Capitano che arrestò Riina. Ecco un’altro articolo interessante di Carlo Cipiciani sui retroscena.Sergio De Caprio, l’uomo che arrestò Totò Riina, da qualche settimana non è più protetto dallo Stato. Su di lui vegliano 120 carabinieri che, nelle ore libere, con auto proprie e in borghese, come privati cittadini, si sono messi a sua disposizione per proteggerlo[…]MA COME SONO ANDATE LE COSE? – Sono storie oscure, verità non sempre afferrabili. Dove possibili contrasti legati a invidie personali e fatti accertati si confondono tra sospetti ed accuse reciproche, in quella sottile linea di confine tra bene e male, giusto e sbagliato che chi sta in prima linea contro la mafia rischia spesso di varcare. E poi – ed è storia di oggi – emergono deposizioni e testimonianze che fanno ipotizzare che l’arresto di Riina sia stato frutto non solo della capacità investigativa del capitano e degli uomini del Crimor, il reparto speciale dei Ros comandato da De Caprio, ma che sia stato in qualche modo “pilotato”, come è stato più volte illustrato qui su Giornalettismo da Donato De Sena…vai all’articolo

Risate a denti stretti

(da spinoza.it)
Caso Cucchi:Il ministro della Giustizia ribadisce: “Il governo vuole la verità“. Sta solo scegliendo quella più conveniente.

Giustizia, pronta la norma sul processo breve. Poi dicono che Berlusconi non si fa le leggi su misura.

Questa legge manderà all’aria migliaia di processi. Vien quasi nostalgia del lodo Alfano.

Il ddl si intitola testualmente “Misure per la tutela del cittadino”. Non ci resta che scoprire chi è.

Si abbreviano i tempi di prescrizione. La data di scadenza è impressa sul tappo.

La maggioranza rifiuta l’etichetta di legge ad personam e assicura che Berlusconi potrà ancora essere beatificato.

Protestano anche gli avvocati: con la nuova legge, chi avrà bisogno di loro?

Roberto Saviano scrive una lettera a Berlusconi: “Ritiri la legge e si lasci processare”. Non mi aspettavo questa svolta fantasy.

Immunità parlamentare, il Tg1 si schiera. Non succedeva da almeno 24 ore.

Asteroide sfiora la Terra. Era solo un avvertimento.