Parliamo di inquinamento sonoro

Troppo spesso quando si parla di problemi legati a traffico, rifiuti etc si fa riferimento al turismo. Come se dovessimo preoccuparci di queste cose solo per rendere più appetibile la nostra isola ai flussi turistici. Questa cosa mi indigna e mi fa ridere al tempo stesso poichè io penso che la prima cosa di cui, come cittadini, dovremmo preoccuparci è la vivibilità del nostro scoglio per noi e per i nostri cari. E’ evidente che dove si vive bene,dove vivono bene i residenti, anche i turisti sono invogliati a venire e a sostare.
Qualità della vita significa anche poter passeggiare a piedi senza temere di essere travolti, poter girare senza imbattersi ad ogni piè sospinto in cumuli di monnezza o rifiuti vari, avere spiagge libere e mari ragionevolmente puliti, poter lavorare e riposare in pace. Oggi parleremo di quest’ultima caratteristica che a Procida, sopratutto nel centro storico è alquanto trascurata. Per chi come me abita nel centro storico non c’è mai pace. C’è sempre qualche cantiere aperto che significa costante rumore di martelli pneumatici e flex  che unito al rumore del traffico che rimbomba nelle strette vie del centro rende impossibile il lavoro ed il riposo. Esiste a Procida un’ordinanza sindacale per cui dalle  13 alle 15 d’inverno e dalle 13 alle 17 d’estate non si può usare nessun tipo di attrezzatura rumorosa. D’altronde i muratori lavorano fino alle17 e non è chiaro come dovrebbero regolarsi. Questo significa che tutti continuano a lavorare e siccome non sai a chi rivolgerti per protestare puoi scegliere di bisticciare con gli operai per ottenere il rispetto delle norme o tapparti bene in casa e accendere il condizionatore. Lo stesso dicasi per le ore notturne : non più tardi di stanotte sono stato svegliato verso le 4 prima da una macchina a trazione sonora (quelle che viaggiano per effetto dei decibel vomitati fuori da altoparlanti sempre più grandi) e poi da un gruppo di ragazzi e ragazze che ha pensato bene di fare una bella battaglia con l’acqua della fontana in piazza sottolineando ogni mossa con urla e schiamazzi vari. Se chiami i carabinieri ti risponde il centro operativo da Napoli o da Ischia, l’ufficio dei vigili è chiuso per cui di nuovo o scendi a fare storie o ti chiudi dentro.
Mi rendo conto che non è semplice fare la lotta ai rumori ma per lo meno iniziamola! Esiste qualcuno all’interno dell’amministrazione comunale incaricato di monitorare il problema ed eventualmente intervenire per reprimere? Esiste una ronda di vigili (non ronde volontarie per carità) che gira di notte e che si adopera anche contro gli schiamazzi? E nelle ore pomeridiane, si può fare niente contro i rumori insopportabili degli innumerevoli cantieri sparsi ogniddove?
Se non ci rimbocchiamo le maniche anche in questa direzione staremo sempre peggio. L’inquinamento sonoro provoca da un lato stress con conseguenze al fisico e alla psiche e cosa forse ancora più grave spinge il cittadino a chiudersi sempre di più  nel suo privato perdendo a poco a poco  una delle peculiarità dell’essere umano: quella di essere animale sociale.

Annunci

5 thoughts on “Parliamo di inquinamento sonoro

  1. Caro Peppino,
    …sei 100 anni in avanti…non possiamo pensare all’abito da sera quando siamo ridotti in mutande (stracciate)
    Il procidano medio direbbe che tu fai “filosofia”, e che questa non si sposa bene con il fatto che “si deve campare facendosi i fatti propri”.
    🙂

  2. Salve, sto pensando che mi tocchera sempre andare a dormire dopo l’una e un quarto. Centinaia di motorini rombanti alle 00:20 alle 1:15 mi faranno impazzire.Questo spacco a chi serve?

  3. pc.1951

    so che a te non fa piacere,non so se per pregiudizio o perchè ti evocano qualcosa, ma è stato approvato nel “pacchetto sicurezza” “le ronde di volontari,per il controllo del territorio.

    Perchè, non costituire anche a Procida “un’ associazione di ex guardie carcerarie(ce ne sono molte in pensione che lo farebbero ,volentieri,gratis,o ,oppure,di un’altra Arma.

    Il Governo nazionale le ha istituite proprio per controllare le cose di cui ti lamenti:schiamazzi notturni,rispetto delle norme sul lavoro,etc,etc.

    Tu ti lamenti,ma c’è questo nuovo “strumento”(le ronde) che puo esserti d’aiuto.

    Se vuoi ,puoi fartene carico tu, io ti darei una mano a organizzare il tutto.
    Fammi sapere

  4. Fa piacere constatare che, finalmente dopo tanto parlare e polemizzare, si incominci a pensare che sullo scoglio vivono oltre undicimila anime che soprattutto nei periodi estivi sono costretti a vivere soprattutto di stress, senza mutande (per dirla alla Davidzec), senza poter più trovare un posto per il canotto, senza un po’ di spiaggia libera, un po’ di mare pulito, un po’ di tranquillità e tante, tante altre po’ di cose.
    Tutto questo è incominciato da quando alcuni furbi hanno risvegliato la maliarda…ria maga Circe facendo così vedere a molti procidani, il fantasmagorico turismo senza prima aver cercato di effettuare un adeguato e sano piano che permettesse ai visitatori di vivere in armonia con i residenti.
    Nella prevedibile lunghissima attesa che l’apparato amministrativo o chi per esso s’impegni per risolvere i menzionati fastidiosissimi disturbi e poter così continuare a vivere senza troppo stress, posso solo proporre di arrangiarsi alla meglio, semmai usando da svegli un bel paio di cuffie auricolari e per il pisolotto sigillarsi le orecchie con appropriati tappi facilmente reperibili in ogni farmacia.

  5. Un 73enne è affogato alla Mappatella, in pieno lungomare: il personale medico lo ha trovato sotto l’ombrellone mentre gli altri bagnanti si godevano il sole. Il sociologo: «Una barbarie. Una favola lo spirito solidaristico dei napoletani»
    Lo diceva pure laurent beaumont questo azz ci sono arrivati alla fine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...