Il vero problema dello scandalo B

(un estratto da Roberto Cotroneo – l’Unità)
Il punto non è che Berlusconi abbia una sua vita privata e sessuale, perché su questo lui ha poi buon gioco a dichiarare che “non è un santo” e che in “giro ci sono molte belle figliole”. Il punto è che un uomo del suo livello e con il suo ruolo non può in alcun modo lasciarsi ricattare, e addirittura registrare, da una escort presentatagli da un venditore di protesi sanitarie in quel di Bari, tra l’altro inquisito per traffico di droga….( )…Il problema non è cosa fa a letto, con quante e perché lo fa, Silvio Berlusconi, e neppure, paradosso, se l’avesse pagata come escort, visto che la legge punisce lo sfruttamento della prostituzione e al massimo multa i clienti. Il punto è che un capo del governo che fa entrare a casa sua un numero di donne incontrollato, delle quali non sa nulla, con registratori ed altro, che hanno deciso di ricattarlo in tutti i modi, mette in pericolo la sicurezza dello Stato…vai all’articolo

Annunci