Attacco alla libertà di internet

(ricevo via G.Barblan)
È passato l’emendamento D’Alia.L ‘attacco finale alla democrazia è iniziato!
Berlusconi e i suoi sferrano il colpo definitivo alla libertà della rete internet per metterla sotto controllo.
Ieri nel voto finale al Senato che ha approvato il cosiddetto pacchetto sicurezza (disegno di legge 733), tra gli altri provvedimenti scellerati come l ‘obbligo di denuncia per i medici dei pazienti che sono immigrati clandestini e la schedatura dei senta tetto, con un emendamento del senatore Gianpiero D’Alia (UDC), è stato introdotto l’articolo 50-bis, “Repressione di attività di apologia o istigazione a delinquere compiuta a mezzo internet”. Il testo la prossima settimana approderà alla Camera. E nel testo approdato alla Camera l’articolo è diventato il n. 60. Anche se il senatore Gianpiero D’Alia (UDC) non fa parte della maggioranza al Governo, questo la dice lunga sulla trasversalità del disegno liberticida della “Casta” che non vuole scollarsi dal potere.
In pratica se un qualunque cittadino che magari scrive un blog dovesse invitare a disobbedire a una legge che ritiene ingiusta, i provider dovranno bloccarlo. Questo provvedimento può obbligare i provider a oscurare un sito ovunque si trovi, anche se all’estero. Il Ministro dell’interno, in seguito a comunicazione dell’autorità giudiziaria, può disporre con proprio decreto l’interruzione della attività del blogger, ordinando ai fornitori di connettività alla rete internet di utilizzare gli appositi strumenti di filtraggio necessari a tal fine. L’attività di filtraggio imposta dovrebbe avvenire entro il termine di 24 ore. La violazione di tale obbligo comporta una sanzione amministrativa pecuniaria da euro 50.000 a euro 250.000 per i provider e il carcere per i blogger da 1 a 5 anni per l’istigazione a delinquere e per l’apologia di reato, da 6 mesi a 5 anni per l’istigazione alla disobbedienza delle leggi di ordine pubblico o all’odio fra le classi sociali. Immaginate come potrebbero essere ripuliti i motori di ricerca da tutti i link scomodi per la Casta con questa legge? Si stanno dotando delle armi per bloccare in Italia Facebook, Youtube, il blog di Beppe Grillo e tutta l’informazione libera che viaggia in rete e che nel nostro Paese è ormai l’unica fonte informativa non censurata. Vi ricordo che il nostro è l’unico Paese al mondo, dove una media company, Mediaset, ha chiesto 500 milioni di risarcimento a YouTube. Vi rendete conto? Quindi il Governo interviene per l’ennesima volta, in una materia che vede un’impresa del presidente del Consiglio in conflitto giudiziario e d’interessi. Dopo la proposta di legge Cassinelli e l’istituzione di una commissione contro la pirateria digitale e multimediale che tra poco meno di 60 giorni dovrà presentare al Parlamento un testo di legge su questa materia, questo emendamento al “pacchetto sicurezza” di fatto rende esplicito il progetto del Governo di “normalizzare” il fenomeno che intorno ad internet sta facendo crescere un sistema di relazioni e informazioni sempre più capillari che non si riesce a dominare.
Obama ha vinto le elezioni grazie ad internet? Chi non può farlo pensa bene di censurarlo e di far diventare l’Italia come la Cina e la Birmania.
Oggi gli unici media che hanno fatto rimbalzare questa notizia sono stati Beppe Grillo dalle colonne del suo blog e la rivista specializzata Punto Informatico.
Fate girare questa notizia il più possibile. È ora di svegliare le coscienze addormentate degli italiani. È in gioco davvero la democrazia!!!

91 pensieri su “Attacco alla libertà di internet

  1. tutte le volte che compare un articolo di un certo rilievo e che richiederebbe una qualche discussione ed approfondimento resta per giorni senza alcun commento
    l’ho già detto ma vale anche in questo caso

  2. E se no come farebbe il cavaliere a prendere voti? Siamo circondati da un sempre totale disinteresse perché ognuno tende al “proprio particulare” fregandosene altamente di ciò che potrebbe essere utile e vantaggioso per tutti ignorando problemi gravissimi come quest’ultimo esposto. L’assenza del concetto di Stato e di comunità danno spazio al più vieto qualunquismo.La nostra democrazia corre seri pericoli che ogni giorno possiamo constatare.

  3. temo che su un blog come procidaniuse dedicato a procida, si preferiscano commentare argomenti attinenti all’isola di procida. i temi di carattere generale sono ampiamente dibattuti sui blog nazionali o su aree di discussione specifiche di particolari tematiche legate alla giustizia, alla politica, all’economia o alla fede.

  4. E non sarebbe il caso di sensibilizzare di più gli isolani al di là delle beghe locali che gira e rigira sono sempre le stesse?

  5. io, come credo tanti altri isolani, siamo sensibili a queste tematiche che, come dicevo, dibatto su altri forum, blog o spazi di discussione dedicati alle rispettive tematiche.
    qui ci vengo per confrontarmi su argomenti locali. procida non è certo l’ombelico del mondo ma siccome c’è ancora qualcuno a cui sta a cuore, è interessante parlarne anche su internet.
    altrimenti se proprio volete fare questa forzatura di discutere su tutto anche qui, ribattezziamo il blog : worldniuse…

  6. Sono assolutamente convinto che per essere più presenti bisogna parlare di tutto, e non è certo una forzatura ma un’apertura. Sono stato abituato diversamente e non desidero certo fossilizzarmi su problematiche esclusivamente locali che certo non mi arricchiscono né m’interessano più di tanto. E’ sempre la solita minestra, sono sempre le solite risposte, le solite domande. Uffa!

  7. nessuno è obbligato a fare niente!
    quando trovo un argomento di particolare gravità (o bellezza) lo sottopongo ai lettori senza pensare se è o no un argomento locale.
    Dopodiché chi vuole commentare lo fa e chi no se ne può stare tranquillamente in silenzio. Ne ha piena facolta! 😉
    Questo è procidaniuse! (almeno fino a quando lo farò io 😉 )

  8. Al contrario di altre volte i commenti di Rafiluccio mi lasciano un po’ interdetto, suonano un po’ come un “altro attacco alla libertà”, infatti è risaputo che internet è uno spazio virtuale dove non esistono confini, ove si può discutere ed esprimere le proprie opinioni in piena libertà nel rispetto delle civili regole. Parlare di certe forzature, o più ancora imporre solo specifici argomenti significa “limitare” e quindi forse anche accettare sommessamente la legge che Giovanni e tantissimi italiani cercano di contestare in piena autonomia 👿 –

  9. Quoto Rafiluccio

    che da sempre consigli molto saggi,

    anche se ,a volte,non disdegno altri argomenti

  10. caro ridda , ho provato a chiarire che su un blog di procida, si preferisca commentare questioni di procida. come sul sito di un economista si commentano questioni economiche, sul sito di teologia si commenta di fede, sul blog di grillo, travaglio, commenti di politica, ecc… quindi rassicuravo il prof cerase e il sig. barblan (che si stupivano di tanto silenzio su argomenti meno provinciali del bilancio del ns comune) che i visitatori di questo blog non sono tutti dei superficiali, ma può darsi siano piu interessati a commentare temi locali. fermo restando che blogger come the winner non disdegnano confrontarsi su altri argomenti.

  11. ot (off topic). dispositivo anti traffico

    A far data dal 12 giugno 2009 è in vigore il seguente dispositivo:
    a) Tutti i giorni
    – la circolazione degli autoveicoli su tutto il territorio comunale si svolgerà a targhe alterne dalle 10,00 alle 12,00 e dalle 18,00 alle 21,00;
    b) Nei giorni di sabato e domenica:
    – in via Roma, tratto incrocio via Libertà – Piazza Marina Grande, è istituito il transito veicolare a senso unico con opposta direzione di marcia dalle 13,00 alle ore 16,00.
    – in via G. Da Procida, nel tratto compreso tra il ristorante “Crescenzo” e via Alphonse de la Martine è vietata la circolazione veicolare dalle 10,00 alle 13,00 ad eccezione degli abitanti del posto, dei mezzi pubblici, dei veicoli di pubblica utilità per emergenze e dei veicoli per carico e scarico merci.
    – è sospesa la circolazione veicolare all’interno del territorio comunale dalle ore 21,00 alle ore 24,00.

  12. Fanno riflettere si maestro.Fanno capire come siamo potuti arrivare al punto
    in cui siamo.Ti ricordi quando si discuteva della Gelmini.Ho sentito parlare
    molti insegnanti che dicevano- tanto non verra’ mai applicata,non passera’
    mai in parlamento.E invece è passata e a settembre verrà applicata ment-
    re noi stiamo a commentare il dispositivo del comune di procida antitraffi-
    co.Se lasceremo libero di fare quello che vuole o cavaliere penso che a
    breve ci troveremo a vivere da servitori della gleba in un paese trasformato in un ranch da bellusconi e dei suoi compagni di merenda.
    Con affetto
    laurent

  13. Caro Franco Cerase come prima ti ho detto nel “Il partito dell’amore”, la colpa è solo di pc 😀 –

  14. Caro Cerase, ritorno sul quesito che ha posto all\’inizio. Come mai c\’è il silenzio di fronte a notizie di grande rilievo? Ci è stato risposto, perché mi accomuno a Lei, che il blog propone dei temi e se uno vuol rispondere risponde altrimenti è padrone di non farlo- Commento alla Ponzio Pilato, né più né meno. Credo che non si sensibilizzi l\’opinione pubblica con notiziole che a volte lasciano il tempo che trovano. Sarebbe importante da chi gestisce questo blog di sensibilizzare maggiormente la gente a problemi di più ampio respiro e che ci coinvolgono tutti soprattutto in questo periodo nero quasi prodromo del fascismo. Non è la prima volta che lancio mascheratamente questo appello che resta inascoltato. Si preferisce dar rilievo a piccole notizie che restano lì perché anche loro non hanno risposta. Sono veramente assai deluso dall\’impronta che ha preso \”Procidamix\”. Ho continuato finora a inviare notizie a mio parere estremamente ccoinvolgenti ma non sono state pubblicate. A questo punto rinuncio come ho già fatto in precedenza. La mia non è presunzione, per carità (voglio bene all\’amico Peppino) ma mi sembra che quella imboccata non sia una strada giusta per smuovere i cervelli.

  15. Sono d’accordo con pc.1951

    al 100%,l’impostazione è ottima,gli argomenti preposti sono ottimi e coinvolgenti,forse si dovrebbe dare piu spazio agli argomenti locali,che,quelli ,si,fanno piu discutere(vedi la nuova raccolta differenziata da me scritta, non portata alla dovuta discussione,in un titolo di testa; il dibattito accesosi sulle prossime elezioni comunali ,con importanti prese di posiz<ione dell'Ass,"Procida in movimento" e dei "riformisti"per procida.

    Comunque io accetto in toto la linea di pc.1951,chi vuol commentare ,commenta, senza scaricare sugli altri.

  16. Sono d’accordo

    con pc.1951,trovo gli argomenti che mette in rete molto importanti,chi vuol commentare, commenti, senza “scaricare” le colpe sugli altri.

    Solo mi piacerebbe,come dice Rafiluccio, che ci fosse un pochino di piu attenzione ai “fatti locali”. Ci sono molte cose che bollono in pentola:

    1-la nuova raccolta differenziatache potrebbe avere una buona discussione
    (a tal proposito l’ho scritta in un mio post,ma, evidentemente, non interessa tanto a pc 1951)

    2 – i fermenti per le prossime elezioni comunali(nuove liste elettorali crescono)

    Come dice pc.” Nessuno è obbligato a fare niente”

  17. e dalla con questa differenziate “locale” ❗ ❗ Cerchiamo invece di capire e semmai preoccuparci del ruolo della S.Marco.
    Sarebbe più opportuno parlare del referendum, ma la vogliamo capire (come ha ben detto Giovanni) in che periodo nero siamo ❓

  18. Caro franco, caro giovanni,
    per quel che riguarda il referendum ho già detto quello che penso, si vede che vi è sfuggito. D’altronde il mio blog non è il vangelo: è solo il mio modesto contributo così come lo so e lo posso dare. Rimane logicamente mia la responsabilità e la scelta degli argomenti da trattare non fosse altro perché io sono responsabile di tutto quello che passa su procidaniuse.
    Ripeto, cerco di fare quello che posso alla mia maniera e se penso che è più giusto cercare di spiegare come si attacca la democrazia (vedi l’articolo:Elezioni: vecchi metodi, vecchi risultati) piuttosto che gridare: “non partecipate al referendum” agisco di conseguenza.

  19. Caro pc conosci bene il mio parere nei confronti tuoi e del tuo blog, il mio è stato un semplice sfogo in risposta alle banali proposte di the winner 👿 –

  20. Sono d’accordo con il mio maestro Giovanni,ci sono cose che vengono
    fatte a nostra insaputa,come la legge approvata di cui sopra.Sono cose
    che bellusconi e i compagni di merenda fanno all’insaputa di molti e che
    persone come Giovanni come Travaglio scoprono e portano aconoscenza
    dell’opinione pubblica con la recondita speranza di una reazione da parte della gente.Come pure per aprire una discussione e organizzarsi affin che bellusconi non smantelli lo stato democratico di questo paese.
    Io Peppino non lo capisco,lui lo sa’.Non capisco il filo conduttore del blog,non condivido alcune sue prese di posizione.Se scrivi e dici la verita’
    nessuno ti puo far niente.Non devi avere paura di nessuno.Comunque il
    blog rispecchia pure l’isola e tutto il meridione dove l’apatia regna sovra
    na ed è per questo che bellusconi ha campo libero.Il mio maestro è vivo
    è reattivo è costruttivo,qui la gente nasce gia vecchia,non ha ideali se
    non quello che le universita’re napul insegnano ossia A UN PALMO DAL MIO SEDERE CHI FOTTA FOTTA.
    Con affetto
    laurent beaumont

  21. Caro Laurent, come al solito mi metti in imbarazzo (ma mi fa piacere questa forse unica adesione nell’isola a quello che penso e te ne ringrazio). Evidentemente non viene tenuto nessun conto di quello che sta succedendo nel nostro paese ormai alla deriva per colpa di un uomo che ogni giorno distrugge la democrazia e la costituzione. Hai ragionissima quando parli di apatia a cui aggiungo menefreghismo,indifferenza, mancanza di senso di responsabilità. E’ inutile, a mio parere, insistere su argomenti di poco conto, quando problemi ben più gravi colpiscono l’Italia ridotta ormai a una faccenda privata del cavaliere. Succede spesso che qualcuno getta il sasso e poi si ritira .D’altra parte Peppino ha tutte le ragioni per gestire il suo sito come vuole ma non si accorge che ogni giorno, ormai ogni ora, ci sono notizie e commenti che dovrebbero essere messi a conoscenza di chi legge per il loro allarmismo e per la pericolosità che indicano. Il giorno dopo è già tardi.La dialettica sui fatti è pane importante per i miei denti ma evidentemente non lo è per tanti altri (quasi tutti). Peppino, da buon amico, svegliati!

  22. Commenti

    autoreferenziali, che non approdano a nulla.
    E’ inutile che “demonizzate” Berlusconi,d’altronde è solo quello che sa fare una certa politica di centro-sinistra.
    Oggi come oggi e ieri, Berlusconi “è il male minore”:abbiamo visto tutti cosa è successo quando per 2 volte è salito Prodi e D’Alema:il caos totale.

    pc. 1951 fa bene a non seguirvi,perchè gli argomenti che mette in rete li trovo molto interessanti

  23. Mi sembra di essere messo in mezzo tra winner e giovanni barblan. Il mio modo di vedere dovrebbe essere chiaro, almeno a chi segue questo blog. Sono sempre stato molto molto critico rispetto a berlusconi e il suo modo antidemocratico di fare politica e questo l’ho detto e ripetuto fino alla nausea. Da Giovanni differisco per visone politica (lui è liberale io sono un cane sciolto di sinistra) e per metodi di lotta. Purtroppo (e lo ripeto) io non credo che pubblicando sempre e comunque le notizie di Travaglio si riesca a fronteggiare berlusconi (che tra l’altro a reti televisive – non so dire quante- cartastampata e leccaculo di tutti i tipi pronti a fare disinformazione) Penso inoltre che per molti versi il modo migliore per boicottare il cavaliere è ignorarlo (almeno nelle cose pietose tipo i party in sardegna etc) perchè tra l’altro (e i massmediologi mi daranno ragione) il modo migliore per anestetizzare e vaccinare la gente è esporli ad una sovresposizione. Mi spiego meglio: il progetto è continuare a parlare degli scempi e delle malefatte fino a quando ci siamo così abituati che non fanno più ne caldo ne freddo.
    per cui, caro Giovanni, io non sto affatto dormendo, sto solo cercando di capire qual’è il modo migliore per dare il mio piccolissimo contributo 😉
    per quanto riguarda winner io non ho parole! ha un modo di leggere la realtà che veramente non riesco a capire e me ne rattristo profondamente perchè è il modo di analizzare di una buona fetta dell’elettorato italiano 😦

  24. Caro Pepppino, quando ho scritto “svegliati” mi riferivo all’invito a non addormentarsi troppo su notizie locali ma invece trattare maggiromenente argomenti più coinvolgenti. Tutto qui. Ciao

  25. per the winner
    e chi non è autoreferenziale quando espone le proprie opinioni?La sua grammatica ha bisogno di ripassi

  26. Quando bellusconi ando al potere fece fuori subito Biagi e Santoro perche seppur chiusi in un angolo erano le uniche voci che raccon
    tavano quelle che veramente accadeva senza genoflettersi davanti a sua santita’
    Ecco quello che teme bellusconi,teme le persone che raccontino al
    la gente come effettivamente stanno le cose e quello che sta accadendo.
    Quindi deninciare,scrivere,commentare,svegliare gli animi è l’unica arma che puo stopparlo.
    Se non fosse che facciamo parte dell’europa avrebbe gia fatto un colpo di
    stato.Suo è il parlamento,ha un avvocato che siede in parlamento e gli scri
    ve le leggi che i compagni di merenda yesman approvano,sue sono le tele
    visioni,suoi sono gli imprenditori che scorribandano in italia geronzi,tron-
    chetti scippera,ligresti ecc ecc.non so cosa ci sia ancora da capire.Altro
    che brigate rosse,è lui la brigata rossa.Comunque caro maestro non sono
    il solo a stimarti,sono in tanti a conoscerti a stimarti solo che non scrivono su internet.Hai tifato per DI PIETRO e DI PIETRO ha avuto un’
    ottima affermazione,questo vuol dire che guardi nel verso giusto.
    Abbiamo tutti il giunzaglio al collo altro che cani sciolti solo che molti non
    se ne rendono conto e quando se ne accorgeranno sara’ tardi.
    Come hai scritto in altri post maestro viva la rivoluzione,viva Robespierre,viva Marat,via Danton a morte il tiranno.
    Con affetto
    l’allievo laurent beaumont

  27. Caro Laurent

    sappiamo,poi, benissimo che fine hanno fatto i vari tiranni Robespierre(il terrorista) e Danton:GHIGLIOTTINATI!

  28. Caro Laurent, ti ringrazio per i tuoi sempre graditissimi apprezzamenti. Qui , in questo blog, mi sembra ormai di vivere in una palude dove tutto è fermo e non sollecita nemmeno risposte provocatorie perché non ci sono reazioni. Vengo da una terra, la Toscana, dove la dialettica è pane per tutti i i giorni ed è quasi un obbligo. Mi ritrovo invece di fronte a problemi di cui si è parlato mille volte, a notizie che restano lì senza risposte perché forse inutili. Che succede Peppino? Procidamix prima non era così. Io ti voglio bene e come padre (poteri esserlo) ti sprono ad essere più presente per quanto riguarda la vita de lPaese che è molto più importante di quello che accade a Procida. Dai un’impronta culturale seria al tuo blog, esponi argomenti che possano spremere i cervelli facendoli ragionare e non riducendoli alle solite monnezze, raccolte differenziate e altro ancora. Te lo dico perché ti stimo e da una persona che stimo non accetto cadute di stile. Ti saluto caramente.

  29. Saranno pure stati ghigliottinati,ma vivono ancora visto che io li ricordo.
    Sono piu conosciuti e ricordati loro che il tiranno che hanno ghigliottinato.
    Sono ricordati perche combattevano per la liberta’non solo loro ma del po
    polo della gente comune che alla fine li ha traditi.Traditi perche il popolo è popolo e deve morire con u fierr dei carauni.Solo cosi è soddisfatto.
    Comunque peccato che le candidate che bellusconi voleva candidare e
    far eleggere al parlamento europeo sono state scartate perche qualcuno
    lo ha portato a conoscenza dell’opinione pubblica.E POI PEPPINO DICE CHE NON SERVE DENUNCIARE.Se cosi non fosse stato
    al parlamento europeo l’italia avrebbe mandato escot e persone riviate
    a giudizio.Mi dispiace perche io da antitaliano ci avrei goduto un sacco e
    forse, anche i parlamentari europei degli altri paesi avrebbero goduto ma per altri motivi.Viva robespierre,Viva la Rivoluzione.
    Con affetto
    laurent

  30. Bravo Davide
    Davide

    Sei un grande patriota,in risposta all’antiitaliano Laurent che si sente piu francese.

    Non ci sono ,forse,tra 100 anni, avremo gli Stati Uniti d’Europa,ma lo Stato come nazione,come patria,non cesserà mai d’esistere: ci potranno essere elementi in comune con l’Europa(moneta,scambi commerciali,o altro),ma la nostra autonomia e la nostra autodeterminazione non cesserà mai,

    Vival’Italia!
    WLa Repubblica!

  31. Mi spiace per Beaumont, ma nella categoria degli antitaliani io ci vedo i furboni di ogni maschera, i mariuoli, i delinquenti, i ciucci che hanno potere decisionale e fanno più danni che opere buone, gli abusivi del mattone e dell’inquinamento e chi più ne ha più ne metta.
    La provocazione era buona: Beaumont gode quando certa gentaglia avanza, io stappo bottiglie di vino quando gli antitaliani PAGANO!

    Viva l’Italia onesta! …e anche la Napoli onesta!

  32. Scusa David a mio avviso tutto dipende in che modo si conosce e si valutano le forze che albergano nell’animo umano. Non a caso si dice “l’occasione fa l’uomo ladro”, “chi non ha mai peccato che lanci la prima pietra” ecc. ecc.
    Veramente pensi che quei bersaglieri in corsa siano tutti onesti? Credo che forse la tua forte e smaniosa inquietudine è dettata solo dalla osservazione della stragrande mancanza di civiltà esistente in Italia 👿 –

  33. Caro Franco,
    non ho capito bene, spiegami un pò questo fatto dell’occasione che fa l’uomo ladro…
    Riguardo ai peccati, siamo d’accordo che i club delle verginelle non esistono, però insomma…non è neanche vero che tutta la società italiana è in maggioranza un bordello di prostitute.
    In medio stat virtus, no?
    De Magistris, come altri valenti magistrati, ha dimostrato di avere fiuto per i “furboni”…segui le sue orme…nun te svià! 😉

  34. Caro David sono in pieno accordo con l’operato di De Magistris, ma sono anche cosciente che purtroppo in Italia il “salta chi può” è sempre troppo in prima linea 😉 –

  35. Siccome non so dove mettere la notizia la metto qui. Sono sempre più meravigliato dell’ignoranzaa (ignorare) di procidamix sulle notizie che arrivano. Ce n’è una a mio parere determinante: “L’Avvenire” (girornale dell’episcopato italiano) e “Famiglia Cristiana” hanno sparato a zero contro il Cavaliere. Procidamix non ne parla! ma è mai possibile che un blog interesante decada cosè in basso! penso che chi se ne occupa dovrebbe stare attento a quello che viene scritto. Invece il silenzio più assoluto tanto più che questa notizia può influire moltissimo su chi finora ha votato Berlusconi. Sono veramente dispiaciuto di questa continua non attenzione ai problemi del nostro paese.

  36. Per pc@
    Ma non ti rendi conto Peppino di quanto sia importante questa notizia? Mettiti gli occhiali! Significa che da ora in poi molti cattolici ci penseranno due volte prima di rivotare Berlusconi. E’ lapilissiano. E tu non te ne accorgi?

  37. Certo che è strano

    quando a certi settori politici(e sappiamo,quali) la Chiesa interviene direttamente nella vita politica italiana,in special modo,contro, l’aborto,il divorzio,l’uso delle cellule staminali,la fecondazione assistita,e tanti altre cose

    allora i comunisti gridano “la laicità” dello Stato,perchè non è conveniente elettoralmente

    ora che tramite “Famiglia Cristiana” si vuol delegittimare il Premier,lo si invoca l’intervento,lo si appoggia.
    Non si puo tirar la giacca alla Chiesa quando fa comodo,è troppo facile.

    A parte questo ,nè Famiglia Cristiana nè Avvenire rappresenta la voce ufficiale della Chiesa.
    Sentite che dice la Santanchè:

    Daniela Santanchè, leader del Movimento per l’Italia: «Famiglia Cristiana rappresenta solo un gruppetto eversivo all’interno della Chiesa e per questo Berlusconi non se ne deve preoccupare».

  38. Ciao Giovanni, colgo e sono solidale col tuo rammarico, …che dire, forse pc avrà cambiato bandiera 👿 –

  39. @giovanni e franco ridda,
    Vorrei umilmente farvi notare che questo blog è autogestito e non solo non da ritorni ma mi costa anche mantenerlo (tempo e denaro)
    In questo momento sono molto impegnato col lavoro (quello che mi da da mangiare) per cui mi scusassero i lorsignori se mi permetto di ignorare notizie importantissime che neanche conosco perchè non ho il tempo di leggere 😉
    Se mi segnalate la fonte della notizia sarò lieto di pubblicarla
    p.c.

  40. Sono uno dei lor signori (che termine infelice!) alquanto deluso dalla tua risposta. E cosa vuol dire, scusami “è autogestito”? Che non tieni conto dei suggerimenti o cos’altro? Sono risposte,le tue, sempre un po’ criptiche e non ben leggibili. Ho sempre sostenuto che ci vuole chiarezza nell’esposizione. Comunque un saluto.

  41. Beh ❗ Personalmente anch’io penso che la pappa sta sempre al primo posto, sembra strano però che certe coincidenze nascono in momenti così inappropriati, diciamo che per quanto la criticità forse ha ragione Giovanni.
    Per me … certi sospetti permangono … :D: –

  42. “La corsa dei bersaglieri”

    è un ottima risposta all’antiitaliano Beaument;chi non sa cosa vuol dire quel filmato,lo puo capire dal grande ruolo che ha avuto questo Corpo,fin dal lontano 1836,per la salvezza e la difesa dell’Italia

  43. @Franco
    so che ti piace sfottere ma sinceramente sono stanco di aprire il blog e trovare solo critiche (e neanche troppo dolci) per una cosa che faccio in maniera gratuita e dove non si chiede niente a nessuno.
    Penso che di questo passo sarò costretto a introdurre la moderazione dei commenti e tagliare tutto quello che non giudico attinente al tema.
    p.c.
    P.s. i liberi commentatori hanno fatto stancare anche Zucconi che ha drasticamente chiuso (spero solo i commenti) 😦

  44. Io penso

    che l’emendamento D’alia debba e possa essere “migliorato”.

    Certo è necessario che un “freno” ci sia,vedi nei siti dove si “inneggia” al nazismo,al fascismo,all’istigazione a delinquere

    penso che la materia debba essere piu chiara,specialmente nel punto in cui ,potrebbe essere, in una libera espressione di pensiero.

    Per quanto riguarda, l’ultimo post di

    Pc1951
    io sono completamente “d’accordo con lui”: Bisogna “tagliare e moderare”
    tutti quelli che non sono “attinenti al tema”.

  45. Chiedo a Peppino di cancellare la parte offensiva del commento poichè si è scivolati nel Vilipendio ad un Emblema dello Stato, atto vietato dal nostro codice penale.
    Beaumont poteva tranquillamente farci ascoltare la Marsigliese, l’avremmo cantata insieme!

    Saluti

    Davide

  46. Non capisco come non comprendi che in questi momenti dove la stampa le televisioni a reti unificate trasmettano dei monologhi simili a quello di
    winner ci sia bisogno dell’aiuto di tutti anche del tuo.
    Con il tuo blog ti puoi ti devi unire a tutte quelle persone che devono spie
    gare all’italia e agli italiani che la loro libertà è in pericolo come il futuro
    e dei loro figli.Parli di critiche,io non le vedo queste terribili critiche
    leggo solo degli inviti a dedicare piu attenzione al progressivo smantella
    mento dello stato democratico,cosa che avresti gia dovuto avvertire di tuo.Non credo nemmeno che ci sia bisogno di un moderatore per il tuo blog perche tra pocol’amico bellusconi e i suoi compagni di merenda te lo forniranno loro A FORZA e allora anche tu dovrai scrivere PER FORZA
    SOLAMENTE dei monologhi di autocelebrazione per lui il re l’imperatore sua santita’bellusconi oppure verrai oscurato.Dedico comunque sempre
    un plauso al mio amico e maestro Giovanni e a tutti quelli che come lui
    smascherano,denunciano e contribuiscono alla lotta contro i sopprusi e
    le nefandezze che siamo costretti a subire in questo triste momento per il paese.
    Con affetto
    laurent

  47. Devi crescere Davide solo allora potremmo cantare LA MARSELLAISE
    assieme.Comunque fatti gli occhi.
    Con affetto
    laurent

  48. Scusa Davide non per fare dei paragoni, ma questa dei legionari mi è piaciuta molto.
    Certamente Laurent l’ha fatta grossa, cmq spero che pc ricordandosi che c’è anche Carla, non ascolti il consiglio di Davide e non cancella il video, anche se il paragone può essere considerato offensivo da chi ripone nella legalità e più ancora nell’amor patrio uno dei sentimenti più elevati 😉 –

  49. Si si, tra poco vado a buttarmi l’acqua sui piedi…
    Rinnovo la mia richiesta a Peppino, poichè Beaumont da testimonianza che l’avanzare dell’età non porta sempre saggezza

  50. Caro Franco, occhi aperti! 😉
    Non ho chiesto di cancellare il video, ma gli apprezzamenti poco felici di Beaumont nel commento che seguiva il video…

    Alla prossima ciao

  51. Logicamente

    tifo Davide,grande patriota.

    Poi penso che FrancoR. non ha letto bene il post di Davide, che non ha invitato pc.1951 a “cancellare” il video,bensì ,la parte offensiva del commento di Laurent nel passo in cui quest’ultimo descriveva la “marcia dei bersaglier” ,”la sagra del burino”.

    Comunque ,conosciamo Laurent, gli piace scherzare e prendere un po in giro.

    Io che ho fatto il servizio militare a Pordenone,nei BERSAGLIERI,non posso

    che esaltare questo Corpo Militare “mitico e “leggendario”,al cui confronto La Legione Straniera francese,anche se abbastanza conosciuta,è ben poca cosa.
    Non per niente “I Legionari” vanno al passo;IBERSAGLIERI ,invece,corrono, con le piume al vento….

  52. Caro Laurent,non c’è più speranza. I vari, soliti nostalgici del tristo trinomio
    “Dio, patria, famiglia” si rifanno vivi ormai troppo spesso.Sembra che non vivano la squallida realtà dell’Italia di oggi. Ormai parlano solo con argomenti del passato ignorando le malefatte di ogni giorno. Potremmo dare in pasto ail lettori l’ultimo articolo del “Financial Time” ma dubito della loro conoscenza dell’inglese. Ne scoprirebbero delle belle. Il nostro Peppino se la prende poi solo con il caro Ridda senza rispondere a me che ero stato più drastico. Non riesce a capire che i suggerimenti che gli diamo sono ad uso di una maggior crescita di Procidamix. Ma evidentemente sono parole al vento che lasciano una grossa delusione. Quando cominciai a collaborare a questo blog ci avevo creduto ma ora mi cascano le braccia. So che Peppino ha tanto da fare però è comunque informato sull’ultima notizia riguardante Zucconi che ha sospeso il suo blog. Quindi qualcosa legge anche lui.E ora, come il Cavaliere, si erge a censore dei commenti. Peppino, ma che ti è preso?Non ti riconosco più. Comunque caro Laurent viva le nostre piccole discussioni che abbiamo ogni tanto in banca e che non mancheranno mai. Non te la prendere. Non ti meritano. Un abbraccio. Giovanni

  53. peppino@
    se io fossi un censore, cosa che non ho mai fattoi né mai farò in vita mia, taglierei quel lugubre AAAAAAAAAAAAA che è un’offesa per tutti noi lettori di Procidamix.

  54. Grande Giovanni, come al solito grande commento il tuo, capisco ed accetto che pc bastoni direttamente me, penso cmq che tu rappresenti l’obbiettivo focale …di riflesso. Certamente le nuove discipline e regole imposte ad internet stanno già facendo sentire i dovuti effetti, non a caso l’argomento è “Attacco alla libertà di internet” quindi caro Giovanni credo sia bene che anche noi facciamo finta di accettare certi moniti ed evitare di sfiorare anche dubbi o sospetti così non rischiamo di essere censurati.
    Penso che tutto sommato Davide fa bene vivere accompagnato da sogni anacronistici come, amor patrio, ferreo rispetto per le regole e quantaltro, sogni che certamente l’aiuteranno a non vedere e considerare il diffuso ed imperante servilismo, come vuole il papà di tutte le situazioni.
    Certamente molto più agevolato è the winner poiché già vive intensamente l’attuale realtà infatti da buon … “servitore” … della patria, come si deduce dai suoi nostalgici sogni di gioventù, è semplicemente passato a … “seguire, acclamare e magnificare” … il nuovo onnipotente 😀 –

  55. Scusate correggo la frase che segue … di riflesso … in: Certamente le nuove discipline è regole che verranno imposte ad internet stanno già facendo sentire una certa influenza ecc. ecc.

  56. x i sigg. polemici

    se questo blog è lugubre, provinciale, di basso profilo, cambiate canale.
    sono circa 3 settimane che non si discute di nulla anche grazie alle vs sterili polemiche. il blog è del sig capobianchi. voi siete ospiti. se l’ospitalità non è gradita, fatevi ospitare altrove. grazie

  57. …oppure create un blog da soli e scriveteci quel che vi pare, a casa vostra sarete i padroni. a casa altrui non si offende il padrone di casa, suggerendogli di cambiare il divano o il colore alle tende.
    se siete capaci di fare meglio, fatelo con le vostre mani.
    di nuovo, grazie

  58. quoto in toto rafiluccio (anche perchè sa di che parla)
    sono agli sgoccioli della pazienza e anche del tempo per leggere tutti questi post (evidentemente sono costretto a farlo perchè ci metto la faccia anche per le “uscite” di beaumont)che quasi niente hanno a che vedere col tema dell’articolo principale. Per quel che riguarda i sospetti sulla mia persona e sul mio impegno politico, non è la prima volta che vengo attaccato . Qualcuno in passato mi ha chiamato anche collaborazionista.
    Il mio testimone è il mio blog dove scrivo sempre a chiare lettere quello che penso e dove DA SEMPRE manifesto il mio dissenso senza mezzi termini.
    Per chi vuole e sa leggere evidentemente 😉

  59. Grande Rafiluccio

    con poche parole hai”pennellato” la situazione:chi vuo0l commentare i testi che mette pc 1951 che sono ,per me, tutti molto interessanti,commenti,altrimenti non faccia polemica.

    Rafiluccio

    sei stato veramente bravo,ci voleva il tuo post a “mettere una parola FINE su questi attacchi a pc, che non li merita assolutamente.

    Questo” catastrofismo”,di Beaumont e altri che L’Italia è sull’orlo del baratro, che la libertà sta venendo a mancare,che la democrazia è in pericolo, “sono tutte fesserie”

    Si vuol inculcare “la paura” la dove “paura” non c’è,si vuol inoculare il veleno dell’antitalinialità,del pessimismo cosmico,PER FORTUNA i veri italiani non si fanno “infinocchiare” da questi “poveri pseudocomunisti”,
    che predicano l’antiberlusconismo solo per calcoli politici.

    Il vero italiano è quello che quando legge o si sbraita sui giornali, su internet che la libertà su internet sta cessando, non si ferma a questo tipo di accusa, ma va a “LEGGERE LA LEGGE” sui media e vede che non è come dicono i comunisti,che tutti possono interagire su internet

    come e piu di prima,solo che non si puo “inneggiare alla violenza,al nazismo,insomma fare dichiarazioni scritte” di palese APOLOGIA DI REATO” accertate da un magistrato,cosa che prima gia c’era nel Codice penale, ora vale “anche per i media,come internet”.

    Questo è tutto ,signori miei,”nessun catastrofismo” “nessun allarmismo”,
    quindi pc.1951 ha scelto la via giusta. Bravo

  60. @winner,
    mi dispiace ma hai capito male! Io ho messo l’articolo “attacco alla libertà” e lo condivido in pieno! E’ veramente pericoloso questo disegno di legge perchè è troppo discrezionale e lascia ampi margini a chi vuol tappare la bocca alle voci fuori dal coro. La polemica è nata a proposito della posizione che avvenire e famiglia cristiana hanno preso rispetto a berlusconi. Sia chiaro, io sono molto contento che anche la chiesa si schieri contro berlusca, il problema è che la notizia non mi è arrivata per cui semplicemente non la sapevo. Da qui a dire che taccio di proposito ce ne passa! Comunque checchè ne possa dire qualcuno io sono e rimango un democratico e come tale aborrisco ogni disegno contro la libertà di espressione.

  61. Caro Franco e caro Laurent, i vari soloni senza identità digeriscono male, a quanto sembra, i nostri interventi, con invito più o meno diretto a levarsi di mezzo. Accetto con gioia questa richiesta augurando a LORSIGNORI di proseguire nella loro strada perché ne riceveranno sicuramente molte soddisfazioni. Pax et bonum! Giovanni Barblan

  62. pc.1951

    ma che vuol dire,quando dici che “questo disegno di legge è discrezionale e che lascia ampi margini a chi vuol tappare la bocca alle voci fuori dal coro”
    Ma “queste voci”, chi sono?sono persone speciali,sono fuori dalla legge,hanno una legge propria,hanno la giustizia “franca”?.

    Perchè bisogna permettere,in base a quale cervellotico principio,non devono rispondere delle loro azioni?
    Allora bisogna aspettarsi che facciano di tutto?,dall’istigazione o apologia a delinqere o

    commettere qualsiasi tipo di reato(delitti e contravvenzioni) senza che niuno apri bocca:ci si puo permettere di “diffamare e ingiurare” impunemente: Peppino,scusami se te lo dico, ma questa è “barbarie”” è il crollo della giustizia”, e dove non c’è giustizia non c’è democrazia

    Tu pensi veramente che “diffamare” e “ingiuriare” impunemente il Premier, come fa Grillo e Di Pietro con tutte quelle offese alla dignità e al decoro,sia “una cosa bella e istruttiva”:io la trovo “disgustosa”.

    OT : Ma F. Cerase che nel suo primo post si lamentava che nessuno scriveva, ora che ci sono 75 post lui che fà?,si da alla “macchia”: ha fatto come dice Totò:Armiamoci e partite!

  63. Ma no maestro cosa fanno senza di noi.Era diventata na noia e poi peppino li pubblica i tuoi post e li condivide pure solo che forse ne riceve molti e non riesce a stare dietro a tutti i post che riceve.
    Dove lo troviamo un altro winner che reclama giustizia per bellusconi
    che come prima cosa si è fatto approvare l’immunita dai suoi compagni
    di merenda.Pensa che è piu mattacchione di me al punto da non sapere
    che i LEGIONARI sono sbarcati ad anzio con i mericani per liberare il
    il suo paese dai suoi alleati tedeschi.Dove stavano i bersaglieri ****** mentre gli UOMINI DELLA 13SIMA
    BRIGADA LEGIONE STRANIERA stava sotto il fuoco tedesco per liberare i taliani.Non ricorda nemmeno che quando ci fu’ l’ultima alluvione in piemonte fu un BATTAGLIONE DEI GENIERI DELLA LEGIONE STRANIERA che stava facendo esercitazioni ai confini della FRANCIA a correre in aiuto dei valdostani,ad aiutarli a spalare la melma dalle loro case,mentri gli taliani li avevano abbandonati.Dai dove lo troviamo un
    tipo simile tre quarti emilio fede un quarto confalonieri.Non sa nemmeno e dal filmato si vede bene che I
    LEGIONARI non marciano ma hanno un andatura particolare che ti spie
    gero’un altra volta altrimenti mi prolungo e continuo ad uscire fuori argomento.Comunque Maestro non di preoccupare che a bellusconi gli
    faremo un mazzo tanto LEGALMENTE e lo rimanderemo a cantare sul
    le carrette del mare con confalonieri che lo accompagna al piano.
    Viva Robespierre viva la Rivoluzione
    con affetto
    laurent

  64. Devi crescere un pò anche tu Beaumont, in pochi giorni ti sei beccato altri di questi simboli *****

  65. Dipende pure da parte di chi mi vengono le critiche se vengono da un napula na allora……..
    Laurent Beaumont

  66. Caro Giovanni e Laurent forse sarebbe il caso di dire continuiamo a scherzarci sopra poiché ormai è chiaro che il comprendere certi VALORI non è alla portata di tutti.
    Personalmente non accetto atteggiamenti infusi di monito e insegnamento soprattutto quando vengono dettati da un chicchessia per giunta anonimo. Per quel che mi riguarda quando vado a casa altrui non pretendo la poltrona o la sedia più comoda, ma neanche mi lascio imporre di mangiare un piatto che non gradisco solo per fare piacere al padrone di casa, certamente non vado a ficcanasare se il divano è bello e o brutto ma se mi si chiede un parere in merito certamente dico quello che penso con la dovuta educazione, in altre parole il servilismo non mi appartiene e mi meraviglio che certi commenti vengano anche quotati in toto.
    Non capisco perché Rafiluccio pur sostenendo ed incitando a parlare di cose locali, non posta argomenti del genere, mi sbaglierò ma pare che finora non abbia mai aperto di sua iniziativa una qualche discussione di rilievo in tal senso, però pretende che siano altri a farlo.
    Aprire un blog ed imporre a tutti il proprio modo di pensare mi sa tanto, caro Rafiluccio come aprire una gabbia e richiuderla subito dopo che quattro matti sono entrati. Vedi caro Rafiluccio anche se sei stato quotato in toto mi vien da spiegarti che un blog è sì come una casa privata, ma al tempo stesso è la casa di tutti, anche degli anonimi come te, come the winner ed anche degli apolidi, sicuramente bisogna sempre essere educati ed usare le buone maniere, cose che tra l’altro stanno sempre alla base di ogni rapporto umano. Se poi l’usare frasi limitatamente a doppio senso per giunta chiaramente scherzose vengono considerate inopportune ed offensive allora mi sa tanto che si pecca di ombrosità per non dire permalosità ed allora caro Rafiluccio bisogna dire che è tutt’altra storia e altra discussione-

  67. Caro Franco, tu sei un Giusto come gli ebrei chiamano coloro che li hanno difesi nel corso della loro triste storia. E’ un appellativo che ti spetta con tutto l’affetto e la stima che ho per te. Riesci, cosa che io non riesco a fare, a polemizzare con eleganza e rispetto. Io sono molto più drastico e forse con meno rispetto per l’interlocutore, ma è il mio carattere quando mi trovo davanti l’ignoranza più assoluta .. Non ammetto la NON conoscenza quando poi viene usata per rispondere. Qui ci troviamo in un pantano di notiziole ridicole e senza senso che il buon PC ci propaga senza troppo pensarci. I veri problemi vengono sistematicamene ignorati Non c’è più una dialettica che potrebbe essere positiva. Ho chiesto mille volte a PC che cosa gli è successo ma non mi risponde.PC fa il Ponzio Pilato con la cacarella sotto il culo e dovrebbe spiegarmi perché. Insomma abbiamo, almeno noi tre, seguito e commentato sempre in questi anni Procidamix, o no? Per lui dovrebbe essere un valore positivo ma evidentemente ci dimentica
    senza considerare per niente il nostro valido apporto a un blog che sarebbe morto di inedia se non ci fossimo stati noi. Non è che lo dico per vanagloria ma per ricordargli quante volte in tempo migliore abbiamo sostenuto il suo blog destinato ormai ai lettori di Grand Hotel e Novella 200. Purtroppo a Procida non ci sono alternative ma invito Franco e Laurent a riunirci insieme per creare qualcosa di nuovo non succube di atti censori come PC ha in mente. Ho approfittato dello spazio finora concesso dal cavalierr PC per rispondere e proporre, ma dovremmo creare un nostro spazio veramente liberale e lontano da paure o altro. Ciao. Giovanni

  68. Volevo ricordare a chi risponde secondo le sue capacità e le sue conoscenze (?)che questo argomento ha avuto ben 82 commenti anche se non nel tema come ci ha ricordato il benemerito del blog. A cosa è dovuto? Forse all’opposizione? Forse alle incazzature contro le cazzate propinateci? Sarei curioso di saperlo

  69. Quoto Rafiluccio

    in toto

    che dall’alto della sua “saggezza” ci invita a commentare gli importantissimi testi che ci propone pc.1951:è così semplice: commentare, non recriminare!

  70. Ciao primomaggio, bentornato, come stai ❓
    Per favore parla un pò di più, capisco che come sempre stai dalla parte di noi giusti, ma sarebbe bene farlo capire anche ai duri di comprendonio, come the winner & co.

  71. No caro PC, non siamo bambini e se ce n’è uno sei te. Sembri veramente un bambino che chiede aiuto alla mamma perché i compagni cattivi gli fanno paura. Sei di un permaloso unico che non sa rispondere se non con frasi criptiche, come ho già detto, senza senso. Ma vedo che sei in buona compagnia .Hai fatto una buona scelta perché in un mondo di ciechi beati gli orbi! Sei diventato di un qualunquismo unico che si erge a censore di chi controbatte con intelligenza e cognizione di causa. Ma preferisci i vari Winner e compagnia bella. Bei progressi! Mi congratulo con te! A questo punto ne va di mezzo anche l’amicizia perché non mi sento di dialogare più con chi non accetta la logica democratica della dialettica. Contento te…Parli di presunte offese, atti censori, e la tua uscita con “sembra di avere a che fare con i bambini” che cos’è se non un’offesa alla nostra intelligenza e al nostro modo di reagire di fronte alle cazzate che leggiamo e che un responsabile dovrebbe togliere per offesa al buon senso? Che delusione anche per le non risposte alle mie domande(ormai tante).

  72. Il corraggio forte della denuncia, di un profeta del nostro tempo
    Lina

    Questa lettera, scritta da don Paolo Farinella, prete e biblista della diocesi di Genova al suo vescovo e cardinale Angelo Bagnasco, è stata inviata qualche settimana fa e circola da giorni su internet. Riguarda la vicenda Berlusconi, vista con gli occhi di un sacerdote. Alla luce degli ultimi fatti e della presa di posizione di Famiglia Cristiana che ha chiesto alla Chiesa di parlare, i suoi contenuti diventano attualissimi.

    Egregio sig. Cardinale,

    viviamo nella stessa città e apparteniamo alla stessa Chiesa: lei vescovo, io prete. Lei è anche capo dei vescovi italiani, dividendosi al 50% tra Genova e Roma. A Genova si dice che lei è poco presente alla vita della diocesi e probabilmente a Roma diranno lo stesso in senso inverso. E’ il destino dei commessi viaggiatori e dei cardinali a percentuale. Con questo documento pubblico, mi rivolgo al 50% del cardinale che fa il Presidente della Cei, ma anche al 50% del cardinale che fa il vescovo di Genova perché le scelte del primo interessano per caduta diretta il popolo della sua città.

    Ho letto la sua prolusione alla 59a assemblea generale della Cei (24-29 maggio 2009) e anche la sua conferenza stampa del 29 maggio 2009. Mi ha colpito la delicatezza, quasi il fastidio con cui ha trattato – o meglio non ha trattato – la questione morale (o immorale?) che investe il nostro Paese a causa dei comportamenti del presidente del consiglio, ormai dimostrati in modo inequivocabile: frequentazione abituale di minorenni, spergiuro sui figli, uso della falsità come strumento di governo, pianificazione della bugia sui mass media sotto controllo, calunnia come lotta politica.

    Lei e il segretario della Cei avete stemperato le parole fino a diluirle in brodino bevibile anche dalle novizie di un convento. Eppure le accuse sono gravi e le fonti certe: la moglie accusa pubblicamente il marito presidente del consiglio di “frequentare minorenni”, dichiara che deve essere trattato “come un malato”, lo descrive come il “drago al quale vanno offerte vergini in sacrificio”. Le interviste pubblicate da un solo (sic!) quotidiano italiano nel deserto dell’omertà di tutti gli altri e da quasi tutta la stampa estera, hanno confermato, oltre ogni dubbio, che il presidente del consiglio ha mentito spudoratamente alla Nazione e continua a mentire sui suoi processi giudiziari, sull’inazione del suo governo. Una sentenza di tribunale di 1° grado ha certificato che egli è corruttore di testimoni chiamati in giudizio e usa la bugia come strumento ordinario di vita e di governo. Eppure si fa vanto della morale cattolica: Dio, Patria, Famiglia. In una tv compiacente ha trasformato in suo privato in un affaire pubblico per utilizzarlo a scopi elettorali, senza alcun ritegno etico e istituzionale.
    Lei, sig. Cardinale, presenta il magistero dei vescovi (e del papa) come garante della Morale, centrata sulla persona e sui valori della famiglia, eppure né lei né i vescovi avete detto una parola inequivocabile su un uomo, capo del governo, che ha portato il nostro popolo al livello più basso del degrado morale, valorizzando gli istinti di seduzione, di forza/furbizia e di egoismo individuale. I vescovi assistono allo sfacelo morale del Paese ciechi e muti, afoni, sepolti in una cortina di incenso che impedisce loro di vedere la “verità” che è la nuda “realtà”. Il vostro atteggiamento è recidivo perché avete usato lo stesso innocuo linguaggio con i respingimenti degli immigrati in violazione di tutti i dettami del diritto e dell’Etica e della Dottrina sociale della Chiesa cattolica, con cui il governo è solito fare i gargarismi a vostro compiacimento e per vostra presa in giro. Avete fatto il diavolo a quattro contro le convivenze (Dico) e le tutele annesse, avete fatto fallire un referendum in nome dei supremi “principi non negoziabili” e ora non avete altro da dire se non che le vostre paroline sono “per tutti”, cioè per nessuno.

    Il popolo credente e diversamente credente si divide in due categorie: i disorientati e i rassegnati. I primi non capiscono perché non avete lesinato bacchettate all’integerrimo e cattolico praticante, Prof. Romano Prodi, mentre assolvete ogni immoralità di Berlusconi.
    Non date forse un’assoluzione previa, quando vi sforzate di precisare che in campo etico voi “parlate per tutti”? Questa espressione vuota vi permette di non nominare individualmente alcuno e di salvare la capra della morale generica (cioè l’immoralità) e i cavoli degli interessi cospicui in cui siete coinvolti: nella stessa intervista lei ha avanzato la richiesta di maggiori finanziamenti per le scuole private, ponendo da sé in relazione i due fatti. E’ forse un avvertimento che se non arrivano i finanziamenti, voi siete già pronti a scaricare il governo e l’attuale maggioranza che sta in piedi in forza del voto dei cattolici atei? Molti cominciano a lasciare la Chiesa e a devolvere l’8xmille ad altre confessioni religiose: lei sicuramente sa che le offerte alla Chiesa cattolica continuano a diminuire; deve, però, sapere che è una conseguenza diretta dell’inesistente magistero della Cei che ha mutato la profezia in diplomazia e la verità in servilismo.

    I cattolici rassegnati stanno ancora peggio perché concludono che se i vescovi non condannano Berlusconi e il berlusconismo, significa che non è grave e passano sopra a stili di vita sessuale con harem incorporato, metodo di governo fondato sulla falsità, sulla bugia e sull’odio dell’avversario pur di vincere a tutti i costi. I cattolici lo votano e le donne cattoliche stravedono per un modello di corruttela, le cui tv e giornali senza scrupoli deformano moralmente il nostro popolo con “modelli televisivi” ignobili, rissosi e immorali.

    Agli occhi della nostra gente voi, vescovi taciturni, siete corresponsabili e complici, sia che tacciate sia che, ancora più grave, tentiate di sminuire la portata delle responsabilità personali. Il popolo ha codificato questo reato con il detto: è tanto ladro chi ruba quanto chi para il sacco. Perché parate il sacco a Berlusconi e alla sua sconcia maggioranza? Perché non alzate la voce per dire che il nostro popolo è un popolo drogato dalla tv, al 50% di proprietà personale e per l’altro 50% sotto l’influenza diretta del presidente del consiglio? Perché non dite una parola sul conflitto d’interessi che sta schiacciando la legalità e i fondamentali etici del nostro Paese? Perché continuate a fornicare con un uomo immorale che predica i valori cattolici della famiglia e poi divorzia, si risposa, divorzia ancora e si circonda di minorenni per sollazzare la sua senile svirilità? Perché non dite che con uomini simili non avete nulla da spartire come credenti, come pastori e come garanti della morale cattolica? Perché non lo avete sconfessato quando ha respinto gli immigrati, consegnandoli a morte certa?

    Non è lo stesso uomo che ha fatto un decreto per salvare ad ogni costo la vita vegetale di Eluana Englaro? Non siete voi gli stessi che difendete la vita “dal suo sorgere fino al suo concludersi naturale”? La vita dei neri vale meno di quella di una bianca? Fino a questo punto siete stati contaminati dall’eresia della Lega e del berlusconismo? Perché non dite che i cattolici che lo sostengono in qualsiasi modo, sono corresponsabili e complici dei suoi delitti che anche l’etica naturale condanna? Come sono lontani i tempi di Sant’Ambrogio che nel 390 impedì a Teodosio di entrare nel duomo di Milano perché “anche l’imperatore é nella Chiesa, non al disopra della Chiesa”. Voi onorate un vitello d’oro.

    Io e, mi creda, molti altri credenti pensiamo che lei e i vescovi avete perduto la vostra autorità e avete rinnegato il vostro magistero perché agite per interesse e non per verità. Per opportunismo, non per vangelo. Un governo dissipatore e una maggioranza, schiavi di un padrone che dispone di ingenti capitali provenienti da “mammona iniquitatis”, si è reso disposto a saldarvi qualsiasi richiesta economica in base al principio che ogni uomo e istituzione hanno il loro prezzo. La promessa prevede il vostro silenzio che – è il caso di dirlo – è un silenzio d’oro? Quando il vostro silenzio non regge l’evidenza dell’ignominia dei fatti, voi, da esperti, pesate le parole e parlate a suocera perché nuora intenda, ma senza disturbarla troppo: “troncare, sopire … sopire, troncare”.

    Sig. Cardinale, ricorda il conte zio dei Promessi Sposi? “Veda vostra paternità; son cose, come io le dicevo, da finirsi tra di noi, da seppellirsi qui, cose che a rimestarle troppo … si fa peggio. Lei sa cosa segue: quest’urti, queste picche, principiano talvolta da una bagattella, e vanno avanti, vanno avanti… A voler trovarne il fondo, o non se ne viene a capo, o vengon fuori cent’altri imbrogli. Sopire, troncare, padre molto reverendo: troncare, sopire” (A. Manzoni, Promessi Sposi, cap. IX). Dobbiamo pensare che le accuse di pedofilia al presidente del consiglio e le bugie provate al Paese siano una “bagatella” per il cui perdono bastano “cinque Pater, Ave e Gloria”? La situazione è stata descritta in modo feroce e offensivo per voi dall’ex presidente della Repubblica, Francesco Cossiga, che voi non avete smentito: “Alla Chiesa molto importa dei comportamenti privati. Ma tra un devoto monogamo [leggi: Prodi] che contesta certe sue direttive e uno sciupa femmine che invece dà una mano concreta, la Chiesa dice bravo allo sciupa femmine. Ecclesia casta et meretrix” (La Stampa, 8-5-2009).
    Mi permetta di richiamare alla sua memoria, un passo di un Padre della Chiesa, l’integerrimo sant’Ilario di Poitier, che già nel sec. IV metteva in guardia dalle lusinghe e dai regali dell’imperatore Costanzo, il Berlusconi cesarista di turno: “Noi non abbiamo più un imperatore anticristiano che ci perseguita, ma dobbiamo lottare contro un persecutore ancora più insidioso, un nemico che lusinga; non ci flagella la schiena ma ci accarezza il ventre; non ci confisca i beni (dandoci così la vita), ma ci arricchisce per darci la morte; non ci spinge verso la libertà mettendoci in carcere, ma verso la schiavitù invitandoci e onorandoci nel palazzo; non ci colpisce il corpo, ma prende possesso del cuore; non ci taglia la testa con la spada, ma ci uccide l’anima con il denaro” (Ilario di Poitiers, Contro l’imperatore Costanzo 5).

    Egregio sig. Cardinale, in nome di quel Dio che lei dice di rappresentare, ci dia un saggio di profezia, un sussurro di vangelo, un lampo estivo di coerenza di fede e di credibilità. Se non può farlo il 50% di pertinenza del presidente della Cei “per interessi superiori”, lo faccia almeno il 50% di competenza del vescovo di una città dove tanta, tantissima gente si sta allontanando dalla vita della Chiesa a motivo della morale elastica dei vescovi italiani, basata sul principio di opportunismo che è la negazione della verità e del tessuto connettivo della convivenza civile.

    Lei ha parlato di “emergenza educativa” che è anche il tema proposto per il prossimo decennio e si è lamentato dei “modelli negativi della tv”. Suppongo che lei sappia che le tv non nascono sotto l’arco di Tito, ma hanno un proprietario che è capo del governo e nella duplice veste condiziona programmi, pubblicità, economia, modelli e stili di vita, etica e comportamenti dei giovani ai quali non sa offrire altro che la prospettiva del “velinismo” o in subordine di parlamentare alle dirette dipendenze del capo che elargisce posti al parlamento come premi di fedeltà a chi si dimostra più servizievole, specialmente se donne. Dicono le cronache che il sultano abbia gongolato di fronte alla sua reazione perché temeva peggio e, se lo dice lui che è un esperto, possiamo credergli. Ora con la benedizione del vostro solletico, può continuare nella sua lasciva intraprendenza e nella tratta delle minorenni da immolare sull’altare del tempio del suo narcisismo paranoico, a beneficio del paese di Berlusconistan, come la stampa inglese ha definito l’Italia.

    Egregio sig. Cardinale, possiamo sperare ancora che i vescovi esercitino il servizio della loro autorità con autorevolezza, senza alchimie a copertura dei ricchi potenti e a danno della limpidezza delle verità come insegna Giovanni Battista che all’Erode di turno grida senza paura per la sua stessa vita: “Non licet”? Al Precursore la sua parola di condanna costò la vita, mentre a voi il vostro “tacere” porta fortuna.
    In attesa di un suo riscontro porgo distinti saluti.
    Genova 31 maggio 2009 Paolo Farinella, prete

  73. la tua risposta la dice lunga sulla cecità dei sostenitori del cavaliere. Non so se eri dllo stesso avviso quando la chiesa prendeva posizione contro i DICO o altre azioni del governo Prodi 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...