La crisi? non esiste!!!

(Da Zucconi via Barblan)
La nonna di mia moglie, adorabile milanesona dal sensazionale nome di Zorilla (sic), aveva una diagnosi infallibile per ogni tipo di malessere, acuto o cronico: “l’è tuta ‘na reasiùn nervùsa”, diceva, è soltanto una reazione nervosa e noi la prendevamo in giro senza sapere che decenni più tardi la sua sarebbe diventata la dottrina ufficiale del governo italiano che attriibuisce la crisi economica a “una questione psicologica” e dunque basterebbe un clistere di camomilla Bonomelli perchè l’Italia tornasse a prosperare. continua la lettura…

Un pensiero su “La crisi? non esiste!!!

  1. Il messaggio

    che ci vuol far passare Zucconi con il suo scritto,da una bene persona schierata a sinistra,antiberlusconiano “a prescindere”, è molto semplice:la crisi che attraversa L’Italia e tutto il mondo, viene sottovalutata dal governo Berlusconi,che invece vuole minimizzarla e invita gli italiani a restare calmi,come dopo un cammomilla Bonomelli.

    Quello che mi da fastidio di Zucconi ,che reputo pure un gran giornalista,è il suo modo capzioso di approciare il problema,non approfondendolo a 360°,cercando di capirne i veri significati di questa crisi,che parte dall’altra parte dell’oceano e investe tutto il mondo; a lui non interessa questo,lui vuole solo ridicolizzare e colpevolizzare una sola persona,berlusconi,e lo fa sistematicamente ,ad ogni suo commento,a lui interessa solo “DEMONIZZARE” Berlusconi.Non lo fa per hobby personale o tanto per mettere alla berlina qualcuno,ma lo fa principalmente perchè fa parte integrante di uno schieramento di politici(di centro sinistra) e dei giornali a questi partiti collegati.Lui non è uno gornalista qualunque che parla obbiettivamente dei problemi, ma “DEVE”, perchè imposto dalle lobby sia politiche che economiche, sparare solo “cazzate” e infamie che devono avere il solo scopo di dare una informazione la piu dispregiativa e diffamante dell’attuale governo:non penso che ci riesca in ciò perchè la gente non è stupida,legge tutte le opinioni e sa discernere tra chi fa il mestatore e chi ivece fa il suo mestiere obbiettivamente e sinceramente.
    Cio premesso,passiamo ad analizzare questo particolare momento di crisi che come tempesta sta scppiando in tutto il mondo.Per prima cosa,si deve dire che questa crisi globale,ha scosso alle fondamenta tutti i stati,specialmente gli USA,e proviene e ha origine nel sistema bancario,che come tutti sanno è il motore dell’economia reale. con il collasso delle banche,specialmente le piu grandi,per svariati motivi,che non sto qui ad elencare(magari ne posso parlare in un altro post),il sistema delle imprese ha barcollato,fin quasi a crollare,perchè è venuto a mancare l’ossigeno dalle banche stesse,riducendosi o addirittura venendo a mancare il sostegno delle banche.In USA il governo centrale ha cercato di tamponare l’improvvisa mancanza di liquidita delle banche, con fortissime iniezioni di denaro,anzi,addirittura si è nazionalizzato in parte banche grandissime come la Merylin lyich,la Goldman sachs,questo per ammortizzare le forti perdite.In Italia non c’è stato un tracollo come negli USA,ma lo stesso il Governo centrale ha intrapeso misure al sistema bancari,specialmente con le emissioni dei Tremonti-bond, a cui stanno attingendo parecchie banche,fra cui, la piu importante è L’Unicredit
    In tal modo molte aziende potranno attingere a questo credito dei tremonti-bond,e ,si spera che si crei una tendenza piu agibile al credito bancario:Logicamente il problema non finisce qui,perchè,specialmente nel nord italia,si subiranno gli effetti piu negativi,in quanto piu industrializzato rispetto al resto del paese.La crisi non è solo italiana,come dice zucconi,essa ha origine globali:in special modo si subira’ le economie ,,le importazioni di paesi orientali ,come la Cina,la Corea,dove l’incremento economico è dovuto specialmente da un bassissimo costo di manodopera,che sta mettendo in crisi il nostro sistema economico che si basa specialmente su di un prodotto migliore,pero con un prezzo del prodotto molto piu elevato.Quindi ilGoverno centrale auspica l’intervento dell’UE per regolamentare questo distorto sistema di import-export con i paesi del cosidetto altro mondo,attraverso regole ferre sull’importazionie attuando una vera politica di dazi e imposte sui prodotti cinesi,che non possono invadere ,cosi,impunemente,l’economia:quindi il ministro Tremonti auspica che l’Europa prenda posizione,e attui una vigorosa “politica PROTEZIONISTA”.Poi non ci dobbiamo dimenticare mai ,come invece fa zucconi,che noi siamo il paese ,il terzo, piu “indebitato” al mondo,e quindi non si possono intraprendere politiche piu prevalentemente espansioniste,altrimenti il nostro deficit aumenterebbe a dismisura,e noi non ce lo possiamo permettere ,perchè ,purtroppo,siamo vincolati al trattato di MASTRICHT,e non possiamo superare la soglia di indebitamento impostaci dall’UE.Ma questo ,non importa all’amico Zucconi,a lui interessa solo sputare veleno,per fortuna che gli italiani sono molto piu intelligenti di quello lui

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...