Sono pazzi questi inglesi

da g.barblan un “divertente” articolo di travaglio
Ricordate l’arresto della signora Mastella a Santa Maria Capua Vetere? E quelli di mezza Udeur campana? E l’avviso di garanzia a Clemente, all’epoca ministro della Giustizia? Era il 16 gennaio 2008. Il presunto Guardasigilli si dimise insultando i magistrati in pieno Parlamento («fanno politica, attaccano la democrazia, è emergenza democratica, giustizia a orologeria») e pretese la pubblica solidarietà della Casta. Fu una standing ovation, una ola da destra a sinistra (salvo Di Pietro, il Pdci e pochi intimi). Lo Statista ceppalonico pontificò per giorni da una tv all’altra, soprattutto a Porca a Porca, insultando il procuratore Maffei («macchietta», «magistrato estremista», «il Csm si occupi di lui») e denunciando i complotti della quadrimurti «De Magistris-Woodcock-Maffei-Annozero». Poi rovesciò il governo Prodi, che non c’entrava nulla. La mejo stampa di regime uscì con titoli tutti uguali, «Così fan tutti», per giustificare i reati dei Mastella’s. Pigi Battista, in tv e sul Corriere, domandò che fine avesse fatto quell’inchiesta che aveva «rovesciato un governo». Ora la Procura di Napoli l’ha accontentato: ha chiesto il rinvio a giudizio di Mastella e famiglia per una serie di concussioni. Sul Corriere, dieci righe a pagina 20. L’imputato Clemente sta per fare l’ingresso trionfale al Parlamento europeo, nel Pdl. Lì gli racconteranno dello sfortunato viceministro della Giustizia inglese, Shalid Malik, cacciato dal governo Brown per una storia di rimborsi usati per comprare una sedia-massaggio e un videoproiettore. Andandosene, ha ammesso: «Ho sbagliato».  Sì: sbagliato paese.

25 pensieri su “Sono pazzi questi inglesi

  1. ART. 27

    della COSTITUZIONE ITALIANA

    “Nessun imputato puo essere ritenuto colpevole, prima della sentenza definitiva”

    I “giustizialisti” forcaioli ,lo dovrebbero sapere!

  2. p.c.

    non è bello fare i “giustalisti” a senso unico.

    Se si sostiene che bisogna rispettare “la legalità”, l’ordine,la trasparenza, e la vogliamo solo quando si parla di “abbattimenti case” o di “pulizia vico P. Umberto,od altro ” A me non sta bene”

    Io ho citato un articolo della Costituzione,e ,di conseguenza, se p.c. 1951
    è per “la legge” deve accettare,come dice Barblan:senza giri di parole, anche questo dettame della legge.

    Altrimenti mi viene da dire veramente che p,c, 1952 è “un giustizialista ad personam” l

  3. La Cotituzione ritiene giustamente che ciascun individuo va considerato innocente fino alla condanna definitiva. A mio avviso va rispettato come persona anche dopo.
    Quello che la costituzione assolutamente non prevede è che questi signori debbano andare al perlamento, nazionale o europeo, o diventare primo ministro come sembra sia obbligatorio in Italia Il nostro paese stà diventando con questa gente ed in particolare con chi li vota e li difende un paese da burlette assolutamente inadeguato ai tempi ed alle concezioni di un appena decente paese democratico.
    Chi è semplicemente sospettato di un qualche reato, in particolare contro la pubblica amministrazione, dovrebbe evitare di candidarsi a qualsiasi organismo elettivo. I partiti dovrebbero evitare di candidarli ed in particolare gli elettori dovrebbero evitare assolutamente di votarli.Ma succede il contrario: avere delle accuse da parte della magistratura ( unico organismo che ha titoli e possibilità di giudizio ) sembra sia diventato un titolo di merito. Bah!!

  4. The Winner rispondi ora a Franco Cerase se ti riesce…
    Un tempo, quando esistevano i VALORI neanche si discuteva di queste cose, poiché quando un parlamentare veniva indagato era d’obbligo morale dare le dimissioni, questi sono i VALORI che tanti italiani reclamano, … trovo molto deludente mettere tutto sul piano di toghe politicizzate alla berlusca … 👿 –

  5. Mi dispiace Franco C.

    ma io a differenza tua e di p.c.1951 non sono un “giustizialista” ma sono “un garantista”.

    Bisogna rispettare la legge,che da “garanzia” a qualsiasi persona di non essere considerato colpevole,fino a sentenza definitiva.

    Poi per quanto riguarda “la moralità” nelle candidature alle elezioni, sono d’accordo con te,ma solo in parte.

    Tu scrivi:”basta solo il “SOSPETTO” di qualche reato,specialmente contro la p.amministrazione,che non ci si deve piu candidare,nè i partiti devono candidarlo.
    Ti dirò,francamente,che la tua idea di giustizia è molto lontana dalla mia.

    Essere semplicemente “sospettato” non è indice di colpevolezza.

    Se un pubblico ministero emette un “avviso di garanzia” non è propriamente una condanna definitiva.
    Se il G.I.P.,espletate le dovute indagini e la fase istruttoria,decide per” il rinvio a giudizio” dell’imputato,nemmeno possiamo dire che è colpevole,perchè ci sono i diversi gradi di giudizio fino alla Cassazione.

    Io metterei,per candidare o meno una persona ,che almeno ci fosse “IL RINVIO A GIUDIZIO” dell’imputato:fare,come dici tu, che ci sia il “semplice sospetto” mi sembra una posizione molto non garantista,ma molto “giacobina”: le forche,mettiamole pure,ma solo se si ha la certezza della responsabilità.

    Tu scrivi:

  6. @franco cerase
    Bravissimo!
    @ the W INNER
    Non ho più argomenti per risponderle!

  7. E’ molto facile

    fare i “paladini “della legalità, quando l’argomento trattato ci conviene;

    non è altrettanto facile ,invece,quando si parla di argomenti,come quelli che ho portato io del rispetto dell’art. 27 della Costituzione, che invece si preferisce snobbarli o ignorali.

    Alla faccia della coerenza…..

  8. Dalla risposta del post di F Ridda

    che sta sulle posizioni di Cerase,mi viene da dire una sola cosa:

    E’ proprio vero, allora,che gli Italiani bollano L’IDV come un partito “giustizialista e forcaiolo” ,e non “garantista”,ne hanno ben ragione!

  9. ma garanti di che? di chi corrompe e si fa le leggi per non andare in galera? ma ancora vuoi garantire? qua gli unici non garantiti sono gli stipendi a fine mese…

  10. … il nostro presidente del Consiglio è, per l’ennesima volta, un corruttore, per giunta impunito per legge. Ha comprato un testimone in cambio di una falsa testimonianza. Un reato commesso per occultarne altri, a loro volta commessi per nasconderne altri ancora. Ora che è di nuovo al governo, per garantirsi l’impunità non ha più bisogno di corrompere nessuno: gli basta violare la Costituzione con leggi come la Alfano, approvata e promulgata nell’indifferenza di chi avrebbe dovuto contrastarla e respingerla. La stessa indifferenza, salvo rare eccezioni, ieri ha accolto un verdetto che in qualunque altro paese avrebbe portato su due piedi all’impeachment. Lo stesso silenzio di Mills. Che però, almeno, si faceva pagare bene.
    http://www.voglioscendere.ilcannocchiale.it/

  11. RAFILUCCIO

    Tu ti poni una domanda:garanti di che? Io ti rispondo:

    La “garanzia” è l’osservanza dell’art.27 della Costituzione Italiana,che garantisce a ogni cittadino, e ,quindi, anche a te Rafiluccio,di non essere considerato “colpevole” sino alla sentenza definitiva.

    Questo articolo di legge permette a tutti, o, a te Rafiluccio, che se, Dio non voglia, hai una denuncia o una querela, che tu non ritieni di essere giusta, di difenderti ,fino all’estremo grado di giudizio.

    E fino all’ultimo ,nessuno, e,dico,nessuno, puo permettersi di accusarti “colpevole” e, quindi ,di infangarti o offenderti

  12. Sig.Barblan

    secondo me non ti sono tanto simpatico,mi snobbi,nelle risposte sei conciso,si vede che io non sono come il tuo amico Ridda,ma fa niente.

    “Tirrem innanz”come disse A. Sciesa

  13. caro the winner (perchè non ti firmi?), è chiaro che la costituzione non si tocca (anche se è carta straccia per il popolo della libertà condizionata) e che i principi in essa contemplata sono sacrosanti. ma qua si tratta di garantire una casta ipergarantita e autoreferenziata che passa la vita ad infischiarsene di noi e delle leggi che loro stessi promulgano e quando proprio non fanno in tempo a cancellarsi i reati, si creano immunità personali. se io oggi querelassi il presidente della repubblica, o della camera, o del senato, o del consiglio, non saremmo sullo stesso piano perchè immuni da qualsiasi rilievo. la costituzione questo non lo prevede da nessuna parte, io e il capo del governo, secondo la Carta, siamo sullo stesso piano. e ancora difendi questa specie di classe politica, addirittura ricorrendo alla costituzione che essi stessi calpestano? basta, ti prego!

  14. caro Rafiluccio

    ho scelto questo pseudonimo,cosi per caso,senza particolari ragioni,ma vedo che anche tu sei un “anonimo”,firmarsi “rafiluccio” o “the winner” è la stessa cosa, lo stesso non sei identificabile.. Ma vabbè…

    Venendo alle cose piu importanti,devo dirti che forse,o, quasi sicuramente ,mi hai “equivocato”, o non ci siamo capiti bene.

    Quello che io difendevo era un diritto(l’art.23 della Cost.) di tutti.

    Da questo a dire che io “difendo” questa classe politica è una falsità,perchè io sono”enormemente contrario al LODO ALFANO”, ti dirò ancor di piu, che dopo la sentenza di condanna a Mills,del TRB, di Milano,

    BERLUSCONI, anche se si è fatto fare il LODO per sfuggire alla pena,

    dovrebbe ,di fronte agli italiani tutti, “prendersi le sue responsabilità” e rinunciare al LODO(lo puo fare,lo prescrive il lodo stesso) e presentarsi ai giudici,e se giudicato colpevole “dimettersi” senza tentennamenti,anche se non c’è una sentenza definitiva.

    Un parlamentare,a mio giudizio, specialmente ,se fa parte de Governo,
    dovrebbe avere la “fedina penale pulita”: in presenza , non di un avviso di garanzia,ma “di una sentenza di primo grado” ha “l’obbligo morale di dimettersi” e farsi processare,per eliminare qualsiasi dubbio

    Purtroppo in Italia viviamo come in una monarchia, l’opposizione è inconsistente,la gente è stanca di subire solo,e non si ha la voglia e la forza

    a protestare “a gran voce”.

    Solo in Italia c’è questa immunità anche per il governo,e questo è scandaloso

    Ciao

  15. Meno male che su qualcosa The Geppinner è d’accordo con noi 😀 –

  16. pc 1951

    aspetto sempre una tua risposta al mio post del 18 maggio ore 7.32,o non hai argomenti. ciao

  17. @ winner
    cosa vuoi che ti risponda. Se tu pensi che nonostante tutto quello che si sa sul signore di ceppaloni, sul suo giornale a conduzione familiare ma pagato da noi, sul suo modo di gestire la cosa pubblica nel suo feudo e dove puo stendere i suoi tentacoli sei libero di farlo. Ho sempre pensato che il tuo sport preferito è nascondersi dietro al dito.
    Dopodichè se ti fa piacere pensare che sono giustizialista perchè vorrei cancellare questo tipo di signorotti dal panorama politico nazionale fai pure.
    p.c.
    ps. nota bene che ho parlato di cancellare ma NON intendo “fisicamente” è solo una metafora! (sai com’è con le persone capziose che ci sono in giro 😉 e sempre meglio puntualizzare)

  18. Và beh pc, cmq pare che certe tendenze allo stato latente ci sono e il tuo ps in certo qual modo lo conferma 😀 –

  19. Caro Pc e’ piu’ facile che cancellino la monnezza dal vicoletto davanti casa che non “questo tipo di signorotti dal panorama politico nazionale”, e ricordando da quanto tempo si combatte senza successo per la suddetta monnezza di vico Principe Umberto e’ chiaro che non abbiamo speranze.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...