Maschera antigas: passa la processione!

smichele

Ho saputo solo ieri della sfilata con San Michele e i motorini di Sabato 9 maggio e da subito mi è sembrata una boutade da ditemichenonèvero!
Non ho niente contro San Michele anzi i miei parenti paterni sono sempre stati grandi devoti del santo.
Non ho niente neanche contro le due ruote visto che sono motociclista da una vita.
E’ il connubio San Michele-motorini che mi lascia perplesso per i motivi pratici e per il messaggio che l’iniziativa inevitabilmente comporta.
I motivi pratici li può capire facilmente chi ha avuto la scfortuna di trovarsi in via Principe Umberto all’uscita del Nautico quando la stretta strada a causa dell’ assembramento di motocicli, sopratutto a 2 tempi ( di quelli che da anni dovrebbero essere secondo la CEE fuorilegge perchè inquinanti), diventa una vera e propria camera a gas. D’altronde è lecito pensare che saranno in molti ad approfittare della “processione” per fare una vera e propria sfilata da motoraduno! Non voglio pensare a cosa succederà , a livello di smog, nelle nostre strette strade!
Quello che però più mi colpisce sono le motivazioni e il messaggio che stanno dietro questa manifestazione. Voglio subito chiarire che sono assolutamente convinto della buona fede di chi l’ha pensata ma questa sfilata dà un messaggio negativo ai giovani perchè vengono da un lato abbinati ai motorini (moderni centauri meta uomini e meta mezzo che non possono seguire la processione senza il mezzo a cui sono indissolubilmente saldati) e dall’altra perchè si tenta di giustificare la manifestazione con un discorso ammicante in cui per parlare coi giovani (e nel caso specifico portarli o riportarli alla fede) bisogna pur fare qualche compromesso. In quanto non credente non sono titolato per parlare di fede ma se da un lato parliamo, come comunità, ad ogni piè sospinto dei problemi del traffico e della necessità di ridurlo fortemente e poi ci troviamo con l’autorità religiosa che promuove una manifestazione di moto, non dobbiamo meravigliarci se poi i nostri ragazzi non ci capiscano più un tubo!
Non sono assolutamente contro le processioni poichè penso che abbiano un grosso contenuto culturale e d etnologico e siano un bene della nostra comunità, ma queste manifestazioni “modernizzate” mi lasciano motlo perplesso. Mi meraviglio inoltre che le autorità civili abbiano dato il nulla osta per questa manifestazione e spero che si faccia di tutto se non per annullarla almeno per ridurre al minimo i possibili effetti negativi.
Sabato sera sapremo se i nostri capi civili e spirituali sono stati sapienti e se i miei timori erano infondati

Annunci

32 pensieri su “Maschera antigas: passa la processione!

  1. Eppure ricordavo la processione dell’Arcangelo come una delle poche rimaste ancora autentiche e con un buon senso del sacro…ma si sa, i tempi cambiano, le “teste” anche, e le influenze da carnevale e da sagra dilagano.

    Saluti e buona carrellata

  2. Proprio adesso vengo dal forum, anche lì si leggono aspre critiche in merito a questa nuova proposta di processione, qui addirittura è stata appiccicata al Santo una maschera antigas, più in là certamente vedremo S. Michele con un bel casco in testa. Onestamente trovo esagerate tutto questo, non credo che il Curato e le autorità civili non abbiano valutato certe situazioni, sono d’accordo che la cosa suona fortemente strana e non è chiaro neanche il senso di questa decisione, cmq direi di aspettare la riuscita della manifestazione insieme a qualche chiarimento del curato e poi semmai valutare se dare il via alle critiche 👿 –

  3. “Di questa costa …………
    ……….. nacque al mondo un sole
    come fa questo talvolta di Gange
    Però chi d’esto loco fa parole
    non dica Ascesi che direbbe corto
    ma Oriente se proprio dir vuole”

    Dante Alighieri_ Paradiso canto XI

    Il sole è San Francesco, e Dante dopa la sua nascita suggerisce di cambiare nome alla citta di Assisi
    Secondo il poeta dunque un evento può anche determinare una nuova denominazione di una località.
    Sarà il caso di adottare un provvedimento simile anche per Procida dopo questo evento?

  4. Siamo alle solite……ma i motorini ai nostri figli non li abbiamo comprati noi? suvvia amici, nemmeno nel Vangelo l’ingenuità è considerata una virtù, al bando gli ipocriti e viva S.Michele……..dorio

  5. Quello che ha detto Davide Z paragonando la processione di S.Michele con il carnevale mi sembra molto consona. D’altronde se non si ha la forza di coinvolgere i giovani in un certo discorso , necessariamente si cade nell’opposto del senzazionale con le conseguenze , penso che le Autorità civili non è che erano molto daccordo però bisogna stupire !!! ed allora si organizza di tutto ….meno male che c’è qualche sito che ancora accoglie le indiganzioni. saluti

  6. Purtroppo non ho avuto modo di andare a vedere di persona il rientro del Santo, cmq ho ascoltato il parere di qualche presente e pare che la trovata del curato sia stata ben accolta,… può darsi che anche S.Michele ha avuto modo di apprezzare le comodità che il progresso ci offre 😀 –

  7. Non c’è che dire

    ha molto ragione XAVIER:la sua analisi è giusta e razionale.

    Mi è sembrata una grandissima “carnevalata”,con tutti gli ingredienti di rito, il carro del vincitore, la gente festante ai bordi delle strade, il corteo
    scoppiettante dei motorini,applausi a go-go.

    Mi aspettavo una cosa piu sobria,aspettiamop ancora un po per capire meglio cosa é successo,per rifletterci un po su.

  8. Purtroppo alcuni pensano che con l’esca del ” sensazionale ” si possono prendere tanti ” pesci ” invece non è così , ed i giovani lo comprendono bene, sono gli adulti che si illudono con le loro fantasie …purtroppo non tutti sanno che cosa significa bellezza, sobrietà ….attendiamo tempi migliori che certamente verranno. mi è piaciuta la risposta di The winner,che ha centrato la manifestazione.

  9. Sobrietà?? ah ah ah
    Ne era rimasta un pò a terra murata ma anche lì è acqua passata.
    A proposito dello spirito sagraiolo e delle smanie di protagonismo dei procidani (di nuova generazione, si intende!)…qualcuno forse ha dimenticato questo articolo di Pina di Franco? http://www.ilgolfo.it/t/storehtm/htm20/27Sep0608f
    Ricordate gente, ci si vede alla prossimo tour

  10. Temo che quando si cerca di approcciare il mondo giovanile con espedienti giovanilisti si abbia l’effetto opposto. I giovani, a quanto mi risulta, non hanno bisogno di ruffianerie, ma cercano adulti credibili che siano punti di riferimento, adulti con cui poter anche litigare, non amiconi o compagni di merenda. Ciò che manca a questa generazione sono esempi da seguire, adulti che rispondano al loro desiderio di bene, di giusto, di etico, di solidale. Quando intorno ad essi vedono un mondo di adulti, schiavi nella mente e nelle azioni, tendono ad abbandonarsi alla corrente ed a riprodurre gli stessi schemi.
    Diamo loro esempi in carne ed ossa, anziché proporre loro di seguire una statuina d’argento a bordo di uno scooter. Sproniamoli a rendersi liberi dai lacci del qualunquismo, del consumismo e del conformismo. Esortiamoli a formare il loro senso critico, a non accontentarsi, a collaborare con responsabilità per un ambiente sano, pulito, solidale, giusto, ecologico. Invitiamoli ad associarsi per lavorare negli ambiti più disparati di cui quest’isola è lacunosa. Diamo loro fiducia, incoraggiamoli a non fermarsi davanti agli errori, a non chiedere piaceri ma ad avvalersi dei propri diritti. Invitiamoli ad essere migliori di noi, a prendersi cura della loro isola come non abbiamo fatto noi, ad amarla con i fatti e non con le parole come facciamo noi. Saranno cittadini migliori e saranno i migliori collaboratori del patrono nella difesa di questo scoglio.

  11. Ringrazio Rafiluccio di questa bella analisi , questo è andare verso i giovani …purtroppo molti, non avvertono questa esigenza di confronto con i giovani . Si pensa di attirarli con sporadiche manifestazioni di dubbio gusto. Si pensa a confrontarsi con i giovani sul problema del traffico a Procida et relativo inquinamento ? Questo è più impegnativo e quindi non conviene affrontare. Peccato !!! Grazie anche a Davide di aver riscoperto l’articolo di Pina di Franco. Non ne parliamo poi delle ” botte” è stato uno spettacolo indecente in un momento in cui da più parti si leva la voce della miseria e della crisi oltre poi al dramma dell’Abruzzo, certamente al Santo Angelo Michele avrebbe fatto piacere sapere che i soldi per le “botte” andavano ai fratelli indigenti …ma forse a noi queste problematiche non interessano tanto…. saluti

  12. Purtroppo finora non si riesce a delineare con chiarezza se la trovata del Curato è da considerarsi spontanea o strumentale, positiva o negativa. In giro le voci sono discordanti, ci sono giovani che affermano con convinzione che Don Michele è la reincarnazione di San Michele, mentre altri (i più saggi) dicono che questi sistemi contribuiscono solo a far crescere l’inquinamento globale e Procida alla fine rischia di galleggiare sul CO2. Trovo il parere degli anziani più definito anche se molto catastrofico e condito di arretrata ignoranza, infatti i più si soffermano sullo “sparo” definendolo bellissimo senza capire che lo spreco e il riscaldamento globale rappresenta il vero e grande pericolo dell’umanità, la presenza dei motorini poi viene da quest’ultimi poco considerata 👿 –

  13. Sono evidentemente d’accordo con rafiluccio e Xavier, vorrei solo un po più di concretezza. Fate proposte piccole ma concrete senno questo sito, altri siti e tutto il lavoro che c’è dietro 😦 rimangono un fatto sterilmente masturbatorio. Non vuole essere una critica ma uno sprone alla concretezza 🙂

  14. un esempio concreto: l’aspetto piu negativo di procida è il degrado. ad un gruppo di giovani (delle medie, delle superiori) (almeno 50 su più turni) si potrebbe offrire la possibilità di un servizio di vigilanza degli spazi pubblici (“i puliziotti”). imparerebbero a rispettare l’ambiente pubblico e offrirerebbero un servizio di pubblica utilità. è una cosa che deve nascere nelle scuole e patrocinata dal comune, la loro gratificazione dovrebbe essere la riconoscenza dei concittadini e dei crediti formativi.

  15. Quello che dice rafiluccio lo trovo giusto questo dovrebbe essere l’approccio con i giovani a differenza di quello verificatosi domenica con i motorini , ma ripeto c’è chi si vuol mettere in mostra ….non so con quali risultati.

  16. grazie rafiluccio,
    cerchiamo di proporlo alle scuole: investiamo Marina presidentessa del consiglio dei genitori

  17. io ho qualche esperienza di collaborazione con gli adolescenti. hanno bisogno di respirare fiducia attorno a loro e hanno bisogno di adulti che sappiano dialogare con loro e che ai loro occhi siano credibili. ma se gli adulti promettono e non mantengono, la chiusura da parte loro è incontrovertibile. d’altro canto si rischiano grosse fregature, perchè la tv insegna loro a bruciare in fretta gli stimoli e ad averne bisogno di nuovi continuamente, ma il rapporto che si crea è definitivo e indissolubile e consente loro di mettere nel proprio bagaglio esperienze impagabili.
    un altro esempio concreto sono gli scout: se a procida si creasse un movimento scoutistico sarebbe un dono meraviglioso per i nostri giovani.

  18. La proposta di Rafiluccio

    circa la possibilità di un servizio di vigilanza dei giovani,mi dispiace dirlo,giunge tardiva.

    Infatti,su proposta della Lega,che,in questo caso,si mostra molto “lungimirante,si sta approvando un ddl. sulla sicurezza (è già passato alla Camera), che cosi recita,chiaro e tondo:D’ora in poi le “amministrazioni cittadine(e ,quindi anche il Comune di Procida)

    potranno avvalersi della collaborazionedi “associazioni di cittadini” al fine di segnalare eventi che possano arrecare danno alla sicurezza urbana ovvero a situazione di disagio ambientale,come scippi,spaccio,extra comunitari strafottenti e irregolari.

    Quindi ,in attesa dellapprovazione della legge che avverrà prestissimo, formulo una proposta:

    creiamo ” un associazione di volontari” che potrò chiamarsi “Ronda Procidana”,a cui potranno iscriversi quelli che vogliano offrirsi come volontari.

    In ultimo voglio fare un grande plauso al Governo Berlusconi che sta facendo approvare un grande “pacchetto sicurezza”,in cui le perle piu importanti sono “l’affermazione del reato per gli immigrati clandestini:svolta epocale,e le “ronde tipo quelle padane”,poteri rafforzati ai sindaci,possibilità dei prefetti di allontanare gli extra comunitari illegali per motivo d’ordine pubblico.

    Ora pensiamo alla futura associazione.Chi vuol fare si faccia avanti.

    Quindi non c’è bisogna di nessuna sponda(tipo scuole o altro), è “LA LEGGE” che lo permetterà(fra pochi giorni).

  19. forse avevi interesse a far campagna elettorale e hai segnalato questi provvedimenti del governo.
    la mia era una semplice proposta di natura ecologica (puliziotti) considerato il degrado dell’isola (vedi caso di via principe umberto che è solo una punta dell’iceberg), per coinvolgere i ragazzi.
    le ronde le facciano i carabinieri, la guardia di finanza, la polizia, i vigili urbani (quanti corpi di sicurezza!!!) che paghiamo con le tasse.

  20. Sig. Rafiluccio

    non ho nessun interesse elettorale.
    Ho solo detto che ,a breve,questa tua proposta di “puliziotti” diventerà norma di legge,che darà la possibilità a queste Associazionedi cittadini di collaborare “GRATUITAMENTE” con le forze dell’ordine che sono si pagate.

    Chiamamole come vuoi, ma sempre ronde sono:esse non hanno nessun potere di repressione(non possono far multe,ne arrestare qualcuno),ma devono rapportare se vedono qualchè contrarietà alla legge alle autorità preposte(carabinieri,finanza o altro

  21. Caro the winner,
    “rapportare se vedono qualche contrarietà alla legge alle autorità preposte” è un comportamento degno di ogni comune e onesto cittadino, dovrebbe essere un dovere innato, dove questa pratica è assente i paeselli sono marci.
    A parte questa nota, devo ammettere che è stata un’ottima iniziativa da parte del governo la reintroduzione del reato di oltraggio a pubblico ufficiale. Mi tornerà comoda… 😉

    Saluti

    Davide

  22. Ciao Franco, al di là dell’anidride carbonica e del cattivo esempio…ma che spettacolo indecoroso un santo portato a spasso su un furgone scortato da trobette di vespe e motorini…una cosa del genere si vede solo quando il Napoli o la nazionale vincono una partita importante.
    Per fortuna questo pomeriggio ho parlato con un giovane confratello della congrega dei gialli che mi ha parlato della sua ferma contrarietà a simili spettacoli…

  23. Davide forse hai ragione, la cosa è veramente strana ed insolita, cmq appena incontro il Curato gli chiederò un pò di cose sull’argomento, ciao 🙂 –

  24. @ winner
    NON LEGGI C’E POCO DA FARE!!! Rfiluccio parlava di ragazzi che vigilavano il territorio e non delle squadracce padane che dovrebbero controllare i ragazzi 😦

  25. La prima cosa che bisogna precisare è che il corteo di domenica sera non era una processione, ma un semplice corteo di rientro della statua del santo patrono. La processione, quella religiosa si è svolta venerdi 8 maggio…come tradizione vuole; per quanto riguarda la questione dei motorini era un modo, forse strano, per coivolgere i giovani e tener impegnati un gruppo di essi per la realizzazione…poichè dopo il venerdi santo cosa resta da fare ai giovani a procia…..un umile consiglio e di scrivere tanto sui bloog perchè non vi fate portatori di idee per impegnare i giovani dell’isola??????????????????????????

  26. quello che dice xxxxxxxxxxxx per me è errato anche perchè solo alcuni ragazzi hanno partecipato ad abbellire il carro, d’altronde non è che poi ci voleva tanto tempo ,vista anche la bravura del fioraio; bisogna impiegare i giovani ma con coraggio di scelte serie e responsabili non ti sembra caro xxxxxxxxxxxxx , altrimenti si incorre solo nel senzazionalismo che ha il tempo che trova rifletti un poco!!! poi gli amici che hanno scritto, se tu fai attenzione , hanno fatto qualche proposta , purtroppo quando si è sordi volutamente è un grosso problema

  27. il problema è che si rimane sempre e solo dietro un computer e con le vere proposte non si scende mai direttamente in campo…..e bello fare proposte però il difficile e farle diventare concrete….

  28. ripeto scusandomi : a condizione che le proposte siano fatte con saggezza e non per visibilità popolare ,la concretezza è insita nella proposta caro xxxxxxxxxxxxxx

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...