I quattro cavalieri dell’apocalisse

vico II pr. Umbreto ore 8.00 del 6 aprile 2009

vico II pr. Umbreto ore 8.00 del 6 aprile 2009

Abusivismo, rifiuti, traffico e clientelismo sono i quattro cavalieri dell’apocalisse che stanno distruggendo la nostra isola.
Grazie a una popolazione in gran parte miope e “cazzimiei” e un’amministrazione che ne è la rappresentazione politica le cose da noi vanno sempre peggio.
Emblematico è il caso del vico 2° prinicpe umberto, in pieno centro storico e a due passi della magnifica piazza dei Martiri (una piazza con una vista mozzafiato sulla baia di Chiaia e Corricella) che è periodicamente trasformata in una discarica a cielo aperto.
E’ da dire che non è chiaro dove e come conferire (buttare) le masserizie e questa è una mancanza della SEPA, ma nessun cittadino degno di questo nome dovrebbe pensare di disfarsene abbandonandolo in una pubblica strada. Almeno penso!
Da anni segnalo questo problema, che mi fa vergognare verso i turisti che passano, e mi sono a più riprese offerto di fare installare delle telecamere a mie spese ( ma che per la privacy non posso controllare io) senza una vera e propria risposta. Ho anche proposto al sindaco Lubrano (titolare dell’assesorato che si occupa dei RSU) e al vicesindaco Muro (titolare asssesorato partecipate) di chiudere la parte coperta di detto vicolo con porte a vetro in maniera che diventasse una sorta di punto info turistica (casomai in collaborazione con gli operatori turistici e che io mi offrivo a titolo gratuito di aprire la mattina e chiudere la sera) ma ho avuto solo rassicurazioni generiche che, a quasi un anno, non hanno portato ancora a niente.
Intanto in questo momento il vicolo ospita un divano, un letto pieghevole, mobili da cucina completamente smontati, una bicicletta, un copertone da macchina sportiva e una batteria (materiali speciali altamente inquinanti) oltre evidentemente a imballaggi e buste di spazzatura varie. Va da se che è un paradiso per i topi che hanno reso il pavimento del vico una vera e propria groviera!
In questi giorni quasi sicuramente tutto questo scomparirà in vista della processione del Venerdi Santo per ripresentarsi subito dopo la processione con pezzi  smebrati dei misteri, imballaggi di uova pasquali e colombe e altri  rifiuti del dopo festa.
Evidentemente ( e qui qualcuno mi appiopperà l’epiteto di giustiziere) si potrebbe controllare di più e casomai fare qualche bella multa ma, come per il caso delle ruspe, le sanzioni non sono popolari e sopratutto non portano voti 😉
Buona Pasqua

31 pensieri su “I quattro cavalieri dell’apocalisse

  1. Franco, per la cronaca mi dici se hai trovato una soluzione al tuo vecchio scaldabagno? Ovvero se hai capito come e dove smaltirlo in modo legale…
    Sai, le informazioni continuano a scarseggiare e di conseguenza i comportamenti “selvaggi” sono all’ordine del giorno.

  2. Si Davide è sempre allo stesso posto, però non mi chiedere se c’è posto per ospitare qualche altro scaldabagno perchè stò già troppo stretto,… sai ho aggiunto ancora qualche altra cosa. Forse più in là sarò costretto anch’io a portare qualcosa al vico che tanto piace a Peppino.

  3. Salve ,eccomi quà -sono stata a Procida Domenica- forse ritornerò per venerdì Santo- ma sono ancora indecisa se, vedere la processione-o, andare a dare un aiuto ai terremotati. cmq volevo dire che è veramente un ‘indecenza quell’immondizia in pieno centro storico e, poi dicono di voler fare turismo, che schifo! esseri abbietti, non vi è posto al mondo per darci una collogazione a questi …non so come definirli. però mi vien da pensare : fa che la colpa è proprio di chi presta troppa attenzione alle cose? esempio non potrebbe essere una provogazione buttare l’immondizia sotto casa del signore che si lamenta?
    i miei concittadini sono bravi per queste cose!
    ciao e buona pasqua

  4. Cara Anna,
    si vede che sei giovane! Sarei troppo contento che stessero facendo uno sgarbo a me (sono il “signore che si lamenta”)
    Purtroppo la verità è ancora più meschina: la gente della zona, ben lungi dal preoccuparsi chiamando la sepa o il comune per chiedere istruzioni, si libera semplicemente di quello che non gli serve più buttandolo il più lontano possibile dalla propria abitazione cioè nel vico II p. Umberto che è diventato uno dei luoghi deputati (ce ne sono altri ahimè e basta che ti fai un giro per Procida per rendertene conto). questa è l’amara verità!
    Per quel che riguarda gli aiuti in Abbruzzo ti consiglio di non partire all’avventura (come facemmo noi per il terremoto in irpinia). Sai uno dei problemi maggiori per chi dirige i soccorsi è il coordinamento dei tanti volontari che is presentano armati di buona volonta ma senza sapere minimamente da che parte cominciare. cercati via internet una organizzazione seria che ti inquadri in un programma articolato.

  5. Vabbè Franco ci ho provato, stai attento a non farti denunciare per discarica abusiva casalinga 😉

  6. Insomma gira che ti rigira alla fine pc trova sempre comodo scaricare tutto sulla povera gente che paga fior di quattrini per un servizio che non gli viene reso salvando sempre il popo’ alle istituzioni. E’ proprio vero che il lupo cambia il pelo, ma non il vizio 👿 –

  7. Quoto F.Ridda ,meno p.c.

    Basta pigliarsela con la gente che butta masserizie per vicoli:la gente paga ,e anche profumatamente(il sottoscritto paga 450 euro per 40 mt. di casa) e ha il DOVERE di esigere che chi è preposto a farla la raccolta, la faccia. Punto.

    Se mi capitasse anche a me di avere masserizie, farei esattamente come quelli che la buttano a vico P. Umberto.

    Due sono le cose: o la SEPA non si fa pagare la raccolta delle masserizie e,in questo caso, la gente ha torto a gettare per terra esse,fuori casa ,oppure la SEPA si fa pagare il servizio,come ora,pero la gente ha il diritto di buttarle fuori le masserizie,nei giorni indicati se è previsto una data e un orario e un luogo indicato.

    Peppino

    il “giustizialismo a senso unico” come lo propugni tu e Davide non mi piace proprio.

  8. Ciao Anna bentornata tra noi. Scusami Anna, ma toglimi una curiosità, penso che oggi non sei andata a scuola ed al solito ti sei ricordata di Procida, è vero ❓ –

  9. Davide fammi sapere più o meno l’ingombro della roba che vuoi disfarti, può darsi che mi riesce a fare un pò di spazio, per te e gli amici questo ed altro 😀 –

  10. @franco @geppino,
    continuate a far finta di non capire:
    se avete cose da buttare e pagate ci sono 2 cose che potetet fare:
    1) andare a protestare al comune o alla sepa e buttare le cose davanti ai loro cancelli
    2) buttare le masserizie davanti alle VOSTRE case dichiarando di avrene il diritto perchè pagate la spazzatura 8anche se poi questa opzione sarebbe tutta da discutere.
    quello che certamente NON potete fare e allontare il problema da voi in maniera vigliacca (perchè questi signori non si fanno mai sorprendere quando fanno queste cose) e caricalo a terzi che niente hanno a che vedere con il vostro rapporto con sepa e amministrazione. Se lo fate io mi sento in diritto di chiamarvi incivili !!!
    e basta con questo giustizialismo del c…o!!!!!!!
    poi se vi dico che fate demagogia……

  11. ciao, quoto pc al 100%, purtroppo queste cose danno ragione a chi come me pensa che Procida manca di cultura. Solo un imbecille può liberarsi di materiale mettendolo sotto la casa degli altri, bravo pc.

  12. Purtroppo caro pc il mondo è vario, ognuno fa o reagisce come meglio gli pare, in questo caso trovano comodo mettere la roba nel vico in questione, dove tra l’altro sta anche al coperto. Cmq gli addetti ai lavori che ci sono a fare ❓ ma ci passano tutti i giorni per questo santo vico :ç?: Ma torno a dire che trovi sempre comodo scaricare sulla povera gente e và bene così, vedo in questo tuo fare una sorta di mania, certamente il mio amico Freud definirebbe il tuo caso come “sudditanza latente” 😀 –

  13. caro franco ridda, ma come puoi chiamare povera gente chi mette i suoi materiali vicino alla casa di un altro, o in mezzo alla strada? Io sono intransigente, non ho pietà per queste persone. Ho fatto 23 denunce in 4 mesi di questi casi, documentate con foto di cose e persone, e ho avuto anche riscontro dalle forze pubbliche.Purtroppo bisogna fare le spie,altrimenti non si ottiene nulla.

  14. Gigi

    tu che sei cosi bravo a fare “la spia” e la denuncia,piuttosto,perchè non vai a denunciare la SEPA per mancato servizio di raccolta visto che si fanno pagare e pure salatamente.

    Se la Sepa facesse il servizio ,la gente non butterebbe le cose nei vicoli.

    Tu che fai anche gli allestimenti sulle navi,pagheresti a una ditta per il lavoro mai svolto?

  15. certo che non pago, ma nessuno può disfarsi di materiale mettendolo sotto casa degli altri o per la strada. La Sepa non svolge il suo servizio, bisogna protestare con chi di dovere, ma nessuna pietà per questa gentaglia che rovina le strade dell’isola.ciao

  16. Caspita, 23 denunce in 4 mesi?! Il termine “spia” è assolutamente fuori luogo, lo sostituirei con “cittadino esemplare”.
    Si vede che Lei, Gigi, ha perso molto della mentalità procidana classica, bene!

    Caro Franco, grazie per la disponibilità dello spazio…in realtà non ho grosse cose da smaltire, mi stavo solo preoccupando per la mia sedia che mostra segni di debolezza nonostante una recente riparazione.
    Tenterò di farla campare il più possibile, così facendo è vero che non porterò soldi ai rivenditori di sedie…ma evitando di buttarla in strada contribuirò al decoro del paese e quindi all’economia turistica.
    Cmq mancano pochi giorni alla processione e in giro il sudiciume e i “monumenti” vanno alla grande.
    “Maronna mia votta a chiove” direbbe qualcuno per salvare la faccia…

  17. Davide

    tu ,gigi e p.c. che siete cittadini integerrimi,mettiamo,per es. che avete un frigo,una sedia e un materasso da buttare,e non avete spazio per conservarli,con una SEPA che tu paghi che non ti da un luogo per buttarli, tu che fai?

    Te li tieni in bella mostra a casa,magari appendendoli a un gancio come trofei,sapendo che c’è un azienda che tu paghi per effettuare la raccolta ed invece non lo fa:la gente esasperata la butta dove capita e fa bene a mio modo di vedere,anche se non da una bella immagine di pulizia.

    Ma che devono fare,le cose da buttare se le devono mangiare?

  18. A quanto pare non si vuole capire che tenersi in casa un frigo che improvvisamente è andato fuori uso, una lavatrice, per non parlare di qualche mobile incombrante ecc., diventa un dramma, se poi la casa è molto piccola allora diventa un dramma incasinato. Purtroppo si preferisce dare addosso e crocifiggere i poveri cristi perchè è la cosa più semplice e facile per non voler accettare e cercare di capire che questa gente alla fin fine paga una tariffa che esiste solo a Procida e scusate se mi ripeto, trovo in questi atteggiamenti solo una forte sudditanza latente

  19. Si Giuseppe, ce li dobbiamo tenere in casa come trofei della stupidità, medaglie al valore delle nostre grandiose capacità che ci spingono a raggiungere la brillante cifra del 12% di raccolta differenziata (mettimmece scuorn!). Un bel frigorifero al centro del salotto, e non buttato sulle scale della corricella, verso cui indirizzeremo tutte le nostre bestemmie e malediremo quel giorno quando abbiamo messo la famosa X sulla scheda elettorale…è questo il nostro olio di ricino quotidiano che ci farà ricordare al momento opportuno quale è stato il trattamento!
    Nei prossimi programmi elettorali qualcuno dovrà dire come Franco Ridda deve smaltire questo cacchio di scaldabagno, ormai diventato un simbolo…nel frattempo andremo avanti a sorsi di olio di ricino, sperando serva anche da potente vaccino!
    Buona fortuna a quelli che stanno giocando i numeri al lotto 😉

  20. Scusa Davide, non ho capito l’ultima battuta, che significa …quelli che stanno giocando i numeri al lotto ❓ –

  21. scusate mi sembra di capire che non sapete dell’esistenza di una disposizione per cui gli elettrodomestici (che sono materiali speciali perche (alcuni) altamente inquinanti) hanno un percorso obbligato che passa attraverso il ritiro da parte dei venditori che provvederanno a conferirlo alla ditta che si occupa dei rifiuti in piattaforme attrezzate all’uopo. Evidentemente a Procida niente è pronto (almeno non mi risulta) per cui funziona il solito fai da te dei furbetti: il commerciante spesso cerca di non ritirare l’elettrodomestico vecchio casomai minacciando un aumento di prezzo e il cliente risolvendo la cosa alla chetichella nel primo posto pubblico possibile. Perchè, attenzione, si tratta di far pagare alla comunità un problema che a quel punto dovrebbe essere privato cioè tra il venditore e il cliente.
    Caro Franco, ho capito che stai leggendo Freud e la sudditanza latente ti piace molto ma mi sembra che qua la usi a sproposito perchè ne a davide ne a me (che siamo i principali accusati) sono mai mancate parole di biasimo, anche dure, nei confronti degli amministratori. Ora se tu non vuoi vedere che anche la tua ” povera gente” ha le sue colpe (primaditutto quella di aver eletto determinate persone) penso che devi guardare se trovi nel tuo Freud la sindrome dello struzzo. Penso che ti ci ritroveresti agevolmente 😉

  22. Franco, ho letto che stanno giocando i numeri al Lotto riferiti ad un battibecco sorto al Comune, su Procida.tv trovi anche un video

  23. Grazie Davide intanto col tam tam siamo stati messi tutti a conoscenza circa l’accaduto, cmq penso che è mancato il numero riguardante la politica e già ho rimproverato aspramente l’esperto del lotto quale si definisce Antonio della Dea Bendata 😀 –

  24. Franco Ridda e Geppino mi accusavano giorni fa di dare sempre la colpa alla povera gente mentre a parer loro la colpa è tutta e soltanto degli amministratori.
    La foto che trovate a questo indirizzo, mostra com’è ridotta il Vico II principe umberto dopo appena sei giorni da una pulizia generale dovuta alle processioni della settimana santa!!!
    In meno di una settimana ignoti INCIVILI hanno scaricato una televisone grande formato, pezzi di un armadio, una sedia, uno stendibialncheria e addirittura una intera attrezzatura da body buiding smontata (a destra nella foto) oltre a calcinacci e cartoni di monnezza indistinta piena di mosche.
    Mi domando e vi domando: sono comportamenti da gente civile? o sostenete che poichè paghiamo la TIA abbiamo diritto di buttare tutto sempre e dovunque?
    Continuo a ripetere: alcuni dei nostri concittadini sono da biasimare due volte:
    per il loro comportamento (quando si liberano di masserizie etc) e per le loro scelte amministrative!

  25. pc.1951

    non me ne volere,ma il tuo è un commento unilaterale.

    Io non dico che la gente ,poichè paga la T.I.A. deve sempre buttare e dovunque tutto,ma ti sei mai posto il problema di dove e quando smaltire sta roba:chi di dovere,cioè la SEPA, perchè non indica un luogo e un tempo per buttare.
    Tu potresti avere ragione se ci fossero imposizioni(dalla SEPA) di dove e in che giorno smaltire:allora,in questo caso ti darei ragione al 100% e direi pure che la gente è incivile e maleducata,ma in assenza di ciò non posso acconsentire con te.

    Io non voglio difendere le persone che sporcano il vico A PRESCINDERE,ma dimmi tu che sei del luogo come e dove devono depositare le masserizie:la verità è che la SEPA se ne strafrega di tutto,anche in considerazione del fatto che non organizzate(quelli del luogo)
    azioni di protesta e denuncia

  26. Caro Geppino, mi piace la proposta rivolta agli abitanti del posto di organizzare una vera protesta per risolvere tale situazione. Purtroppo pc non vuole capire che gran parte dei procidani non hanno mai digerito la questione Sepa, i più la ritengono una cattiveria e quindi la cosa si è trasformata in una sorta di guerriglia. Tutti si lamentano della tariffa eccesiva e ritengono sbagliato dover portare a loro spese i materiali ingombranti all’isola ecologica,… chiamare delle persone per caricare una lavatrice su di un furgone e mandarla all’isola ecologica forse costerebbe intorno ai 50€, pensa poi se si tratta di qualche mobilio vecchio, allora si dovrebbe chiamare una ditta per traslochi.
    Perchè la Sepa previo telefonata non viene a ritirare questi materiali a casa? o forse meglio ancora stabilire un giorno alla settimana e permettere di depositarli fuori alle abitazioni come si faceva un tempo? Penso che con la tariffa che si paga un servizio del genere ci spetterebbe di diritto.
    Naturalmente pc e …qualcun altro, come ben sappiamo,… trovano comodo e piacere dare addosso sempre al prossimo, come abbiamo anche rilevato dalla questione delle ruspe per gli abbattimenti ecc., considerato che non si vuol vedere il problema nella sua complessità, penso quindi che parlarne sia inutile, e certe convinzioni vanno viste sotto tutt’altra ottica, non si tratterà di sindrome dello struzzo ma certamente di qualcosa che gli si avvicina 😀 –

  27. Dimenticavo di dire che vedo molto sgarbato e fors’anche pericoloso quei fili ,che sembrano elettrici 🙂 –

  28. p.c. 1951

    mi meraviglio che non hai controreplicato:si vede che io e F.Ridda ti abbiamo convinto con le nostre argomentazioni o no.

    Abbiamo smontato le tue tesi e non sai piu che dire.Vero?

  29. Và beh ❗ non è poi la prima volta che pc batte in ritirata, se guardi bene anche sul tema “ancora la processione di Venerdì santo” è successo lo stesso, infatti pc insieme a Franco Cerase dopo la mia analisi si sono totalmente ammutoliti 😀 –

  30. tu e franco confondete la stanchezza con la mancanza di argomenti. Continuo a pensare che nonostante tutte le mancanze dalla SEPA e dell’amministrazione molta colpa è dei miei incivili conpaesani anche perchè come ho gia detto migliaia di volte l’amministrazione e la sepa (che è una sua creazione) l’avrà pure votata qualcuno no?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...