Dove vogliamo arrivare?

chiaiolella

Pubblico questa foto che mi ha “passato” Davide in risposta ad alcuni commenti del post “evviva il piano casa”
Capisco tutte le perplessità,  le motivazioni, le necessità ma vi chiedo di guardare la foto (quella grande) presa non molto tempo addietro da un elicottero e farvi insieme a me questa domanda: dove vogliamo arrivare? Quando ci fermeremo caro Antonio, caro Franco,  caro Lorenzo, quando non ci sarà più nemmeno un filo d’erba? e sarà bella Procida tutta di cemento? e dopo ci saranno ancora figli che nasceranno e persone senza casa. Cosa faremo per loro? costruiremo grattacieli? o catacombe? o faremo isole artificiali come in Kuwait? C’è una legge economica che non si può ignorare ed è la finitezza delle risorse. Lo spazio edificabile sopratutto su un’isola di 3,2 è limitato! E questa è una verità biblica con cui dobbiamo fare i conti.

41 pensieri su “Dove vogliamo arrivare?

  1. Caro p.c. questa è peggio dell’indulto. Mobilitiamoci in tempo tutti o sarà la fine.cia

  2. Purtroppo il tuo concetto di base è sbagliato.IL LIMITE.Facevano i conti con il pallottoliere adesso hai visto cosa ti combina una computer e la tecnologia migliora giorno per giorno e con grande velocita.Chi li produce
    non si pone limiti e sceglie persone che non se li pongono.Il tutto deve
    sempre progredire anche se nel rispetto delle regole.
    Per prima cosa procida si deve sganciare da napul perche loro stanno
    troppo avanti non ci si intende.Hanno fatto la prima ferrovia al mondo il primo ospedale, il pontile degli aliscafi a procida.Vedi noi il pontile non l’abbiamo capito mentre se era fatto a napul l’avrebbero di certo capito Non possiamo sottostare a chi è troppo intelligente.Per cui deve
    essere rimodernato l’ufficio tecnico di procida e deliberare tutto qui.Tutto deve iniziare e finire qui con risposte in tempi rapidissimi.Riviste le vecchie abitazioni magari demolite e ricostruite da nuovo di due piani.Ma ce ne sono tantissime di soluzioni prima di passare all’abbattimento selvaggio.Tanto alla fine per far felice te e davide abbattono solo la casa di qualche povero madonna come è sempre capitato.Poi in casi estremi estremi rimedi.Requisire le case vacanze di napul e darle ai procidani un po come il divieto di sbarco delle auto.Ma fatto sul serio e non a pagliacciata.Forse verra’ pure la fine del mondo come la terra cadra nel sole come dice Franco ma
    fra tanto tempo per il momento pensiamo a vivere bene.
    con affetto
    laurent

  3. Caro Laurent,
    far felice Davide un corno! Fino a prova contraria le case abusive non le ho fatte io, i condoni non li ho fatti io, gli abbattimenti non li ho ordinati io in combriccola con Peppino.
    Se abbattimenti ci saranno, di certo non saranno selvaggi poichè il colpo di stato non lo ha fatto ancora nessuno in Italia, e poi mi sembra di aver capito che riguarderanno solo gli abusi avvenuti fuori dai due famosi condoni…della serie ogni limite ha una pazienza! Se poi volete arrivare fino al limite medio della bassa marea con i mattoni fate vobis…
    Procida sta per essere consumata fino all’osso dall’urbanesimo, e sinceramente (almeno per me) non vale la pena spendere tanto fiato per alcuni campi di fave che vengono sostituiti da basse casette…poi se mi capita di sorvolare l’isola vi mando le foto che mostrano il bel paesaggio con i migliori auguri di un felice avvenire.

    Cordialmente

  4. Caro Gigi,
    oggi ho sentito Gasparri che proclamava i grandi valori della Destra che sono l’ordine (e quindi la disciplina…parola ormai scomparsa dai vocabolari) e il rispetto delle leggi…che ventata di aria fresca!
    Tra tanto ciarpame e pietismi qualcuno pone dei punti fermi…peccato che poi l’applicazione di questi principi è latitante, e quindi prima arriva il governo di centrosinistra e ti fa L’INDULTO e poi ricompare quello di centro destra con I CONDONI, i piani casa, la liberalizzazione dell’ars venandi ecc.

  5. Caro Davide non ho capito l’accostamento tra me e Gasparri,io sono un cittadino del mondo che anche se non risiede stabilmente a Procida essendoci nato cerca di difenderla e salvarla da chi secondo me la vuole male,vedi Davide quando avevo circa la tua età si lottava per ottenere la legge sul divorzio, uno che all’epoca aveva la mia età di oggi (54) mi disse che era una brutta cosa,io non gli ho creduto allora,ma me ne sono pentito oggi, ciao.

  6. Procida è rimasta ferma per colpa di napul-non abbiamo un piano regolatore da 40 anni e non l’avremo mai per colpa di napul.Le esigenze
    cambiano e sono cambiate e ognuno ha dovuto fare come meglio poteva.
    Finche tu e peppino non vi mettete in testa che sia l’abbattimento come il proebizionismo americano anni 30 non servono a niente non ci sara’ niente da fare.Bisogna occuparsi delle persone e mettendo in pratica quello che avete scritto bello bello sulla vs costituzione.Tutti devono avere diritto a una
    casa a un lavoro ecc.ecc..Primo maggio non so tra i due chi è piu cieco,io
    mi sbatto perche la gente viva bene qui non aspetti di morire per andare
    in paradiso a trovare la serenita’.Tu vedi solo la foto di davide.
    Saluti
    lorenzo

  7. E tu, nonostante abbi occhi per vedere, non vuoi vedere…
    …”Quanto alla felicità, se questa parola ha un senso, essa consiste nell’aspirare al minimo e all’inefficace…” E. Cioran

  8. Dipende da cosa vuoi vedere, parlane con te stesso e poi me lo dici.Dipende dal tuo animo quello che vuoi vedere e poi parlavo di serenita’ non di felicita’.
    Laurent Beaumont

  9. “Il poco che vediamo dipende dal poco che siamo”!
    Ci sono quelli che poi vedono la stessa cosa in maniera doppia, come ad esempio pc, in altre parole questi cari amici da un lato sbrodolano per le leggi, regole ecc. e poi esprimono soventi risentimenti verso i politici, sia di destra che di sinistra che prima proclamano leggi per arginare certe situazioni e poi, sotto sotto trovano il sistema di calpestarle. Naturalmente sia pc che Davide trovano comodo mettere alla frusta solo i tanti poveri fessi che in questo scenario di inciviltà cercano alla men peggio di stare in quella scia che i politici stessi creano per accaparrarsi il voto. Quando poi si dice che in questo scenario un pò di anarchia non guasterebbe, subito tirano i remi in barca sbandierando ancora una volta leggi, regole o quant’altro. Intanto i politici sfruttano tutte le occasioni per propagandare loro stessi ed i partiti di loro appartenenza, come abbiamo assistito ultimamente al convegno del PD alla scuola media.

  10. Si ma poi i tempi che ci vogliono per vedere approvato un progettino di merda.E’ piu facile e veloce avere un trapianto di organo che l’approvazione di un progettino.Ma per carita’.

  11. Caro Peppino, penso che ai commenti, si debba rispondere, con altrettanti commenti, e non mandare in risposta una foto, cosa che mi genera un certo livore poiché ciò esprime superficialità ed intenzione di volersi mettere al di sopra delle parti, il tutto aggravato ancor più dai tuoi soventi richiami. Trovo altresì molto superficiale l’affermazione che ognuno di noi del Sud ha bisogno di un vigile dietro ecc. ecc. Per mia abitudine cerco di capire i problemi partendo sempre dalle basi e dalle origini che li hanno generati ed in questo caso trovo, se me lo permetti, una grande inciviltà nazionale, pertanto sono contrario agli abbattimenti poiché penso che queste case non sono piovute dal cielo per incanto, come dicasi anche per i tanti parchi e casermoni costruiti in terra ferma. Trovo in tutto questo che la politica non ha mai voluto considerare problema tale problema, anzi…
    Quindi caro pc finiamola di fare paternalismi! Per quel che mi riguarda non ho mai appoggiato tale situazione, ma considero sia esagerato e fuori luogo incoraggiare gli abbattimenti, poiché questi delitti sono stati perpetrati, soprattutto nel Sud, a cielo aperto e quindi tutti ne erano a conoscenza, perché ora si vuole penalizzare solo i poveri fessi? Poi perché a Nord i Comuni rilasciavano regolarmente licenze edilizie ed a Sud no? Per favore datemi delle risposte in merito, ma senza tirare le solite regole, leggi e cose varie che tutti conosciamo, ma parlatemi delle vere e profonde ragioni che hanno sempre permesso questo andazzo. Voglio ricordare che l’esempio che si riporta frequentemente di quel tale che diceva di volersi fare la seconda casa ecc, ecc, mi pare molto strumentale, certamente questi sono casi isolati e mi rifiuto di credere che tutti gli 11.000 abitanti che siamo sull’isola la pensiamo allo stesso modo, se poi si vuol fare di tutta un’erba un fascio,… fate pure!
    La fotografia piuttosto la farei alle tante baraccopoli che sono disseminate sull’isola che veramente costituiscono uno spettacolo, a dir poco, osceno, qualche volta caro pc ti devo portare a vederne qualcuno.
    Non per fare pippe mentali… ma non capisco come mai, voi tanto amanti, comprensivi della natura, degli animali, dell’ambiente, della vivibilità ecc. quando ritornate poi nel mondo degli umani diventate così poco sensibili e non cercate di capire un po’ meglio i meccanismi che hanno generato tali situazioni eludendo in ogni modo i più responsabili?
    Dire basta non basta, dire solo basta significa continuare con questo andazzo, è necessario ed urgente che tutti assieme reclamiamo un serio PUC che partendo dalla precaria attuale situazione faccia in modo di consentire un reale e civile basta!

  12. Ciao franco, livore per una foto? E perchè se essa ritrae la realtà?!
    In un dibattito c’è chi dice A e chi dice B, da qui a passare all’accusa di essere contro gli esseri umani (per di più poveri Cristi) c’è un bel dislivello, sinceramente non mi aspettavo simili affermazioni da parte tua e non ho nemmeno intenzione di stare al gioco ribattendo con altrettanto fango.
    Noi tanto “amanti e comprensivi” dell’ambiente non ci scomodiamo certo per dei campetti di fave o ravanelli che vengono sostituiti da alcune casette costruite al chiaro di luna, ti assicuro che la Natura ci perde poco poichè non siamo nell’arcipelago delle Galapagos o nella riserva di Vivara…e alla luce di questo maggior distacco nel guardare le Cose ti invito a fare una seria riflessione sperando tu possa trovare nei nostri “Basta” un barlume di sensibilità per il benessere degli umani isolani, di oggi e domani!

  13. amici miei, alla chiaiolella solo nel weekend sono spuntate 6 baracche in attesa della legge,basta questo in attesa di quello che ci attende:ciao

  14. Non mi pare di avere mai detto di essere contento che si abbattano le case anche perchè certamente pagheranno sempre i meno protetti e i meno “traffichini”
    quello che dico e che (come al solito) mi piacerebbe che ci fossero delle regole e dei limiti e che si faccia tutto per farle rispettare.
    E’ chiaro che se le ruspe sono l’unico modo per far capire alle persone che non possono continuare a fare abusi ad libitum, ahimè, ci vogliono pure le ruspe.
    E’ troppo semplice (e neanche sempre vero) dire che gli abusi si sono fatti perchè il potere ha lasciato fare anche perchè se non mi sbaglio la legge punisce corrotti e corruttori 😉
    …a meno chè non mi si voglia far credere che chi di dovere ha chiuso un occhio (o tutt’e due) per pura grandezza d’animo 😉
    p.s. non preoccupatevi per i poveri cristi, quelli non pagheranno perchè sanno a chi santo votare

  15. si!!! è il santo (molto umano) che li aiuta a fare gli abusi a cambio di voti ( che non sono gli ex voto 😉 )

  16. Caro pc, noto con rammarico che le domande poste sono state completamente eluse. Scusami se ritorno sull’argomento e se uso le tue stesse parole, non mi pare di aver mai detto di essere contento del modo di come è stato combinato il nostro territorio e tanto meno essere sostenitore del perpetuarsi di questo andazzo come forse cerchi di trasmettere paternamente dicendo… “Quando ci fermeremo caro Antonio, caro Franco, caro Lorenzo, quando non ci sarà più nemmeno un filo d’erba?… Cmq vedo che gira e rigira alla fine trovi sempre giusto che arrivano le ruspe ed a pagare siano sempre solo i poveri cristi, ossia i più deboli. Ma non credi che questa legge, che tu e Davide,… a tratti…, acclamate tanto, davanti ad un simile scempio dovrebbe intervenire e rivedere tutto a partire da molti anni addietro e colpire con giustizia corrotti e corruttori? Lungi da me dal giudicare o buttare fango su chicchessia, ma da buon Procedese devo dire che trovo delle vistose contraddizioni nel vostro modo di pensare e trovo forse anche una comoda e seppur lieve tendenza, a crocifiggere il prossimo 👿 –

  17. @Franco
    Visto che ne fai una cosa personale ti rispondo personalmente 😉
    Penso che la sanzione è parte integrante della norma! Se tu dici che una tale cosa non si deve fare e non stabilisci una sanzione certa o fai intravvedere che la legge non verrà applicata hai perso il tuo tempo perchè ci sarà una parte di soggetti che, sicuro di non ricever la punizione se ne strafotterà completamente. Ora tu dici che io voglio crocefiggere il prossimo. Se mi conosci sai che cerco di non litigare con nessuno e sono contrario alla violenza. La mia domanda è la seguente: se uno passa e ti sputa in faccia una, due , tre volte tu che fai? lo avverti la prima, la seconda e alla terza provi a mollargli un cazzotto o no? perchè se non glielo molli quello sa che può sputarti in faccia tutte le volte che vuole!!! 🙂
    per quel che riguarda i politici sono d’accordo anzi d’accordissimo che chi ha sbagliato deve pagare ma so anche bene che ci sono livelli e livelli di protettori per cui questo non è facile ottenerlo. ma pensa per un momento se abbattessero veramente un abuso di un protetto dei nostri padrini! cosa succederebbe ? che questi padrini perderebbero potere agli occhi dei poverichristi che dici tu e che non si dimenticano MAI di andare a votare i loro protettori!
    D’altronde anche se abbattessero DIMOSTRATIVAMENTE un abuso di uno non protetto (che non sono i poverichristi) in ogni caso si insinuerebbe in tutti la paura che domani potrebbe capitare anche a loro, e forse tutti righerebbero più dritto. Perchè in ogni caso quello che ci dobbiamo chiedere è se accettiamo o meno che le leggi vengano disattese. E’ questo il punto su cui ti devi dichiarare caro Franco: o accetti la legge e allora la legge va rispettata. o pensi che ognuno può fare quello che vuole e allora stiamo parlando inutilmente.
    p.s. comunque non ti procuupare perchè se mai arriveranno le ruspe (cosa che con questo governo e l’aria di demagogia che tira mi sembra altamente improbabile) abbatteranno i 2 metri quadri di una mia amica che si è coperto un cesso e qualc’altro abuso minore fatto da chi non è andato a farsi proteggere dalle persone giuste. capisciammè 😉

  18. Ma allora non è un santo, è un demone!!! C’è da rimpiangere Faust, disposto a vendere la sua anima per qualcosa di ben più importante! 😈

  19. Vorrei

    anch’io esprimere il mio pensiero su quest’argomento molto discusso e che presenta due facce di una stessa medaglia.

    Sono d’accordo con Davide e p.c.che il principio regolatore dovrebbe essere “il rispetto della legalità sempre e dovunque” anche con l’arrivo delle ruspe ,se fosse necessario e fungesse da deterrente.

    Ma ,nello stesso momento non dobbiamo dimenticare che dovrebbe esistere “IL DOVERE” imprescindibile ,da parte delle Autorità preposte( il Comune, la regione) di redigere e approvare Piani Regolatori,o piani urbanistici ad hoc,a cui il cittadino “DEVE” attenersi pena le sanzioni che andrebbero,si, applicate, senza pietà.

    Se non ci sono questi due elementi(il piano urbanistico e il rispetto delle leggi) ci addentriamo “nell’anarchia” e nel “fai da te”.

    Penso che si dovrebbe incentivare “L’edilizia economica e popolare”(visto il costo troppo alto delle case),e la costruzione di nuovi “condominii” che occupano poco spazio e hanno molte abitazioni.

    Penalizzerei le ville singole(tranne quelle fatte a norma di legge),e darei um maggio impulso alla realizazzione di nuove cooperative

  20. Ciao Gigi,
    ho citato Gasparri poichè in qualche occasione Lei ha lodato l’operato del governo attuale, ed era contento del suo voto, tutto qua.
    Non posso che condividere la necessità vitale dell’ORDINE per uscire dalla mucillaggine in cui si trova il meridione d’Italia…ma si sa è facile parlare ed è difficile applicare…per fortuna almeno Fini si sta dimostrando un buon Presidente.
    Oggi ho letto che Procida ha raggiunto il glorioso traguardo dell’11% di raccolta differenziata…vorrei dire a Gasparri che qua sta aumentando il disordine! 😉

  21. Caro Primomaggio, come sempre metti il dito nella piaga e con due riga riassumi quello che cerco di dire con fiumi di parole col deludente ed evidente risultato di essere sempre frainteso, infatti in questa ridda di opinioni, tra contraddizioni e superficialità, i cosiddetti paladini della legalità, dell’ambiente, della vita ecc. trovano inespiegabilmente comodo condannare il genere umano come se non facesse parte della natura, anzi considerandolo un alieno che si deve combattere e costringerlo all’obbedienza, senza minimamente cercare di approfondire il problema.
    Naturalmente questi atteggiamenti mi costringono a cercare di capire e trovo sempre Faust, il genere umano, che pur aspirando ad una conoscenza senza limiti, non credendo all’attaccamento delle cose terrene ma solo rivolto ad una visione disinteressata e altruistica, è pur sempre tutt’uno a Mefistole o Coccodrillo, che gli impedisce di avanzare più di tanto.
    Caro Primomaggio, come vedi il problema è sempre lo stesso, ed è anche triste capire come tante volte il Mefistole servendosi di appropriati giochetti psicologici riesce a manifestarsi come santariello, cosa che purtroppo riesco con facilità a percepire e di qui le mie vivaci reazioni 👿 –

  22. Caro Peppino, cerco di risponderti imitando un po’ Franco Cerase.
    Ulisse dopo mille peripezie riesce ad arrivare ad Itaca ma trova la sua casa invasa dai Proci, nostri avi, che pagano la loro offesa con la vita. In effetti Ulisse fece giustizia sommaria cosa che a quei tempi era permessa. Ma ai giorni nostri chi si comporta come Ulisse viene subito arrestato, processato tacciato di estremista e quantaltro, questo perché da allora le cose sono cambiate ed ora come si dice siamo CIVILI, quindi questa civiltà ha il dovere di esprimersi tale attraverso ordinamenti, leggi ecc. quindi caro pc questi problemi di Procida che sono anche quelli di tutto il Sud dovrebbero essere risolti appunto da un modo di fare civile e non dalle ruspe.
    Caro Peppino spero quindi che hai capito la gravità delle tue affermazioni, in una società realmente civile come vorresti fosse non dovrebbero esistere gente che sputa in faccia al prossimo, se esistono vuol dire che qualcosa non funziona, sai bene che avvengono cose ben più gravi di un semplice sputo, quindi troveresti normale se tutti si camminasse armati di pistole come si faceva nel far west.
    Ventilare che esistono diversi livelli di protezione politica mi fa pensare che accetti di buon grado il sistema oligarchico che vige da noi e quindi trovi giusto l’intervento delle ruspe che naturalmente non possono andare a cozzare contro i protetti, scusa pc ma ti devo dire che non ti posso proprio seguire in questa tua visione, come non ti seguo quando poni in rilievo le evidenti differenze tra Nord e Sud,… ma pc veramente sei convinto che i Nordisti sono scesi dalle balle di Abramo?
    Mi spiace per te, ma insisto nel dire che l’arrivo delle ruspe mostrerebbe solo chiaramente il basso livello di civiltà su cui poggia tutto il sistema Italia.

  23. E va bene…bisogna confessare!
    Siamo contro il genere umano, presto ci accoppieremo con le capre (seguendo antiche tradizioni della pastorizia) oppure volendolo fare strano in mare con i beluga…e infine proporremo di trasformare alcune celle del vecchio carcere di Procida in camere di tortura per chi ha costruito case abusive!
    E sui i terreni risultanti dagli abbattimenti creeremo cimiteri per cani e gatti con tanto di foto ricordo e fiorellini…
    AAAA e che non se ne parli più! 😎
    Ma tu guarda un pò se dobbiamo essere accusati pure di disaffezione al genere umano…e vabbè doveva capitarci anche questa.

  24. @franco
    mi succede sempre, quando discuto con te di dubitare del mio italiano. Ti faccio un esempio (quello degli sputi) per spiegare perchè secondo me sono importanti le sanzioni e tu prendi la cosa alla lettera. In più mi dici che troverei normale che camminassimo con le pistole quando quello che voglio dire è esattamente il contrario e cioè che senza regole si arriva inevitabilmente al far west. Eppure siamo tutt’e due italiani, anzi procidani…ma mi viene il dubbio che ti diverti a equivocare perchè ti piace provocare 😉 😉 😉

  25. Carissimo pc, penso che non sono il solo ad equivocare, infatti, senza citare qualche post precedente, se non vado errando hai aperto questo argomento riferendoti ad Antonio, Franco e Lorenzo, manco fossimo sostenitori dell’abusivismo e del non rispetto della cosa pubblica, penso invece di essere di quelli che preferiscono avere un po’ di giardino e non qualche stanza in più od una piscina o garage interrato, come ve ne sono tante e tanti che aspettano solo la buona l’occasione per farvi nascere sopra qualche bella casa.
    Apprezzo molto la tua abilità a rigirare le pizze, forse la differenza sta nel fatto che, sì siamo due italiani, ma anche un Procidano ed un Procedese, ed io da buon Procedese preferisco parlare di civiltà e non solo di regole e tratteggiata legalità,…di vera civiltà dove sono già incluse regole, legalità, dove non esistono protetti e protettori, dove non capita che accusatori diventino accusati, che non permette di arrivare al sistema ruspe (che pare vi piace tanto), dove al sud non si odono fastidiosi colpi di carabina, perché non permette l’esistenza di un …Nord tanto/::::/diviso e diverso da un…Sud 👿 –

  26. Caro Antonio,
    ho letto con attenzione l’articolo e continuo a pensare che si tratta di demagogia pura. Per una situazione di vera necessità quante ce ne sono di assoluta speculazione? Non ci dimentichiamo quante abitazioni sono diventate come per incanto prime case per effetto della legge sull’ici. Purtroppo da noi ( ma anche al nord per far contento Franco) fatta la legge trovato l’inganno. Bisogna fare pressione perche ci siano piani regolatori ed edilizia sociale per le classi meno abbienti. Ma quando è necessario ci vuole pure la sanzione! Non dimenticate che stiamo parlando di “abusi gravati da ordine di demolizione, in seguito a sentenza penale passata in giudicato” Non è con il buonismo eil pietismo che si può pensare di creare cittadini degni di questo nome. E senza Cittadini con la C miuscola siamo al Far west!

  27. Forse i cittadini con la C maiuscola si creano buttandoli in mezzo a una strada dalla loro casa seppur abusiva e buttandogliela giu’.Vediamo di
    chi sono le case che speriamo non verranno abbattute a proceta,vediamo
    se hanno una seconda o una terza casa. Meglio che non dico chi sta facendo retorica e demagogia altrimenti dopo ci offendiamo.
    Vogliamo abbattere la casa a queste perso
    ne sta bene ma diamogli prima un altra casa,sbattere la gente in strada e
    abbattergli la casa ripeto seppur abusiva e costruita col sangue,portare la
    gente alla disperazione e magari godere di questa disperazione è una pu
    ra porcata.Spero che la gente di proceta si mobilizzi dando un segnale forte e chiaro IO di certo ci saro’.
    Aux armes, citoyens !
    Formez vos bataillons !
    Marchons, marchons ! (Marchez, marchez !)
    Qu’un sang impur
    Abreuve nos sillons !
    Que veut cette horde d’esclaves, ,
    De traîtres, de rois conjurés ? Pour qui ces ignobles entraves
    Ces fers dès longtemps préparés ?

  28. ‘No comment’ è quanto espresso dal Procuratore Aggiunto Aldo De Chiara alla notizia della nota del Vescovo di Ischia che questa mattina ha chiesto alla Procura ed alla amministrazioni di fermare le demolizioni sull’isola d’Ischia.

    Il Procuratore Aggiunto De Chiara informato del tenore e del contenuto della nota del responsabile della Diocesi di Ischia ha esclamato un netto e secco: ‘no comment’. (ANSA)

  29. caro Lorenzo,
    Tu vedi il problema contingente staccato dal contesto! Nessuno gode a veder la gente per strada (o perlomeno non io!)
    Qua stiamo parlando di società civile e una società civile deve avere delle regole Possiamo criticare le regole e lottare perchè vengano cambiate ma derogare dalla sanzione passata per un giudizio penale significa un’altra cosa! Significa dare un segnale che lo stato è debole e che una volta con la prepotenza, un’altra col pietismo, un’altra con la demagogia, ognuno può fare il cazzo che gli pare! E questo e il preludio del Far west! che tu lo voglia o no.
    Per cui basta parlare di case costruite col sangue! Le case si costruiscono con un progetto e un permesso e se non c’è piano regolatore lottiamo perchè venga fatto. NON VOTIAMO chi mesta nel torbido e ha ogni interesse a che i piani regolatori non si facciano.
    p.c.
    p.s. Comunque pensa che un piano regolatore (lo dice la parola) stabilisce DOVE si può costruire e dove no e ci saranno sempre persone che vorrano costruire dove NON è possibile. Cosa faremo con queste persone che costruiranno prime case “col sangue” ma pur sempre abusive?

  30. Dove c’è civiltà ste cose non avvengono, poichè ste cose vengono troncate al nascere e non dopo dieci o vent’anni. In una Repubblica Banana possono crescere solo giustizieri banali 👿 –

  31. …quindi la colpa non è delle persone che hanno fatto la casa “col sangue” anche sapendo di operare al di fuori della legge ma di chi non ha represso sul nascere tali comportamenti “fuorilegge”?
    attenzione perchè da qui alla esplicita richiesta di uno stato poliziesco ( tu che ti definisci anarchico) il passo è breve 😉
    altro che giustizieri banali!

  32. Scrissi in un mio precedente post:

    “Chi è senza peccato scagli la prima pietra”

    Tutti ,chi più chi meno,siamo corresponsabili dello “sfascio edilizio”: i proprietari che ,scientemente, hanno costruito abusivamente,gli organi preposti al controllo e alla pianificazione territoriale che sono venuti meno ai loro doveri istituzionali,per calcolo politicio-clientelare o per calcoli puramente economici(più case abusive più richieste di condono più entrate Comunali),*******censurato*******
    Ora piangiamo”sul latte versato” e ci lamentiamo se,magari,arriverà la ruspa e ci sarà qualche “capro espiatorio”:siamo in Italia ,più di 2 o 3 manufatti abusivi non verranno abbattuti,sarà male per chi ci capiterà, per il resto non succederà niente:gli abusi(con qualche onere economico in più) saranno legalizzati:questa è l’Italia,purtroppo.

    p.c.

    io sono d’accordo con te per la legalità,però in un contesto sociale dove chi è preposto a progammare,pianificare(Comuni,regioni) programmi e pianifichi, e chi deve adeguarsi alle leggi e alla pianificazione, si adegui ,e, se sbaglia,paga.
    Siccome non c’è ,almeno da parecchi anni, questa “armonia di regole e comportamenti” è molto difficile far applicare la legge “tout court”(come auspichi tu e Davide),perchè “il sistema è sbilanciato”

    Speriamo nel futuro

  33. Peppino tu non vuoi capire che le regole o leggi devono essere uguali per tutti i cittadini di uno stato e a proceta si devono applicare
    le stesse leggi che valgono per tutti i cittadini taliani.Non è possibile
    che a proceta non ci sia un piano regolatore da 40 anni e siamo indietro di 200 anni,non è possibile che una regione per vuommochi politici debba rifiutarsi di applicare le leggi
    emanate dal governo centrale,e non è possibile che nello stesso stato ci debbano essere cittadini di serie A e di serie B a seconda del posto da dove nascono .Poi, non ci sono solo le leggi sull’abusivismo che devono essere rispettate ci sono tanti tipi di reati come ad esempio chi utili
    zza SUPPORTI DI MATERIALE INFORMATICO COPIATO ABUSIVAMENTE ANCHE QUESTO E’ REATO.Anche fare questo è un FAR WEST.Non è che per l’abusivismo ci vuole la pena di morte e per altri reati si puo fare quello che cazzo si vuole.Capisco che non è stato usato il tuo di sangue per costruire queste case percio non capisci e ci scherzi sopra.Noi vorremmo costruire le case con i progetti ma purtroppo non ci viene da
    ta questa possibilita a proceta perche siamo figli di un Dio minore.Tu ne
    vuoi fare na questione politica,a me la politica non interessa e quando ognuno avra una casa quando e se avremo un piano regolatore e la possibilita’ di costruirci legalmente una casa tutti allora abbatteremo chi
    costruisce abusivamente. Per il momento dobbiamo mobilitarci per evitare questi abbattimenti.Stoppare degli abbattimenti di case di povera
    gente è segno di civilta’ di maturita non di debolezza perche non stiamo legalizzando un ecomostro o un grattacielo.Non è accanendosi contro po
    vera gente che si riafferma la legalita.
    Aux armes, citoyens !
    Formez vos bataillons !
    Marchons, marchons ! (Marchez, marchez !)
    Qu’un sang impur
    Abreuve nos sillons !
    Que veut cette horde d’esclaves, ,
    De traîtres, de rois conjurés ? Pour qui ces ignobles entraves
    Ces fers dès longtemps préparés

  34. Purtroppo Pepino non la vuole capire, perchè ste cose non accadono in Francia, Svizzera, Germania ecc. e neanche al Nord, ma peppino spiegami un pò meglio cos’è stà legge o legalità come la chiami tu? Per tanti reati ci sono prescrizioni, indulti e cose varie. Sarà questo un’altro sistema per far girare l’economia? Peppì ma la vuoi capire che questi ci vogliono sudditi e non cittadini? Perchè non si parla degli scempi operati proprio dalle pubbliche amministrazioni? Chi ha sostituito i basoli antichi delle strade con l’asfalto? Chi ha sostituito le statue sul campanile di Marina Grande? Chi ha permesso la costruzione del Parco Margherita? Tutto questo succede nelle Republiche banane dove, ripeto, possono nascere, pascere e crescere intrallazzieri e banali giustizieri 👿 –

  35. @Franco e Lorenzo,
    nonostante cerchiate a tutti i costi di mettere addosso a chi non la pensa come voi l’etichetta di giustiziere, il problema di fondo a cui non rispondete rimane: le leggi vanno rispettate si o no? e chi sbaglia deve essere (sempre) sanzionato si o no?
    Cari amici il mio parere personale conta poco o niente e voi sapete bene che cosa se ne farebbero i nostri amministratori. D’altronde la stragrande maggioranza dei procidani la pensa come voi e noi, come ho gia detto, siamo in un paese democratico.
    Ma una cosa è certa o c’è per tutti il rispetto delle regole (e la nostra qualità della vita è migliore) o ” chi se sceta primm’a matina cummanna” e allora non ci dobbiamo meravigliare di niente, nè della spazzatura nè dell’abusivismo nè del traffico etc etc etc…
    ma ho l’impressione che quello tra noi sia un dialogo tra sordi 😉

  36. Sì peppino è un dialogo tra sordi e ciechi, la parola giustiziere certamente non era diretta a te, ma a quelli che giudicano. Come mai tra le tante case abusive solo alcune saranno abbattute? Se c’è una legge che pone limiti ben precisi, come mai si riscontrano di queste discordanze?
    Vedi non per andare di pala in frasca ti voglio raccondare la vicenda vissuta da noi naviganti per l’amianto, alcuni anni fà un centinaio di questi decisero di sporgere causa all’imps per essere riconosciuti a livello pensionistico, allora gli avvocati decisero che era meglio formare due gruppi di circa cinquanta, poichè sostenevano che se andava bene per un gruppo certamente sarebbe andata bene anche per l’altro, il primo gruppo ha subito vinto la causa con un riconoscimento molto sostanzioso sia per la pensione che come arretrati, invece poi la seconda causa è stata persa e pare che a sentenziare fosse stato sempre lo stesso giudice, dico pare poichè effettivamente non ne sono sicuro, però sembra che così si dice in giro, cmq da allora pare che cause non ne sono state fatte più perchè gli stessi avvocati lo sconsigliavano. Certamenter a me, come a tanti altri 700 o 800 Euro in più di pensione farebbero molto comodo, quindi caro pc di quale legalità legge vai parlando, di quella come dovrebbe essere o di quella che si applica nelle repubbliche banane ❓ –

  37. Peppino io non ti devo piu rispondere,perche tu sei na brava persona,met
    ti in mezzo ste discussioni che mi coinvolgono emotivamente e io mi sca
    glio pure contro di te.La cosa non mi piace perche poi mi pento e sto ma
    le.Non per le mie convinzioni ma perche mi scaglio contro di te che sei na
    brava persona.Stamattina è venuta in banca una delle proprietarie delle
    case che verranno abbattute avessi dovuto vederla il marito è invalido a
    cento per cento veramente .Non so proprio come si puo abbattere la casa
    di una persona del genere.Mah.Non so.
    laurent

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...