parliamone #1

Si ricomincia dal numero 1. Ben trovati e cari auguri. Napolitano  ha detto : “Dalla crisi un’Italia più giusta”. Plauso bipartisan. Bravo Presidente. Evviva la retorica!

69 pensieri su “parliamone #1

  1. resto freddo di fronte a una cosa del genere…non c’è più il servizio militare, la fazioni di quelli che criticano l’inno di Mameli si allarga…a questo punto cambiamo anche bandiera e ridiamo in faccia al presidente e non ci resta più niente… posso mai ricordarmi di essere italiano durante le partite di calcio?chissà forse aveva ragione Giorgio Gaber…io non mi sento italiano MA PER FORTUNA LO SONO

  2. Il Presidente della Repubblica Italiana NAPOLITANO ,nel discorso di fine anno ha detto:
    “Dalla crisi deve,e puo uscire ,un’Italia piu giusta.Facciamo della crisi un’occasione per impegnarci a ridurre le sempre piu acute disparità che ci sono nelle condizioni di vita:per riformare un sistema di protezione sociale squilibrato e carente; per elevare,a favore dei figli delle famiglie piu modeste,la possibilità di istruzione fin dai primi anni e di ascesa nella scala sociale”. Questo è solo ,logicamente, una parte del discorso che è tutto un inno ,un invito agli italiani,affinchè ,in questo momento di crisi mondiale,ricorrano alle loro energie piu vive per superare la crisi.

    GRANDE DISCORSO DI UN GRANDE PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA,
    BRAVISSIMO NAPOLITANO
    HAI DATO LINFA E VIGORE ALL’ORGOGLIOSITA’ ITALIANA CHE SANNO SEMPRE RISORGERE DALLE CENERI

  3. Hippy 2009 from Cymru, UK.

    I read with interest your blog, especially Waste, Procida and a Time for a Change articles.

    I believe in an age of Peak Oil and Climate Change, we must improve our use of resources. This is especially true of an island. Where resources are finite and more noticeable with their absence.

    I fondly remember my time on your island and wish everyone all the best for the new year.

    Peace and Goodwill,

    Adam.

  4. A me Giuseppe mi pare tanto un parente di Geppino, comunque il Presidente facesse questi discorsi a Tremonti, Gelmini ecc. ecc. non a noi Italiani che la crisi la conosciamo veramente. Tagliasse gli stipendi e le pensioni ai Parlamentari e poi forse anche loro capiranno cos’è la crisi e troveranno una soluzione ad essa.

  5. Cari amici cose volevate dicesse il presidente Napolitano, è chiaro che le cose non vanno bene, ha cercato di dare un poco di coraggio al popolo.Mettetevi nei suoi panni, crisi mondiale, tangenti a Napoli ,caos sulle riforme.cosa poteva dire, ha fatto bene il suo mestiere dai.Ciao

  6. Mi dispiace usare Feltri come portavoce, ma per rispondere ai commenti sopra elencati approfitto di quello che ha scritto su “Libero” oggi e che mi trova consenziente.” Tocca ogni 31 dicembre da sessant’anni e ci è toccato anche lo scorso mercoledì. Una barba infinita che sarebbe ora di togliere “.

  7. Marina

    come hai fatto a capire che ero io, è un mistero per me,lo faccio ogni tanto ,così tanto per cambiare.
    Marina, secondo me, i tuoi colori preferiti sono il bianco e il nero:mi puoi spiegare perchè ,nel tuo modo di vedere le cose,in primis la vita politica italiana,vedi sempre un solo colore(in senso metaforico, s’intende),o tutti buoni o tutti cattivi,o bugiardi o veritieri.
    Ma allora a chi dobbiamo credere,se non alle istituzioni statali,e ai ministri nostri rappresentanti?
    Non dico che bisogna accettare tutto come oro colato(parlo anche del nostro Comune,ch’è una istituzione dello Stato:come in tutte le cose c’è anche una zona intermedia,si possono fare alcune cose buone come altre che magari sono inefficaci:non puo essere o tutto nero o tutto bianco. Ma tu da che parte stai:con lo Stato o no? o sei un extra parlamentare.Quali sono i tuoi punti di riferimento io non l’ho capito,sei enigmatica per me.

    Il PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA NAPOLITANO

    ha fatto un ottimo discorso,ora sta al governo e ai cittadini farlo applicare nella realtà concreta

  8. Geppino, sei talmente scontato che con qualsiasi nome ti riconosco.

    Non è detto che, se abbiamo votato le persone sbagliate, ce le dobbiamo tenere e tacere. Se chiedi in giro, attualmente i rappresentanti dellla nostra amministrazione non li ha votati nessuno. Sembrano tanti San Pietro che rinnegano i loro voti e non c’è neanche bisogno che il gallo canti tre volte, ma saranno lì a rivotarli fra due anni.Io invece ti dico che in passato ho votato questa amministrazione ma, alla luce dei fatti, sono stata ampiamente delusa dalla loro incompetenza e superficialità. Non vedo perchè, vista la mia delusione, non possa sperare che vadano tutti a casa al più presto. Lo stesso vale per il Governo ed i Parlamentari: ci hanno ridotto in mutande sia quelli di destra che di sinistra e, per me questo sistema è arrivato alla frutta. Bisogna snellire il parlamento, non servono a nulla tutti quei deputati che, basta guardare Striscia la notizia, stanno li solo a succhiare il nostro sangue. Io guardo positivamente alla Spagna che, qualche decennio fa era arretrata e incivile, mentra attualmente ci ha fatto un bel sorpasso. Ma tu guardi mai Report quando fa i confronti con Spagna e Francia? E proprio in quel momento che io mi vergogno di essere italiana. Tu continua a cantare l’inno di Mameli che è l’ultimo che ancora può dire: “L’Italia s’è desta”.
    Cordialmente
    Marina

  9. Ciao Geppì come và? Ricordati che la donna ne sà una più del diavolo, perciò il tuo anominato non ha funzionato e Marina ti ha subito smacherato, giusto per capirci ti dico che per me Gigi ha ragione in pieno-

  10. Marina

    sono d’accordo su quasi tutto quello che hai scritto,anch’io sono deluso come te;solo sul paragone con Spagna e Francia non siamo tanto d’accordo per via di alcune scelte etiche….che non approvo.
    Ti saluto

  11. facciamo una cosa prendiamo il presidente della repubblica e mettiamolo alla gogna di fronte al mausoleo del milite ignoto…ma ci rendiamo conto dove stiamo arrivando?Ha fatto in pieno quello che dove fare un discorso speranzoso (non fiducioso che sarebbe diverso) poteva mai affossare il paese in una depressione ancora maggiore? Sono onesto quando dico che gli ultimi due presidenti sono stati ligi al loro dovere essendo testimoni di 60 anni di Repubblica Italiana.

  12. Ciao Marina, in una delle prime mie uscite erroneamente ti attaccai perchè pensavo tu fossi un altra persona, e ti chiedo scusa per questo.Vuole avere la bontà di incontrarmi da qualche parte per mettere a punto la nostra conoscenza visto che sono sempre in accordo con quello che dici? un saluto gigi

  13. “piccola” correzione:
    in quanto a retorica e demagogia noi tutti non siamo secondi a nessuno 😉

  14. peppino non ho capito l’affermazione nè capisco la correzione…
    comunque per dirtela tutta non capisco nemmeno chi si vergogna di essere italiano…prendetevi la cittadinza di San Marino,di Andorra o di qualche altro paesino di questi;magari, se siete abili in qualche sport, andate a fare pure le olimpiadi…

  15. Hello Friends,

    Marina, I do speak English! and very little Italian, Sorry!
    Elizabeth and I stayed in Procida during Christmas/New Year 2003. We are friends of Maria Ridda and her family.
    I am very interested in your Energy and Resource Use on Procida, as you are an island and many services must come from Naples.

    Self-sufficiency is even more important for Procidan’s and in my opinion, more local facilities must be provided on the island.

    In the UK, we have Local Area Plans, which show how services can be provided locally. This can improve local education, training and employment. I have read on the blog about various documents and policy related to Waste and Land Management. Are these made on Procida or in Naples? Also what input do residents have in this process?

  16. @andrea
    E sempre facile farsi fraintendere 😦
    Ho detto solo quello che sta scritto e cioè che è molto facile (anche per noi, in questo blog, in questa occasione ed in moltissime altre) fare demagogia e retorica. E ti assicuro che sia l’una che l’altra mi danno il voltastomaco e che questa mia insofferenza mi ha portato molti nemici.
    In ogni caso non ho mai detto di vergognarmi di essere italiano (dove l’hai letto?) e nonostante tutto penso che in quanto a virtù siamo tra i più bilanciati del mondo.
    Ciò non toglie che quando sento o vedo certe cose mi vergogno in quanto procidano, altre volte come italiano e troppo spesso come essere umano 😦

  17. Dear Adam, thank you for your words and for the whishes regarding ‘our’ island. Giovanni

  18. Per Gigi:
    Non ti devi scusare, perchè a me piace quando gli altri non sono d’accordo con quello che dico, è più stuzzicante per la mia innata curiosità, così posso verificare la coerenza delle mie posizioni e fare anche un pò di autocritica che non guasta mai. Certo mi infastidisce chi , a priori, mi attacca su qualsiasi posizione, si vede che è pregiudiziale, ma a quelli non rispondo neanche… Mi farebbe davvero piacere incontrarti. Dimmi dove e quando e farò il possibile per esserci. Marina

    P.S.per P.C.: traduci quello che dice il nostro amico Adam perchè penso sia molto interessante per tutti.
    Baci

  19. Sig. Barone, per quanto mi riguarda mi sento cittadino del mondo da quando sono nato. Fra l’altro ho anche due passaporti.

  20. Grazie Davide, Sandro Pertini per me è un mito.
    Forse è cominciato lo sfacelo proprio da quando è andato via lui.
    Mi fa ancora emozionare quando lo vedo nei filmati…

  21. @Peppino
    non mi riferivo a te nè ho detto che tu ti vergogni di essere italiano volevo capire solo cosa volessero dire i tuoi interventi
    @GiovanniBarblan
    non mi chiami signore…mi mette in imbarazzo,sono solo un ragazzo di 24 anni che ha un solo passaporto e se lo tiene stretto perchè sono dell’idea che chi è cittadino del mondo come prima cosa deve essere ben radicato nella propria patria solo così si rispettano quelle altrui

  22. Dai p.c. non esageriamo con tutte queste vergogne, fingiamo o non vediamo tante cose serie come ad es. il fatto che il nostro comune spende oltre un milione di euro all’anno per avvocati e poi non ha i soldi per tante cosette importanti, come ad es. far partire la differenziata etc.

  23. Attenzione caro Andrea , i nazionalismi esasperati (Lei sembra quasi rimpiangere il servizio militare obbligatorio, si lamenta dell’inno di Mameli quasi dimenticato, ci ricorda il milite ignoto ecc.) sono molto pericolosi, specie oggi che viviamo in un ‘ Europa unita. Il trinomio ‘Dio,Patria,Famiglia’ che apparteneva al ventennio, come ho già scritto altre volte, è dietro l’angolo.

  24. c’è un intervento in coda di moderazione…quando ha tempo ascolti quella canzone credo riassuma bene quello che penso

  25. Signor Barbaland, mi scusi, ma mi dice dove vede questa Europa unita in cui viviamo?
    Dov’era l’Europa unita quando in jugoslavia e stat dilaniata da dieci anni di guerra civile e si ricravano i campi di sterminio (50 anni dopo i campi nazisti ), e’ fu solo dopo l’intervento americano che “l’Europa unita” decise di intervenire sempre a rimorchio per far cessare un nuovo sterminio, oppure dov’era e dov’e’ “l’Europa unita” nelle varie crisi mondiali, personalmente vedo uno sfavillio di voci, spesso contrastanti, che certo non denotano certo una unita politica (vedi carta costituzionale).
    Saremmo forse unita da una unica moneta, ma certo da qui ad avere una Europa unita politicamente ne deve passare ancora di acqua sotto i ponti.

  26. Propongo

    A.Barone,avendo cosi alto il “senso di appartenenza allo Stato Italiano”, come esempio di “ITALIANO VERO” cosi come canta T.Cotugno.

    Se l’Italia ha fatto passi indietro, è proprio perchè stanno venendo a crollare alcuni valori fondamentali:DIO,PATRIA,FAMIGLIA.

    Il trinomio ,come dice Barblan,.
    Con la secolarizazzione delle religioni ,della società,si sta ,purtroppo mettendi in discussione tutto.

    Finanche un discorso di fine anno del nostro PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA è irriso, sottovalutato:addirittura il testo soprascritto parla che è retorica.
    Addirittura c’è chi gli fa credito a Barblan come Marina A., che, addirittura non si sente nemmeno italiana.
    Cosi la politica,il mondo va a rotoli,quando non si crede piu a niente:i politici sono tutti corrotti,il governo pensa solo a rubare, il Presidente della Repubblica è un semplice accessorio…

    ANDREA devo dirti che ,nonostante la tua giovane età,sei molto saggio ed equilibrato,ti dovresti buttare in politica perchè hai alto il senso dello Stato e delle istituzioni.

    PERTINI o NAPOLITANO,uguali sono,rappresentano entrambi la stessa altezza istituzionale

    Sig. Barblan
    sei molto bravo a scrivere i testi da commentare:peccato che quando ,per carità, legittimamente,scrivi le poche paroline di commento,
    esci fuori binario,rovini tutto.Peccato

  27. Lei ancora non ha capito che cosa significhi restare nel binario e uscirne. Peccato,peccato!

  28. L’orgoglio nazionale viene fuori quando ci si sente ben rappresentati e quando le persone straniere continuano a scegliere le mete italiane perchè sono tra le più belle del mondo. I nostri monumenti, le nostre città d’arte non sono pari a nessun altro stato europeo, per non parlare del meraviglioso partrimonio naturale di cui disponiamo, secondo a nessuno. Questo però non significa che dobbiamo campare di rendita su quello che ci ha donato la natura e i grandi artisti del passato. La bellezza di un paese si basa anche su servizi e infrastrutture che lo rendono moderno e sicuro, sulla sicurezza di andare in giro senza essere scippati, sulla possibilità di trovare una biglietteria in una stazione ferroviaria del sud italia, sulla certezza di non mangiare cibi avvelenati dalla diossina, nel camminare su strade dove non sono depositati sacchetti di rifiuti e dove vivono ratti e animali randagi in condizioni igieniche precarie o addirittura assenti. Il mio sdegno è dato proprio dal fatto che mi sento italiana al 100% e vedo questa mia terra in uno stato di abbandono gravissimo. Le poche opere pubbliche che vengono realizzate dopo lunghi anni di lavori fiume, sono fatte male e sono destinate a durare meno tempo di quello che è occorso per costruirle, solo perchè tangenti e appalti mirati hanno impoverito il budget destinato alla loro realizzazione. Ma ancora state a scrivere di stronzate?
    Scusate il termine ma sono incollerita, vedo un figlio che prende una cattiva strada e c’è ancora chi difende i malfattori che lo hanno spinto a prenderla.

  29. Per Andrea. Ho sentito la canzone che rientra, ahimé,in quel filone nazional-popolare ben lontano dal significato originario che aveva voluto dargli Gramsci, e che ci ricorda i vari Merola, Pippo Baudo e compagnia bella.

  30. vabbè se pensi così certo non posso convincerti del contrario…gradirei solo una spiegazione su Merola e PippoBaudo…non ho colto la sottigliezza

  31. Ti rispondo con un’analisi di un’alunna di terzo liceo. “Gramsci si rende conto che il popolo non legge per colpa dell’intellettuale troppo estraneo ai suoi problemi. Ciò lo porta a formulare la concezione di una nuova letteratura nazionale e popolare creando un punto di contatto tra gli intellettuali e il popolo.I suoi intenti però furono mal interpretati e vennero pubblicate numerose opere di scarsissimo valore sia dal punto di vista artistico che contenutistico, che pure vendevano,destinate ad un pubblico facilmente impressionabile con cosiddetti versi da melodramma. Con la frase ‘Andate al popolo’ evidentemente egli non intendeva questo: intendeva istruirlo, offrendogli dei mezzi per acquisire dignità e consapevolezza. Dopotutto non dobbiamo dimenticare che questo è un problema ancora attuale: spesso per andare al popolo e fare opera di divulgazione si rischia di ‘scadere’ e commercializzare la cultura, vanificando e annullando quella che dovrebbe essere la funzione guida dell’intellettuale” (Tiziana Pani). Ora ti sembra che i vari Merola, Pippo Baudo e cento altri ,anche se di mestiere non fanno l’intellettuale, possano offrirti dignità e consapevolezza’?

  32. Chiaramente in linea di massima si è persa fortemente la fiducia nelle istituzioni, politica etc. e questo penso dipenda molto dalla constatazione e convinzione che alla fine a pagare è sempre solo il popolo. Dire che sono stati fatti grandi passi indietro perchè sono venuti meno valori come Dio, Patria e Famiglia significa non essere mai stati con i piedi per terra. Non riesco a cogliere il senso paternalistico di p.c. che addirittura troppo spesso si vergogna come essere umano. Per quel che mi riguarda credo che il nostro problema dipinde dalla nostra (diciamo incomprensibile) necessità che ci spinge a stare troppo negli schemi rendendoci così incapaci di trovare il coraggio e la forza per reagire, diventando in tal modo simili a tante ranocchie-

  33. Caro Franco, voglio ricordarti cosa diceva il Giusti.” Il popolo ignorante tutto vede eppur ci crede”. Sono perfettamente d’accordo con te soprattutto per quanto riguarda il tristo trinomio ‘Dio,patria,famiglia’, orgoglio della retorica fascista.

  34. Perchè la gente come me che è nata tanto dopo il ventennio, deve essere accusato di portare avanti la “retorica fascista” ?
    Per l’amor del cielo non ho la cultura dei miei interlocutori nè devo giustificarmi dalle loro invettive, ma per vorrei precisare che nessuno a parlato di Dio e di Famiglia ma si è accennato solo alla Patria… non mi sembra che patriottismo e fascismo siano sinonimi

  35. Per il sig. Giuseppe. A parte che non ho bisogno di crediti e mi fa piacere essere almeno insieme con Marina Ambrosino (la Sua frase è peraltro piuttosto offensiva), mi vuole spiegare che cosa vuol dire che “con la secolarizzazione delle religioni, della società, si sta, purtroppo, mettendo in discussione tutto ?”

  36. Per Andrea. Lasciamo correre il termine “invettive” che non è certo il più appropriato. Se leggi dei buoni testi storici troverai che l’estremo nazionalismo ( e mi sembra che tu ne abbia abbastanza )ha sempre portato al fascismo,dovunque e comunque, malgrado l’età. Sono verità storiche, ampiamente documentate.

  37. non ho elementi per ribattere alle accuse (perchè di accuse si tratta),non ho di fatto letto nessun buon testo storico ma le voglio porre questa domanda: l’amor per la patria è solo una caratteristica del fascismo?
    se è così da domani esco con la camicia nera…

  38. Sig. Barblan

    Con il virgolettato ho voluto intendere che è in atto un certo declino dell’influenza religiosa nella società civile che porta a mettere in dubbio tutti e tutto.
    Per quanto riguarda la sua critica(dicendo che è pura retorica il discorso di Napolitano,ho voluto far intendere che c’è stata solo una sola adesione a questa critica (quella di M.Ambrosino),senza avere la benchè minima intenzione di essere offensivo con nessuno,volendo far rilevare solo che era un giudizio ,il suo, quasi solitario,e non mi meraviglio di questo:il patriottismo trionfa sempre!

  39. ho un commento in coda di moderazione da ieri mattina per rispondere a Giuseppe ….solo perchè ho usato una parolina che potrei anche sostituire. Per favore moderatore…. non ha più senso, se passa altro tempo.

  40. @marina
    la “moderazione ” scatta in automatico. Purtroppo non sto sempre dietro l’angolo per leggere ed approvare tempestivamente.
    anch’io mi devo guadagnare il pane! 😉

  41. @andrea barone
    Andre’, ma perchè prendi tutto alla lettera?
    che “l’estremo nazionalismo ha sempre portato al fascismo” non è una trovata di Giovanni ma un’analisi storica (fatti).
    da questo a dire che vuoi uscire con la camicia nera perchè senti ” amor di patria” ce ne corre! 😉

  42. @peppino
    camice nere non ne ho e non ne comprerò…sai com’è non sono uno smilzo e voleva essere una battuta per scherzare
    Tuttavia non mi sembra un’analisi corretta ed esaustiva;è facile anche per me, che non ho letto tanti libri di storia, portare un esempio di nazionalismo che non ha nulla a che fare con il fascismo: prendiamo gli Irlandesi…5milioni di fascisti? o 5milioni di persone attaccate alla propria patria?Peppì la parola nazionalismo non l’ho messa in mezzo io, parlavo solo di amor patrio e mi hanno messo in bocca trinomi,retorica fascista e quant’altro…

  43. Per Geppino ed Andrea
    Voglio raccontarvi delle considerazioni che sempre faccio osservando il comportamento della mia cagnetta Giallina in una data situazione, ogni qualvolta la porto con me al guinzaglio nell’attraversare il viale passiamo sempre tra gruppetti di bei gatti e noto che Giallina passa tranquillamente tra questi senza manifestare alcun fastidio od intolleranza, la cosa mi meraviglia poichè talvolta alcuni di questi gatti vengono nel mio giardino ed allora è guerra, Giallina scatta come un fulmine ed abbaiando li rincorre, a volte avvengono veri e propri scontri all’ultimo sangue e devo intervenire per evitare il peggio. Sappiamo tutti che tali atteggiamenti da parte dei cani sono abituali e ci dicono che quest’ultimi considerano il loro territorio di un’appartenenza in maniera quasi patologica e non tollerano altrui presenze. Quindi cari amici credo che vanno bene determinati valori come l’amor patrio, la religione, i confini etc. ma sempre che il tutto è espresso in maniera moderata ed umana che manifesti il solo scopo di migliorare una sempre più sincera e riguardevole convivenza che ci permette di differenziarci dai cani-

  44. Dici bene Franco. Il nazionalismo estremo in Italia oggi appartiene a ridicole bande emarginate culturalmente, ma si sa i pazzi sono ovunque.
    Un sano sentimento di appartenenza nazionale dovrebbe essere in ogni buon italiano. Ciò che ritengo molto grave, invece, sono le parole, i gesti, i pensierini e le convinzioni di certi personaggi che sono MINISTRI DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Questo è solo l’ultimo episodio:

    http://it.youtube.com/watch?v=iXYsOpcOqf8

    Per fortuna le parole di Fini hanno condannato simili comportamenti

    http://it.youtube.com/watch?v=c9bkIbrstpo&feature=related

    Ciao

    Davide

  45. caro barblan sarà anche retorica fascista ma se togli Dio, patria e famiglia,rimani solo tu,vale la pena? meglio la retorica fascista non ti pare. Un saluto

  46. Hello Adam, good morning, how are you? I am Mariaridda’s uncle, I think we met during your stayed in Procida.
    Sorry for my be late in answerring, but I am in Napoli and my daghter (other Maria Ridda) was always busy with computer. I think you know that in our family we have three(3) very pretty Maria Ridda and only two(2) Leonardo Ridda. Sorry for my very poor english. I think you must try to write in Italian to improve it on this matter.
    All the best for the new year, by…by franco

  47. Per il sig. Gigi. Per fortuna ho altri valori, religiosi e laici, non legati né alla retorica, né alla demagogia che impregnano il tristo trinomio.

  48. finalmente è uscito il mio commento…non ci speravo più. A Gigi volevo dire che aspetto sempre il suo invito.

  49. Visto che il dibattito è impostato su determinati valori come, amor patrio, confini, religione, nazionalismo e diciamolo pure, fascismo, stamane volevo addentrarmi in questa discussione ma vi ho rinunciato per altri motivi. Convinto in ogni caso che gli attuali problemi, sia italiani che mondiali, non si possono risolvere col rafforzamento di tali valori ed ideologie e sopratutto amareggiato poichè non ci si rende conto che determinati sistemi sono già dietro l’angolo per non dire già in atto, quindi quando mi trovo in queste circostanze preferisco, il più delle volte, assentarmi dalla discussione e rivolgere lo sguardo verso la natura che ci circonda cercando di capire come agiscono i nostri vicini che vivono molto più a contatto con essa, comparando il loro modo di vivere con il nostro.
    Continua…

  50. Continuo, scusate l’interruzione ma questo computer ogni tanto si disconette da internet perdendo così tutto il lavoro.

    Qualche giorno fà abbiamo assistito alla migrazione di una tribù di GRU, erano oltre 160, molti sono stati testimoni di questo meraviglioso passaggio di uccelli e Davide Zeccolella, come suo solito, ha commentato l’evento su forumfreenet, corredandolo anche di foto, ebbene ho provato ammirazione mista ad invidia per questa piccola comunità di uccelli, per il loro modo di vivere, per la loro libertà, vivono in comunità cercando così di migliorare le condizioni per la loro collettiva sopravvivenza senza avvertire la necessità di vivere in delineati confini, di mala politica, di imbrogli e di strani innaturali valori. Noi invece con la nostra intelligenza abbiamo impostato la nostra società sul pauroso concetto della morte, tutti la temono, nessuno ne parla, nessuno l’accetta e tutti cercano di raggirarla con illusorie sublimazioni, preconcetti, strane ideologie, esasperata ricerca del potere, da cui nascono i radicati valori di cui tanto stiamo discutendo-

  51. Il mio discorso si ferma all’amor patrio (come valore non mi sembra tanto innaturale). Il resto lo avete fatto voi…perchè a prendere alla lettera le parole qualche volta si sbaglia, ma mai quanto interpretandole… questo il mio congedo da questa discussione visto che altrimenti esce in giro che mio padre è il dott.Mengele
    buon prosieguo

  52. Gentile Marina, io sono sempre libero ,tu penso un poco di meno,dimmi tu dove e quando.ciao

  53. scusa marina, dimenticavo che c’è la messa in suffragio del mio amico Gaetano lubrano,scusa sarà per la prox volta.ciao

  54. Sono d’accordo con te caro Franco, saremmo in migliore compagnia con le splendide gru, molto più umane dei cosiddetti “umani”.

  55. Questo SECONDO

    inconto al vertice tra Gigi e gli altri quando ci sarà(vorrei esserci pur io)

    Ah dimenticavo…dove ci vediamo a.. TEANO…?

  56. a proposito di retorica, provate a leggere l’intervista di giuliano vassali (http://www.repubblica.it/2009/01/sezioni/politica/proposta-rsi/proposta-rsi/proposta-rsi.html) a proposito dei repubblichini. leggetela tutta , io vi riporto una breve risposta che mi sembra chiara sul pericolo che Giovanni paventa : “Ma cosa vogliono ancora? Hanno avuto tutto, l’amnistia di Togliatti, la legittimazione democratica immediata, l’Msi in Parlamento, adesso sono al potere. Eppure vanno avanti, incuranti del fatto che non esiste paese in Europa dove i collaborazionisti del nazismo sono premiati”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...