parliamone #6

Forse ho distrattamente pigiato qualche tasto ed è sparito’ parliamone 6′. Parlavo del bel film I segreti di Brokeback mountain trasmesso castrato da RaiDue che ha tagliato alcune sequenze amorose fra due cowboy ritenute troppo osé. Sono, invece, immagini quasi caste rispetto alle volgarità che la TV ci propugna ogni giorno. Ma quello che più mi ha stupito è stata la dichiarazione del direttore generale Cappon che ha parlato di errore di copia! Chiedo scusa per l’involontario incidente.

Annunci

29 pensieri su “parliamone #6

  1. ….hai perfettamente ragione Giovanni.
    Siamo lontani da paesi come la Spagna e la Francia (farà piacere al ns Laurant:))
    Non ho visto il film ma ne parlano certamente bene, un giorno lo vedrò.
    Un abbraccio a tutti (gay compresi)!!!
    Ps.: il Cappon poteva pure inventarsi un scusa un pò più plausìbile.

  2. Fracamente il film il l’ho visto (versione intergarale) e’ devo dire che e’ molto bello e fatto molto bene, quindi non capisco proprio la censura, stranamente d’accordo con la signora Dora “visto le porcherie che passano”.
    Se proprio volevano censurare potevano iniziare tagliando la sfilza di culi e tette trasmesse ad ogni ora e in ogni trasmissione (fatto salvo lo Zeccino d’oro), senza considerare le trasmissiondi dlla Maria de Filippi veri e propi insulti alla dignita umana (ma quelli sono trasmessi su reti private e fanno parte di un discorso a parte)

  3. Tadzio

    Tu dici che siamo molto lontani dalla Spagna e dalla Francia per l’emancipazione presunta,

    e,io aggiungo ,se me lo permetti,”PER FORTUNA”;per fortuna che siamo in Italia che ancora crediamo a certi valori come il matrimonio naturale tra l’uomo e la donna, e non i matrimoni gay

    Per quanto riguarda il film,credo a Skcoan se dice che è fatto bene e ha avuto molti premi.

    A quanto mi è dato di capire siamo passati dai western alla Wane, a quelli italiani con i fagioli di G.Gemma e siamo arrivati a l

    “western gay” con questo film

    Mi spieghi l’autore del testo cosa vuol trasmettere questo film alla gente comune, perche non riesco ancora a capirne il significato,il messaggio

  4. quoto in toto….
    p.s. mi sento così strana nel sentirmi chiamare signora…..considerando che ho solo 26 anni…:)

  5. si caro franco, siccome Giovanni ha cancellato involontariamente il post parliamone 6 sono partiti anche i commenti (purtroppo)

  6. Ma perchè i gay non sono naturali?
    A me sembra che sono sempre esistiti da quando è nato il mondo.
    E’ la Santa Romana Chiesa che li ha resi innaturali, mica si sceglie di diventare gay!
    Anzi molti gay, prima della liberalizzazione, venivano dirottati proprio allo studio in seminario.
    A me sembra molto peggio imprigionare i propri istinti omosessuali dietro la facciata della castità clericale, che vivere liberamente la propria sessualità con persone che vogliono le stesse cose.
    Penso non facciano male a nessuno, soprattutto ai bigotti cattolici, che si battono in petto la domenica e fanno le peggiori oscenità nei giorni feriali.

  7. per Dora
    non era ia intenzione essere sgarbato, solo non conoscendola, ho usato il termine signora, vuol dire che da oggi usero il termine signorina
    saluti

  8. Rispondo al sig. Geppino che il testo proposto si commenta da sé. Capirne il significato dipende dall’ottica con cui lo si legge.

  9. scusate, mi sa che il mio commento è stato pubblicato dopo….mi riferivo al commento di skycoan, che ho condiviso…….in toto
    e ora che leggo il messaggio di marina sui gay condivido anche quello….

    per skycoan

    non mi sono mica offesa…..per quanto mi riguarda mi può dare tranquillamente del tu e chiamarmi più semplicemente Dora……
    elimianiamo le distanze…..

  10. Marina

    sono d’accordo con te che ognuno deve seguire la propria natura sessuale, come l’omo o l’etero sessuale:niente da eccepire.

    Ma da qui a legalizzare,come in Spagna, il “matrimonio omosessuale”,è una cosa assurda e sensa senso.

    Dal tuo scritto sembra che sei anche tu d’accordo,o mi sbaglio?
    Mi sembra che in quest’epoca di “relativismo” imperante e che si annida solo in certi ambienti sinistroidi,se perdiamo anche questo valore,che è la cellula primaria della società composta da un uomo e una donna,allora

    penso che ci stiamo avvicinando al declino sociale ed etico.
    Che ne pensi?

  11. io sono da’accordo con il legalizzare i matrimoni gay e anche fare in modo che possano adottare figli…la famiglia secondo me si costituisce di persone che si vogliono bene e per me il nucleo che portanp avanti tutte le religioni, madre, padre e figli è superato da un pezzo, anzi è ipocrita…..

  12. Mi dispiace Geppino, ma non sono mai d’accordo con te. Non te lo vengo a dire perchè credo nella libertà di opinioni.
    Lungi da me osannare Berlusconi, ma neanche Prodi e tutta la casta alla quale appartengono, che sta impoverendo l’Italia intera; lungi da me osannare Ratzinger perchè, per me, ogni essere umano ha il diritto di vivere come meglio crede e anche morire come meglio crede. Poi, se uno è credente, può aspettarsi un giudizio, ma non su questa terra, e assolutamente non da uomini fallibili come lui. Ricordi il Vangelo: “Chi è senza peccato scagli la prima pietra”: nessuno su questa terra, anche il Papa in persona, può indicare a tutta l’umanità come comportarsi. Lo può fare come linea guida per i cattolici ma non anche per i laici. Nessuno ha mai detto che si intende legalizzare il matrimonio cattolico gay, ma per il matrimonio laico non vedo quale è il problema. Ho conosciuto tante persone gay e ho molti amici omosessuali che non scambierei per un milione di cattolici praticanti.
    Non so, dal mio scritto, come hai fatto a capire che ero contro il matrimonio omosessuale, forse hai sbagliato persona o forse commento.
    Scusami per la franchezza.
    cordialmente Marina

  13. Insomma Geppino sei irremovibile, ieri sera abbiamo parlato l’intera serata, ma a che pro? Ciao-

  14. Franco

    hai detto bene, abbiamo parlato,ma questo non vuol dire convincere.

    Tu ,Dora e Giulio ,penso, avete piu una visione “atomista” e “materialista” della vita, dellle cose.

    Tu e Dora vi preoccupate,vi informate sul “bosone di Higgs”,si,sara pure importante capire meglio il meccanismo dell’universo, con le scoperte avremo qualvhe anno in piu da vivere.

    Non cambierà niente,rimarrà l’uomo, sempre con la sua limitatezza ,con il suo bisogno di trascendenza.
    Noi non siamo nati dal “big bang” ,non abbiamo origine dal “caos”,nè siamo solo un ammasso di atomi.
    Io rivolgo il mio sguardo alla parte trascendente dell’uomo, all’anima ,allo spirito,non mi importa saper come siamo fatti, ma perche “siamo stati creati”,chi ha dato l’input iniziale,quali scopi si prefiggeva:so che tutte le piu grandi persone hanno speso una vita a studiare,a capire ciò:è a queste persone che cerco,ma ahimè! senza riuscirci di approfondire.
    Il “BOSONE ” sarà pure importantissio per la ricerca scientifica per aver capito qualche cosa in piu,ma,credimi Franco,non è “niente”rispetto alla vera conoscenza ,che è quella dell’essere umano,della sua inclinazione al trascendente.della comprensione della sua spiritualità.

    Una cosa è la natura(che Dio ci ha dato per proteggerla e per farci mangiare), un altra osa ,penso, è “l’essere umano”.
    NOn mi voglio prolungare,potrei essere scocciante.

    FRANCO e DORA che ne pensate?

  15. Dice Geppino:

    \Noi non siamo nati dal “big bang” ,non abbiamo origine dal “caos”,nè siamo solo un ammasso di atomi\

    Vuoi dire che l’antenata di Dora, in quanto donna, ha avuto origine da una costola di Adamo?

    Il 2009 sarà l’anno del grande Darwin…e io vi consiglio un grande libro: IL CASO E LA NECESSITA’, si Jacques Monod.

    Ciaooo

  16. Posso sicuramente essere d’accordo sul fatto che parlare o meglio confrontarci non significa “far cambiare idea”, però penso che non c’è confronto vero se non si pone come premessa “l’ascolto”, cioè la messa in discussione delle proprie certezze. Non penso minimamente che io e Franco, (non tirerei in ballo Giulio, visto che non partecipa al blog-fourm), (poi Franco mi confermerà) siamo “materialisti” come ci hai definiti….anzi….all’inizio dei miei scritti su “parliamone 5 ” ho sempre parlato solo ed unicamente di spiritualità, cosa diversa dalla religione….
    L’altra sera abbiamo parlato dell’impatto che la fede e la religione hanno sugli uomini. Quindi sul loro bisogno di esistere. Come ti dicevo appunto, io non contesto assolutamente chi ha fede, lungi da me una cosa del genere, (e ti assicuro Geppino, pochi hanno davvero fede!!!). Però dobbiamo fare una distinzione tra la fede e la religione che pochi fanno. Spesso ci troviamo a praticarne una, solo per tradizione, cioè sono i nostri genitori ad impartircela. Non decidiamo noi in prima persona, non scegliamo quale meglio incarna il nostro modo di rappresentarci. Altra cosa è la fede, quella forza che ci rapporta all’impercettibile. Se già facciamo questa distinzione possiamo dire che siamo sulla buona strada….Per quanto riguarda il bing-bang sia stato ampiamente accettato anche dalla Chiesa e la stessa anzi ha “dovuto” accettare la scienza e la sua evoluzione. Io non mi occupo di cosmologia, Franco è informato sulla cosa, anche se è materia molto interessante. Se mi posso permettere però la natura e l’uomo non sono entità distinte, ma molto correlate tra loro. La stessa religione cattolica ne parla in tal senso. Il loro rapoporto è intimo, intrecciato….tra di loro si fondono…..

    p.s. chi non crede in Dio non è materialista….sfatiamo questi luoghi comuni.

  17. Posso sicuramente essere d’accordo sul fatto che parlare o meglio confrontarci non significa “far cambiare idea”, però penso che non c’è confronto vero se non si pone come premessa “l’ascolto”, cioè la messa in discussione delle proprie certezze. Non penso minimamente che io e Franco, (non tirerei in ballo Giulio, visto che non partecipa al blog-fourm), (poi Franco mi confermerà) siamo “materialisti” come ci hai definiti….anzi….all’inizio dei miei scritti su “parliamone 5 ” ho sempre parlato solo ed unicamente di spiritualità, cosa diversa dalla religione….
    L’altra sera abbiamo parlato dell’impatto che la fede e la religione hanno sugli uomini. Quindi sul loro bisogno di esistere. Come ti dicevo appunto, io non contesto assolutamente chi ha fede, lungi da me una cosa del genere, (e ti assicuro Geppino, pochi hanno davvero fede!!!). Però dobbiamo fare una distinzione tra la fede e la religione che pochi fanno. Spesso ci troviamo a praticarne una, solo per tradizione, cioè sono i nostri genitori ad impartircela. Non decidiamo noi in prima persona, non scegliamo quale meglio incarna il nostro modo di rappresentarci. Altra cosa è la fede, quella forza che ci rapporta all’impercettibile. Se già facciamo questa distinzione possiamo dire che siamo sulla buona strada….Per quanto riguarda il bing-bang penso sia stato ampiamente accettato anche dalla Chiesa e essa anzi ha “dovuto” accettare la scienza e la sua evoluzione. Io non mi occupo di cosmologia, Franco è informato sulla cosa, anche se è materia molto interessante. Se mi posso permettere però, la natura e l’uomo non sono entità distinte, ma molto correlate tra loro. La stessa religione cattolica ne parla in tal senso. Il loro rapoporto è intimo, intrecciato….tra di loro si fondono…..

    p.s. chi non crede in Dio non è materialista….sfatiamo questi luoghi comuni.

  18. Dora

    incomincio questo breve commento, col tuo post scriptum:
    chi non crede in Dio non è materialista.
    Io credo che non solo è materialista ma anche “ateo”(con questo non voglio giudicare nessuno,per carità,non ne sono neanche all’altezza,io)

    Io penso ,e ne sono sicuro,che l’universo ,l’uomo, la natura è una “CREAZIONE” di DIO.
    Nel regno vegetale e in quello animale ha dato la possibilita di riprodursi e rigenerarsi ma è all’UOMO”(creatura per eccellenza,perchè fatti a sua immagine e somiglianza(Perchè Dio non ha corpo ,ne successione di tempo) ha donato “L’ANIMA”che abita nel corpo di tutti noi, l’intelligenza per essere da lui conosciuto,il cuore per essere amato e la libera volonta
    per essere servito.
    Dora
    Non ho detto che è una sola religione(quella che tu dici ti vuol impartire i tuoi genitori,quella cattolica,che ti vuol ordinare queste cose è l’unica deputata,ma ,come dici tu, se c’è un’altra via, un altra religione che ti fa accettare che Dio è il nostro creatore e di tutte le cose,non eccepisco.

    Io penso che ogni uomo, proprio perchè siamo infusi dello “Spirito Santo”
    che alberga in ognuno di noi,anche senza indottrinarsi con qualunque religione( cattolica,islamica,buddismo ,induismo e tutte le altre religioni)
    possiamo volgere lo stesso lo sguardo a DIO creatore di tutte le cose
    Poi un’altra cosa:La CHIESA CATTOLICA non è contro la scienza,anzi la incoraggia specialmente se puo portare a belle scoperte che portano a migliorare la condizione dell’uomo,ma la condanna fortemente, e io sono d’accordisimo,quando ha la pretesa di sostituirsi all’opera divina della creazione,e quando la vuole manomettere o manipolare(vedi ricerca fruttamento staminali embrionali)

    Davide
    non ti facevo un “Darwiniano”, non pensi,allora, anche tu ,che DIO è il “creatore” di tutto.

    Mi piacerebbe saper un po piu approfonditamente,come la pensi.Grazie

  19. Caro Geppino, sono perfettamente d’accordo che chi non crede in Dio sia ateo. Difatti chi è ateo nega l’esistenza di Dio.
    Se pensi che l’universo sia creato da Dio, pensalo pure, figurati….non contesto questo, ma lascia che chi non ci crede possa avere altre convinzioni (tra l’altro molti di quelli che credono, condividono il lavoro della scienza). La scienza deve andare avanti, il Papa in questo, deve farsi da parte. Forse Esso ha solo paura di perdere consensi…
    Lo strumento della conoscenza appartiene a tutti. Poi ognuno porta avanti i valori in cui crede, e non puoi negare la libertà ai più di pensare ciò che vogliono. Non penso che la scienza possa manipolare l’esistenza di Dio, perchè, se vogliamo, nessuno ha la certezza di cosa Dio possa essere. E’ qualcosa di così irraggiungibile da non poterci permettere di conoscerlo veramente. Ci sono anni e anni di dibattiti filosofici in questo. Sono d’accordo che si facciano ricerche sulle cellule staminali, perchè esse possono dare un contributo per curare vari tipi di malattie (le quali tra l’altro potrebbero curare tutti, inclusi i cattolici!!).
    Quando ci fu il referendum sulla procreazione assistita votai 4 SI, e anzi ti dico di più il Papa non doveva minimamente invitare i credenti a non andare a votare (quanto ce ne sarebbe da dire ancora…)…e forse in questo la politica doveva intervenire.
    Il Papa non può pensare che tutti abbiano una stessa morale, per cui, non deve assolutamente entrare nel merito della ricerca scientifica, strumento laico per eccellenza.

  20. In Francia viene fatto rispettare quanto dettato dalla costituzione mentre in italia si cercano sempre soluzioni pasticciate che non fanno altro che
    creareun ingorgo di proteste e sfiducia nello stato.Infatti questo è stato quello che ha fatto cappon.Inoltre provate a immaginare se
    i testimoni di geova chiedessero una legge che vieti le trafusioni di sangue a tutti. Sai che risate.Cosa farebbe l’italia che ha vietato l’utilizzo
    delle staminali embrionali imbeccata dal vaticano.Dovrebbe dire di no.E perche le staminali si e le trasfusioni no.Capite dunque perche un stato deve essere laico.La laicita dello stato non deve essere interpretata come un dispetto nei contronti del papa o dei cristiani ma una garanzia di eguaglianza per tutti gli uomini.Per le staminali devo aggiungere che
    la colpa non va addossata tutta al vaticano ma bensi ai ricercatori.Infatti problema si risolverebbe semplicemente spostanto centro di ricerca in un paese con una normativa diversa.Ma se veramente volessero trovare
    na soluzione.Allo stato attuale sono solo capaci di ammalarsi loro stessi
    utilizzando sostanze pericolose in condizioni non adatte come è avvenuto
    a catania.Figurati se questi devono curare le malattie.Braccia sottratte alla terra,mandateli a zappare altro che universita’.
    Vi auguro una buonanotte a tutti
    laurent beaumont

  21. Ciao Laurent bentornato, eri sparito, veramente mi ero anche preoccupato e ieri dovevo venire a trovarti in banca per accertarmi che stavi bene, poi s’è messo a piovere e non sono uscito. Va bene intanto ti dò la buona notte e mi raccomando non sparire nuovamente, ti devo chiedere alcune cose, ancora buona notte
    franco

  22. Caro Geppino visto che mi hai chiesto cosa ne penso, ti ripeto quello che ti ho già detto, la necessità di fede, di credere etc. dipende solo da quella fottuta paura che abbiamo della morte, siamo animali, sappiamo che dobbiamo morire come muoiono tutte le cose che nascono nell’universo e di qui che nascono tutte le credenze, perchè in effetti l’uomo non vorrebbe mai morire, se l’uomo fosse immortale sicuramente non avrebbe di queste necessità. Il concetto “vita – morte” dev’essere costantemente in equilibrio in ognuno di noi: “MAI LA VITA TI APPARE IN TUTTA LA SUA FULGIDA BELLEZZA PERCHE’ E’ SEMPRE OFFUSCATA DAL PENSIERO DELLA MORTE, MAI LA MORTE TI APPARE IN TUTTA LA SUA OSCURA E ORRENDA REALTA’ POICHE’ E’ SEMPRE ABBELLITA DAL PENSIERO DELLA VITA”, questo Geppino è l’elemento portante di quella grande opera opera del Foscolo che tutti conosciamo “I SEPOLCRI”.
    Geppino convinciti, è la necessità di tenere quest’equilibrio che ci induce a credere al trascendente, ad aver fede etc.-

  23. Eccome Geppino. Si può dire che Darwin rappresenta per me ciò che Gesù Cristo rappresenta per te…pensa un pò! 🙂
    A parte gli scherzi, l’evoluzione biologica è qualcosa di straordinario.
    E fai attenzione che l’evoluzione è un FATTO non un’opinione, non c’è nulla da discutere. Per di più non c’entra nulla con la creazione.
    Secondo gli evoluzionisti (detta in soldoni) la vita ha origine da una o poche specie ancestrali e semplici che nel corso del tempo si sono evolute. Quest’inizio si è avuto ad opera di Dio o del caso, a seconda dei modi di pensare, come vedi si può essere evoluzionisti creazionisti.
    A me risulta che la chiesa ha ormai accettato la teoria dell’evoluzione..
    Il problema è rappresentato da quelli che credono ancora alla befana, ovveri i FISSISTI, i quali affermano che gli organismi viventi sono stati creati di colpo da Dio (o un colpo ogni tot milioni di anni) e non si sono più modificati.
    Ma queste per me sono bestemmie…non ti nascondo che quando osservo un gabbiano a volte vedo un rettile modificato ricoperto di piume 😉

    ciaooo

  24. Caro Davide per quanto riguarda le discussioni e contestazione tra evoluzionisti e crezionisti, generate da Darwin c’è da dire che prima di questi uno abate in base ai suoi studi decretò che la terra, l’uomo, insomma tutta, la creazione era avvenuta esattamente 4.000 anni fà, pare di giovedì alle ore 16.00, dopo anni un’altro prete più studioso del primo apportò delle modifiche, decretando che la creazione era avvenuta 4.000 fà, ma pare di sabaqto alle ore 18.00, quindi corresse la palla scoperta dal primo, dopo una cinquantina d’anni Darwin emanò la sua teoria evoluzionistica e buon per lui che l’inquisizioine era stata già abolita, altrimenti gli avrebbero fatto fare la fine di Bruno Giordano, naturalmente poi la scienza ha scoperto che la terra e tutto il sistama solare esisteva da ben 4 miliardi e mezzo di anni, cmq dopo anni di lotta tra creazionisti ed evoluzionisti, pare che i prelati adesso si stanno convincendo, cmq Geppino è un convinto del creazionismo perchè gli consente di illudersi che l’uomo non è un animale, ciao-

  25. Infatti Franco, per Darwin furono determinanti le intuizioni del grande geologo Lyell che aveva spazzato via tutte le stupidaggini dette riguardo l’età della Terra, insieme all’idea fissista che voleva le masse continentali ferme e immutabili.
    Se pensiamo che la nostra Procida è nata circa 70000 anni fa e che le rocce di Capri raccontano una storia lunga circa 200 milioni di anni…ci rendiamo conto che il Caso (o Dio) e la Necessità hanno avuto tutto il tempo di agire

    Ciaooo

  26. …ma scusate la ns beneamata costituzione non dice per caso all’art.29 ” …la Repubblica rinonosce i diritti della famiglia fondata sul matrimonio…” ( e si badi il legislatore costituzionale si riferisce a ogni forma di matrimonio, cattolico, non cattolico, civile), per cui non sarebbe il caso di dar seguito a ciò che in maniera lungimirante prescrissero i ns padri costituenti?
    Il movimento dei diritti civili è antico quanto la storia dell’uomo, fin dai tempi antichi ( dai greci e dai romani), da quando il diritto ha cominciato ha regolare la ns convivenza abbiamo assistico ad una progressiva estensione di obblighi e doveri per tutti, “senza distinzione di sesso, razza, lingua,opinione, condizione personale e sociale ( art. 3 cost.)…”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...