La fossa dei leoni

Vorrei condividere alcune riflessioni fatte a seguito del consiglio comunale del 19 novembre 2008 ( che definiremo per brevità c.c.).

  • la contrapposizione accesa dà al c.c. un’aria da fossa dei leoni che non fa bene nè alla verità nè alla democrazia
  • è sempre più chiaro che comanda uno solo
  • comanda quello dialetticamente più abile e apparentemente più informato anche perchè grazie alla sua abilità riesce a raccogliere più consensi (voti)
  • non è detto che il più abile dialetticamente e a raccogliere voti sia anche il più bravo a governare

Passo a spiegarvi queste mie riflessioni:
In un scontro dialettico, sopratutto se pubblico, si arriva a dire tutto e il contrario di tutto perchè l’obbiettivo ultimo è “avere ragione” e prevalere sull’avversario.
Per fare questo si unsano tutti i mezzi possibili: si va dalla retorica alla demagogia, dall’ironia all’insulto.
Tutta una scienza insomma che io chiamo “cazzimma”
In quest l’importante è essere veloci e brillanti (meglio se si riesce anche a mentire senza fare una piega) e comunque sempre pronti a schiacciare la palla che l’avversario (involontariamente) o la spalla di turno hanno alzato.
Non è molto importante quello che si dice ma come e quando si dice.
Il pubblico marcherà un punto a tuo favore quando definirai incompetenti i tuoi ex compagni in momentanea difficoltà e, svolgendosi tutto in velocità, non avvertirà la menzogna visto che stai parlando di persone che erano fino a ieri tuoi collaboratori. Quindi, o erano incapaci anche prima, (e hai mentito allora) o non sono incapaci (e stai mentendo adesso).
Altra cosa importante è conoscere o far finta di conoscere profondamente l’argomento in questione (famose al proposito le percentuali con la virgola di berlusconi)
Davanti ad un avversario che ha una conoscenza media del problema questo atteggiamento di sicurezza lascia senza parole.
Che Procida abbia un campione incontrastato è cosa nota ed assodata per amici e nemici.
Un campione a cui riconosco velocità, prontezza di riflessi e quant’altro. Mi spingo a proporlo per un titolo di campione isolano o anche una cattedra alla facoltà di giurisprudenza, ma da questo a considerarlo il miglior amministratore possibile per la nostra isola ce ne passa!
Attenzione, io non ho motivi di rancore personale, ma sono convinto che, al di là dei numeri che il nostro ci sciorina ad ogni c.c.. la situazione economica del comune di Procida è a dir poco preoccupante e questo lo ammettono anche i suoi sostenitori e colleghi.
Che cosa si puo fare per evitare gli scontri accesi in consiglio comunale (scontri che a prima vista dovrebbero essere sintomo di vitalità democratica) e che portano al trionfo sempre degli stessi e che non sono necessariamente i migliori?
Una mezza risposta io ce l’avrei: bisogna adoperarsi (noi che siamo contro la prepotenza) perchè le decisioni vengano discusse e digerite PRIMA che arrivino al consiglio.
Fare in modo che il c.c sia il luogo in cui si ratifichino le decisioni prese dall’intera comunità e non quello dove un gruppo di consiglieri di maggioranza venga ad imporre (attraverso il suo campione) il suo punto di vista.

Annunci

29 thoughts on “La fossa dei leoni

  1. scusami peppino e chi sarebbero invece questi migliori? persone che non si sanno esprimere? persone che hanno approntato un cc su una questione personale? persone che fino a ieri tutto andava bene? persone che non hanno ottenuto quello che volevano e ora non va bene più? persone che non sanno scrivere una delibera? persone che prima approvano un bilancio e poi vorrebbero la macchina del tempo? quella che definisci cazzima è la più logica e normale reazione conseguenziale ad un comportamento simile. i nostri eroi dovevano strapparsi prima di dosso gli abiti, fare un bel giro nella cabina telefonica e poi, vestiti da superman, dire NO al bilancio. mi dispiace ma per ora bisogna avere il coraggio di ammettere di aver incassato una misera figuraccia. sarebbe un buon inizio per il cammino futuro

  2. Cara Manuela, forse mi sono spiegato male.
    Io non difendo nessuno anche perchè stiamo parlando di persone maggiorenni e vaccinate. Io non so chi sono i migliori, ho espresso solo il dubbio che ce ne potrebbereo essere di migliori rispetto a quelli attualmente al potere.
    Poi evidentemente possiamo avere opinioni diverse e i nostri giudizi potrebbero dipendere anche dai nostri rispettivi credo politici.
    Rimane il fatto che quelli denigrati ieri per incapacità, facevano parte ieri l’altro della compagine dominante. Come mai i nostri campioni si sono accorti solo adesso dell’incompetenza dei loro ex colleghi?

  3. probabilmente l’ incopetenza era nota a tutti meno che a loro stessi. se “i nostri ” sono campioni io non lo so, neanche mi interessa difenderli, però sinceramente credo che per iniziare un discorso politico nuovo ci occorre qualcosa che ancora non c’ è

  4. AZZ. MANUELA MA LO SAI CHE SEI PROPRIO BRAVA.BELLO,DAMMI IL TUO NOME CHE LO SCRIVO NEL MIO LIBRO DELLE PERSONE DA CLONARE.
    Con affetto
    laurent

  5. Caro p.c. approvo quello che dici, ma dobbiamo ammettere che politicamente siamo un pò tutti terra terra, a partire dalla gran parte che costituiscono il c.c.

  6. da manuela: “per iniziare un discorso politico nuovo ci occorre qualcosa che ancora non c’ è”
    questa cosa, cara Manuela, si chiama partecipazione diretta e attenta dei procidani alle scelte politiche. Senza questo ingrediente è meglio che ce ne stiamo tutti a casa e ci facciamo dirigere dai campioni (di cazzimma) di turno

  7. parlare in questi termini è poco politico e poco professionele, il nostro problema di non essere all’ altezza non si risolverà mai finchè questi atteggiamenti superficiale e queste critiche di basso livello non smettono. io intendo un discorso serio con persone serie, professionali e preparate. mi auguro di incontrarle un giorno

  8. Il nuovo che ha spronato il consiglio comunale sul porto c’è.Il nuovo che ha messo in contradizione Strudel sulla differenziata c’è.il nuovo che ha reagito alle mega multe del critical mass c’è.Il nuovo che sta raggruppando le associazioni procidane presenti sul territorio e impegnate su tutto c’è.Manca solo la vostra capacità a riconoscerle e dargli la parola. L’avvocato.

  9. @ manuela
    … ed evidentemente che cosa è professionale e che cos’è un discorso serio con persone serie lo decidi tu 😉
    per quel che mi riguarda la parola professionale e così abusata che nn significa più niente: mi fa venire i conati :mrgreen:
    In questo articolo, cara Manuela, ho cercato di spiegare come onestamente io vedevo lo scontro dialettico sottintentendo che tutti indulgevano in quella che io chiamo “cazzimma”.
    tu ti metti subito (dal primo commento) sulla difensiva e mi attribuisci una difesa di Strudel e compagni che non mi sono mai sognato di fare. Mi interessava di più capire chi vinceva questi scontri e perchè…

  10. ti assicuro che se credi questo ti sbagli, ho solo detto che dovremmo evitare le critiche di bassa qualità. per me il termine professionale non è importante, ma importantissimo e spero che lo sia ancora per molti. concludo dicendo che quella che tu chiami cazzimma altro non è che la politica e se non ammettiamo almeno questo credo che siamo a zero

  11. Cara Manuela,
    prendo spunto dai tuoi post cercando di essere il più possibile obiettivo. Una breve riflessione:
    iniziamo col dire che tra la classe politica di allora e l’attuale non c’è tanta differenza, il livello è rimasto “molto poco serio e molto poco professionale” 🙂
    Anzi credo che l’attuale classe politica procidana è impegnata “con molta serietà e con molta professionalità” in un’opera di demolizione della ns bella isola.
    Parli di….atteggiamenti superficiale e queste critiche di basso livello…. sinceramente suggerisci tu cosa sia più serio, se lo scempio che Procida sta vivendo da anni oppure le critiche che da anni vengono fatte al sistema in maniera pacata e democratica ???
    Poi vorrei farti notare che la voragine economica in cui vive Procida, viene da anni di “buon governo”, esattamente sono più di DIECI anni, che Procida viene gestista dalle stesse “serie e professionali” persone.
    Mi augurio che da sinistra a destra ci siano persone veramente serie e professionali, CAPACI di dare un’isola un pò più decente ai ns figli.
    Con affetto a tutti voi
    Tadzio

  12. Manuela, mi piace come scrivi e quello che scrivi. Mi piacerebbe darti man forte(anche se vedo che non ne hai bisogno,meglio averti come amica) ma purtroppo non ho chiaro cosa stia succedendo. Forse era meglio che il porto lato lingua non fosse mai stato fatto.
    Con affetto
    laurent beaumont

  13. mi dispiace che la prendiate sul personale anche se credevo di aver scritto in maniera chiara. questo sistema non è stato creato da una sola persona o da un gruppo preciso o perlomeno non è tutto merito loro. ecco noi procidani siamo stati bravissimi ad aiutarli. tutto ciò che abbiamo è tutto ciò che abbiamo voluto. tutti compresi, ognuno nel suo piccolo ha alimentato la macchiana, e ora, se mi permetto di spendere 2 parole di critica è perchè non mi pare giusto impalare qualcuno e voler portare in trionfo qualcun altro. io non ci sto, mi dispiace, se volete far passare un messagguio diversi da quelle che sono le mie parole fate pure, per me non c’ è alcun problema. la professionalità la dovremmo pretendere noi e non aspettare che piova dall’ alto. l’ isola l’ abbiamo distrutta tutti insieme e prendiamoci le nostre belle responsabilità. troppo facile dare la colpa agli altri

  14. cara manuela,
    io non ci sto a generalizzare la colpa visto che veniamo da 12 anni di mal governo, svolto sempre dalle stesse persone….. forse hai ragione quando dici che la colpa è nostra perchè li abbiamo votati noi ma sappiamo benissimo come si fa la politica nei piccoli centri, e noi ne siamo la riprova…al di là della dialettica politica a cui si riferisce p.c. dobbiamo dire basta!!!! siamo stanchi di “un politico” bravo qual si voglia con le parole ma scarso sui fatti perchè la situazione sta diventando drammatica ed abbiamo bisogno di persone che hanno veramente a cuore il bene del paese e capaci nel governarlo . mi spiace solo che noi procidani siamo stati come al solito pigri nell’interessarci a cosa stava succedendo nella nostra isola e ci siamo dovuti rendere conto dei problemi solo una volta che ci siamo sbattuti con la faccia contro, quando ormai la situazione è critica…..paolo

  15. certo che li leggo, scusa ma che si intende con parole tra virgolette “serie”, “professionali”, “buon governo”, ripeto se volete far intendere che io non capisco non c’ è problema, io non mi preoccupo affatto di questo. ciò che ho scritto è cio che ho detto

  16. Tadzio,se il problema è il futuro di tuo figlio non credo sia stata una buona
    idea farlo nascere in italia e per giunta a procida.Che scuole frequentera,
    avra una casa decente, che lavoro fara’.Il marittimo o il lavoro nero malpagato da qualche parte.Il lavoro nero è diventato una consuetudine da queste parti e devi ringraziare il Padreterno se lo trovi.Il marittimo poi,
    mi si stringe il cuore quando li vedo partire i miei clienti.Specialmente in
    questo periodo,mi sento pure in colpa di lavorare in banca mentre loro
    chissa dove andranno a sbattere.Lo sai che mentre donna sofia loren si sbatte sulla solfatara i sui figli manco lo parlano l’italiano.Perche non li porta a pozzuoli,perche non li fa vivere e lavorare qui i figli donna sofia.
    Perche i cosidetti professori non incominciano a salvare le citte dove vivono.Perche non salvano napul o roma a capital dei cesari invece di venire a sfotterci
    con le soluzioni piu fantasiose di chi a procida non ci vive ma viene in vacanza.Perche non vengono a passare tutti i 365 giorni che Dio ha creato in una casa alla corricella.Vedrai come gli passa la fantasia.La verita’su cosa sta succedendo non la sa nessuno secondo me,come pure
    quanti debiti ha il comune.Ha ragione Manuela se procida è ridotta cosi la colpa è di tutti.Ognuno pensa a se stesso e poi una volta fatto i fatti suoi diventa moralista ambientalista ecc.ecc..Secondo me la politica dovrebbe essere separata dalla gestione materiale dell”isola altrimenti saremo sempre punto e a capo.
    Con affetto
    laurent beaumont

  17. Mi piace la concretezza di Laurent, mi piace anche come si difende Manuela, che se è la stessa Manu a cui ho risposto poco fa su altro forum, devo dire di non essermi sbagliato ad identificarla come una pantera-

  18. Manuela

    Penso di averti visto ,una volta, a una riunione del”coordinamento cittadinanza attiva”,ti ho letto piu volte nei vari blog e so che ti dai da fare in Procida TV.

    Tu sei molto giovane e,penso,non puoi avere una cognizione precisa della società procidana,specialmente dal punto di vista politico-amministrativo,vista la tua giovine età.
    Io,che di anni ne ho molti di piu,una trentina,penso, ti posso assicurare
    che non è esattamente come dici tu, che tutti siamo corresponsabili allo stesso modo se Procida è ridotta cosi.

    Non so chi ti abbia informato di ciò,forse,e può darsi che mi sbaglio, i cervelloni politici che stanno dietro a Procida TV(attenta a non farti manipolare,sono carte già conosciute,occhio….)

    Come in ogni cosa, ci sono diversi gradi di responsabilità,saperle distinguere e quindi fare una valutazione ponderata è difficilissimo,anche per me.
    Ti consiglio(anche se non richiestomi) di ascoltare con più attenzione anche i discorsi di chi non la pensa come te, però ha qualche anno in piu e un po d’esperienza in più: ricordati che i nostri politici hanno l’abitudine di plasmare i cervelli, specialmenti quelli piu giovani.
    Saluti

  19. ogni tanto cercate di non perdere di vista il primo post da cui nasce il dibattito se potete rispondete sulle considerazioni dello stesso senza avventurarvi in personali elucubrazioni

  20. Nel Consiglio si decidono le sorti del paese. Quindi ogni atto deliberato dovrebbe rappresentare la fase conclusiva di un processo politico maturato precedentemente in altri importanti ambiti sociali: assemblee di partito, di quartiere, dibattiti pubblici,contraddittori etc Se questa fase viene meno, la vita democratica si impoverisce e si riduce a inciucio, spettacolo, autoritarismo, insulto.
    Quello che è accaduto la sera del 19 novembre esprime una forte esigenza di partecipazione, frustrata da una vita sociale e politica che non offre al cittadino reali spazi di interventi.

  21. Invece di fare retorica, non si potrebbe cercare di capire come si può fare a risollevare le sorti della nostra isola?
    Mi piacerebbe leggere più proposte e meno giudizi che, secondo me, sono fini a se stessi.
    Lo sappiamo che il disastro del nostro Comune è la somma di tanti anni di malgoverno, ma vogliamo continuare a piangerci addosso e non fare nulla?
    Personalmente sono stanca di sentire tante lagne a destra e a manca!
    Proponete nuove realtà, partecipate situazioni virtuose in altri paesi d’Italia, promuovete cambiamento, voglio sentire aria fresca, i giovani vogliono sentire che la speranza di un mondo migliore non è seppellita per sempre.
    Ho aderito al Coordinamento cittadinanza attiva proprio nella speranza di FARE qualcosa di positivo per il mio paese e, sapete cosa mi fa più dispiacere?
    Non tanto i continui “NON SI PUO’ FARE” sentiti dalle istituzioni, ma i “MA CHI TE LO FA FARE” della gente comune.

  22. Chi dice chi te lo fa fare sono proprio quelli che nell’immondzia ci marciano..ci vogliono tristi e consumatori e lasciare a LORO delle questioni di gestione della cosa PUBBLICA vai avanti Marina e …porteremo la nostra plastica fin sopra gli alberi e con la carta INCARTEREMOle loro MENZOGNE
    L’avvocato

  23. Il sig.Traiola ci deve tener molto a sentirsi chiamare e dichiararsi avvocato.Ma forse gli farebbe bene meno retorica nelle sue affermazioni. Leggiamo:”Porteremo la nostra plastica fin sopra gli alberi e con la carta incarteremo le loro menzogne”. O Dio, che delirio!

  24. Ha ragione Leonardo Primario bisogna stare sempre nel topico, gli O.T. allontanano dall’argomento, scusate in questo sito si dice “fuori tema”.

    Ha torto l’avvocato, troppo battagliero ed irruente per il calmo clima di sudditanza che regna pacifico e sovrano sull’isola.

    Ha ragione Marina, facciamo meno retorica e cerchiamo di trovare soluzioni e proposte per risollevare le sorti dell’isola. Come già ho detto precedentemente in forumfree.net, prenderei a modello come punto di partenza, quanto espresso dal dott. Strudel nel suo intervento pacato, ascoltato, sentito e condiviso dai più durante l’ultimo c.c., che tra l’altro ha posto in rilievo il personaggio Strudel proclamandolo, a mio avviso tra i tanti, il vero protagonista della seduta. In effetti il buon Strudel ha indicato quella strada che noi tutti vorremmo si seguisse per il buon governo dell’isola, non servendosi di grandi menti politiche ma bensì di persone coerenti, umili, virtuose, dotate soprattutto di quel normale senso di responsabilità che ognuno di noi usa nel gestire le proprie cose e la propria famiglia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...