Procida, porto turistico: consiglio comunale

riceviamo e pubblichiamo:
CONSIGLIO COMUNALEdi PROCIDA

Mercoledì 19 Novembre 2008
ore 15:00
IL SINDACO ed i suoi CONSIGLIERI (quelli rimasti)
“VENDONO” IL PORTO TURISTICO DI
MARINA GRANDE
CONTRO LA VOLONTÀ DEI CITTADINI

NOI VOGLIAMO FERMARLI
SIAMO ANCORA IN TEMPO

ORA O MAI PIÙ !

ACCORRETE A SOSTENERCI IN QUESTO ESTREMO TENTATIVO

CONVINCETE LE PERSONE CHE AVETE VOTATO A DIRE “NO ALLA VENDITA”

TUTTI AL COMUNE

Dino AMBROSINO Fabrizio BORGOGNA Vincenzo CAPEZZUTO jr Gennaro CIBELLI
Giorgio FORMISANO Antonio INTARTAGLIA Michele ROMANO Tommaso STRUDEL

Annunci

56 pensieri su “Procida, porto turistico: consiglio comunale

  1. Ho assistito al c.c. mi è molto piaciuto l’intervento di Strudel, per il resto non sò che dire-

  2. Ottimo l’intervento di Strudel in c.c.
    Aspettiamo il video degli amici di Procida TV per riascoltarlo, magari con più attenzione.

  3. Ciao p.c. ma come mai l’orario è sempre spostato di un ora avanti? Ora per es. sono le 12.18-

  4. @franco
    c’era ancora l’ora legale ; adesso è tutto a posto. contento?
    se mi date un po di tempo forse pubblicherò in audio alcuni dei discorsi del consiglio comunale, compreso quello di Strudel

  5. A quanto pare la “mancata proposta concreta” sta entrando in tanti cervelli come “proposta indecente” unitamente agli errori di base di questa vicenda a carico dei consiglieri dissidenti, onestamente il tutto mi sembra inverosimile e non riesco ad accettare che taluni consiglieri siano poi così tanto a digiuno delle elementari regole amministrative, considerato sopratutto che tra di loro ci sono persone di provata esperienza se non di documentata professionalità, ripeto non per criticare, ma pare che i conti non tornano e la cosa non mi risulta tanto chiara. Ritornerò sull’argomento non appena sarò documentato sufficientemente. Intanto tengo a riportare quanto ho già scritto su altro forum “Il vero protagonista del C.C. è stato il dott. Strudel, una volta tanto abbiamo ascoltato la voce del vero cuore di Procida”-

  6. Complimenti Sig. Geppino
    Un’alisi semplice sintetica e concreta di tutto ciò che è avvenuto nell’ultimo consiglio comunale.
    Sembravano il gatto e il topo.
    Il Vice Sindaco li ha lasciati “sfogare” per poi dare il colpo di grazia a chi ingenuamente senza avere i numeri (ma i conti se li fanno prima?) voleva la caduta della giunta.
    Patetici e incompetenti (per l’amor di Dio non è che siamo chi a gettar sentenze) senza idee, una banda musicale senza direttore dove ognuno suonava il proprio strumento finalizzato solo alla destituzione del Sindaco.
    Complimenti ancora Sig. Geppino

  7. Faccio pubbliche SCUSE sl SIG; TALIERCIO

    nella parte del mio commeno ,dove ho scritto che il consorzio era una associazione a….. e che si sono dovuti accontentare di qualche spicciolo.

    Me ne rammarico veramente,perchè,approfondendo il problema ho constatato che NON corrisponde a verità.

    Ti rinnovo le mie SCUSE profonde

  8. l’ex macello comunale, propietà privata dei Conti Ferrajoli dove dal 1958 non si macella più la carne ne si paga più fitto concesso in enfiteusi si è evoluto,ma oggi ci sono uffici da diporto
    amministrati………In effetti si esercita su un fondo privato con causa che dura da 34 anni e gli appelli del comune di procida sono infondati inquanto non ha alcun titolo di propietà

  9. @ferdinando ferrajoli
    sono l’amministratore di procidaniuse. Anzitutto benvenuto.
    Evidentemente non ho una risposta, posso solo dire che il passaggio dell’ex macello a procidanavigando è l’ennessimo atto di un’amministrazione pasticciona e non sempre trasparente 😉
    Sarei felicissimo di pubblicare su procidaniuse un articolo dettagliato della vicenda macello, eventualmente corredata di documenti, qualora volessi mandarmelo. Il mio indirizzo elettronico è info chiocciola procidamix.com.
    cordialmente
    p.c.

  10. Buongiorno pc, forse il Comune avrà fatto l’usocapione, chiederò a Tommaso Forestieri, può darsi che ne sappia qualcosa-

  11. Mi scusi sig. Ferrajoli ho espresso così a caso un opinione giusto per dire qualcosa. Effettivamente la cosa è molto strana e sono solidale con lei, certamente il comune l’ici se la tiene ma sostiene che è lui il proprietario, onestamente stando così le cose al suo posto farei di peggio.
    Credo che tutti i Procidani pensano che quella struttura è del comune, la cosa oltre a crearmi un certo sdegno mi incuriosisce, cercherò di saperne di più.
    La saluto cordialmente-

  12. Tratta dallo studio fotografico ALINARI Firenze Foto del 1901c’è una foto che spiega tutto, Androne con spelonca con giardino antistante cinto da mura con porta che guarda la marina di Sancio Cattolico e porta che guarda la lingua(scogliera).
    Propietà dei Conti Ferrajoli.

  13. Propietà dei Conti Ferrajoli,concessa al comune di procida in enfiteusi e adesso nonostante 34 anni di causa i cui dopo una prima sentenza si verificò una violazione di domicilio dove furono scassinati i catenacci di notte; (le cause non potrebbero durare più di 30)in cui non si paga più fitto dal 1958 non ancora restituito ai proprietari essendoci causa in vigore . Ma alle spalle ci sono tante sentenze che accertano l’inammissibilità degli svariati appelli del comune di procida fra cui quella n. 2576/02 e 2896/05 in attesa della”definitiva” che il giudice non emette per la scomparsa dalla cancelleria del fascicolo di 1°Grado del Tribunale di Napoli,Sezione Stralcio,R.G.17486/1985.Chissà ome?CASSAZIONE:In attesa di fissazione dell’udienza di discussione.
    L’opposizione del comune di procida è infondata non provata e và rigettata non ha più alcuna motivazione giuridica per essere sostenuta. Realizzazione Futura prevista per aprile 2009.In attesa di sentenza.Conclusione il fitto che riceve ogni mese il comune di procida dovrebbe per legge esser dato ai Conti Ferrajoli proprietari del cespite in oggetto.Tutto qui;

  14. caro Ferdinando,
    ti invito ancora una volta a fare un bell’articolo circostanziato con tanto di cronistoria (casomai chiedi all’avvocato che sta seguendo la cosa) che lo pubblichiamo subito
    pc

  15. Tu interim longùm vale, et amici tui memor vive, qui est

    Tuus omni affectu, et studio
    Fiat lux.!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  16. non interessa chi c’è nell’ex macello,ma che sia riconosciuta la PROPIETA PRIVATA e con questo sia riconosciuto ai propietari il diritto a percepire un fitto

  17. N.B.sentenza di 1°favorevole ai Ferrajoli n. 2576/02
    sentenza di 2°faorevole ai Ferrajoli n.2896/05
    Cassazione in attesa fissazione dell’udienza di discussione
    R.G.10011/2006.

    fASCICOLO PERVENUTO DALL’AVV. G.TORCIA IL 12/2/09

  18. REPETITA IUVANT.Non interessa chi c’è nell’ex Macello è il benvenuto e ci rimanga quanto vuole,ma che sia da questi riconosciuta “la propietà privata”con fitto legato ad essa nel cespite dei Conti Ferrajoli .Sono passati ben 34 anni da cui nel 1975 iniziò causa per la reintegra in possesso a senso unico.In attesa rilascio sentenza invio cordiali saluti.

  19. Per il momento tutto rimandato al 28 maggio 2009,inquanto presso il Tribunale di Napoli nella quarta sezione stralcio è stata smarrita da ambigua volontà la sentenza di 1°grado senza cui il Giudice non può emettere definitiva Sentenza.// Ne risponderà la Corte di Appello di danni fisici e morali che a causa delle lungaggini burocratiche allunga il brodo da 35 lunghi anni quando invece secondo la legge Pinto i processi non dovrebbero durare oltre i cinque anni.

  20. Del resto secondo fonti legali “Ogni cittadino – – che abbia subito danni per una durata eccessiva dei processi civili puo’ richiedere il risarcimento allo Stato. La Cassazione pero’ non mette la parole fine alla vicenda, ma rinvia a una nuova sezione della Corte di Appello .Con la durata eccessiva dei processi civili si può richiedere il risarcimento allo Stato costringerlo a porre rimedio effettivo alle lungaggini dei processi.
    Con la legge Pinto e’ stata recentemente accolta la norma (indicata dalla Corte europea dei diritti dell’uomo.

  21. Del resto secondo fonti legali “Ogni cittadino – – che abbia subito danni per una durata eccessiva dei processi civili puo’ richiedere il risarcimento allo Stato. La Cassazione pero’ non mette la parole fine alla vicenda, ma rinvia a una nuova sezione della Corte di Appello .Con la durata eccessiva dei processi civili si può richiedere il risarcimento allo Stato costringerlo a porre rimedio effettivo alle lungaggini dei processi.
    Con la legge Pinto e’ stata recentemente accolta la norma (indicata dalla Corte europea dei diritti dell’uomo,forrse per terminare le ingiuste lungaggini dei processi civili che e inquanto tali

  22. Cosi ancora una volta non si ha un alibi quando i Diritti Umani vengono recisi pezzo per pezzo. L’Europa ha avuto un periodo in cui un popolo ha tentato di dire: “noi non sapevamo niente o non potevamo fare niente”. Aver chiuso gli occhi, non aver sentito niente e non aver detto niente non ha giovato a questo popolo e neanche a tutto l’umanità. Una disfunzione del Sistema della Giustizia in uno Stato di Diritto è la prima anomalia che si nota nel sacrificare i Diritti Umani. Quale compensazione può vantare l’esportare con questa contraddizione i Diritti Umani?
    E questo perchè la legge è guale per chi?

  23. La denuncia
    E’ uno dei mezzi attraverso il quale il Pubblico Ministero ovvero la polizia giudiziaria prendono conoscenza di un fatto costituente reato. Ai privati è anche concessa la facoltà di presentare denuncia oralmente. La denuncia è richiesta quando il reato da perseguire è procedibile di ufficio cioè quando la legge lo considera talmente grave che essa impone l’avvio di un procedimento civile, E’ chiaro, tuttavia, che, per l’avvio di un procedimento civile, è necessario che l’autorità giudiziaria, sappia quanto accaduto; pertanto, poiché non sempre le autorità inquirenti possono avere notizia di un reato civile, allora è necessario che sia si informino gli organi competenti del torto subito da 35 anni.
    La denuncia, in buona sostanza, serve per informare le autorità che abbiamo subito un reato incivile o che un terzo è stato di un reato, presupposto che, ove le autorità inquirenti venissero a conoscenza per altre vie del reato, si attiverebbero comunque (procedimento d’ufficio).
    a risolvere la presa in giro che continua ad esserci da un quarto di SECOLO di un’amministrazione pasticciona e non sempre trasparente .Forse di più lascio intendere,profittante essendo u ente
    Si scoprono quindi gli altarini in attesa del 28 maggio 2009
    e in attesa anche del fascicolo di 1°grado dispettosamente nascosto chissà!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    La querela
    Per poter invece procedere in ordine ad alcuni reati specifici, la legge richiede una ulteriore condizione (c.d. condizione di procedibilità) che consiste frequentemente nella cosiddetta querela (ad esempio per i reati di , truffa, etc.).
    Per querela si intende la manifestazione di volontà della persona offesa che si proceda in ordine ad uno specifico reato di cui ritiene di essere vittima.Anche la querela può essere presentata oralmente (e in questo caso si redige un verbale per iscritto ad opera dell’autorità che la riceve) e può essere altresì rimessa (cioè ritirata) o si può rinunciare con atto scritto alla sua presentazione allorché non sia stata ancora presentata. In attesa della Sentenza 28 maggio 2009,per il momento tutto tace poi i vedrà sul da fare.

  24. Tratta dallo studio fotografico ALINARI Firenze Foto del 1901 Androne con spelonca con giardino antistante cinto da mura con porta che guarda la marina di Sancio Cattolico e porta che guarda la lingua(scogliera). Propietà privata cespite dei Conti Ferrajoli dato al comune di Procida in Enfiteusi nel 1901 per macellare la carne. A tutt’oggi 2009,ci sono invece uffici per attività da diporto CHE ESERCITANO,su Proprietà Privata, effettuando cosi’ ”abuso di potere”su un fondo privato;ciò non potrebbero fare perché in attesa di definitiva sentenza. Non si macella più la carne ma si fittano posti barca :491 per l’esattezza. D al 1958 non si paga più il fitto; nel 1975 si inizia causa per la reintegra in possesso,oggi 2009 ancora irrisolta. L’ appello proposto dal comune di Procida deciso dalla Corte d’Appello di Napoli con la Sentenza N.2896/05,inammissibile e infondato non provato e rigettato .Oggi nel 2009 REVOCAZIONE:causa pendente innanzi alla Corte d’Appello di Napoli,Quarta Sezione,Giudice Schettino,R.G.662/2006,Udienza Istruttoria del 28/5/2009. Dalla documentazione esibita sia l’U.T.E ufficio tecnico edile che la C.T.U consulenza tecnico di ufficio procedesi,sia la capitaneria di porto escludono il suolo demaniale,perché trattasi di edificio PRIVATO su fondo PRIVATO.DATI presi DA SENTENZA N.2896/05.
    In attesa del ritorno del fascicolo di 1° Grado del Tribunale di Napoli,Sezione Stralcio,R.G.17486/1985 scomparso dalla cancelleria “disinvolta ” forse nel passaggio del Tribunale da Castel Capuano al Centro Direzionale, ciò è controproducente poichè senza il quale,il giudice non emette sentenza pur avendo fotocopie a riguardo. SONO PASSATI 35 ANNI senza raggiungere
    Protocollo d’ Intesa serio e duraturo tra le parti in oggetto con annessi e connessi conseguenziali,aspettiamo,solo la sentenza definitiva che accerta la propietà privata cespite Ferrajoli superprovata e testimoniata,manca però il fascicolo di 1°grado , il 28 maggio 2009,per realizzare ciò che entrambe “le parti in questio” vorrebbero concludere “amichevolmente”. Dicono su “il Golfo” quotidiano di Ischia e Procida 12-12-2007 – PROCIDA – “Siamo alle comiche finali : porto di Marina Grande: l’unico porto turistico al mondo che non fa utili (perché si pensa alle tasche proprie), anzi, sino al 2006 il Comune aveva dovuto integrare circa quattrocentomila euro. In questi giorni, giusto ricordarlo, abbiamo perso anche la struttura dell’ex macello in realtà proprietà privata dal 1901 ;
    CASSAZIONE:in attesa di fissazione della udienza di discussione FINALE R.G.10011/2006 .
    Propietà Conti Ferrajoli.
    ‘’QUESTIONE MACELLO 1901—2009’’ SIAMO A 110 LUNGHI ANNI.
    IERI e OGGI ben 35 anni?Tanto per iniziare: Scopriamo chi è il “lumacone” e forse toccandolo nella tasca, può darsi che si dia una bella “svegliata “Cominciamo ad aprire il portafoglio, visto che lo Stato siamo Noi?”,seguito l’irraggionevole durata del processo per una rapida definizione del giudizio finale. Giustizia “lumaca” che non fa bene i conti, visto che i conti li paghiamo Noi? “la cessazione della materia dei contendere”.
    Ogni cittadino, conclude l’avv., che abbia subito danni per una durata eccessiva dei processi civili può richiedere il risarcimento allo Stato costringerlo a porre rimedio effettivo alle lungaggini dei processi.
    Causa dura 35 anni, chiesti allo Stato 150mila
    Palermo. La giustizia lumaca potrebbe costare allo Stato 150 mila euro. Ammonta a tanto la euro di risarcimento richiesta di risarcimento avanzata dallo studio legale per l’eccessiva durata di una causa civile, che si e’ appena chiusa a Palermo dopo 35 anni con “la cessazione della materia dei contendere”. “Nel febbraio del 1973 – spiega l’avvocato di una parte – alcuni eredi, a seguito del decesso di un loro congiunto, iniziano una causa civile innanzi al Tribunale di Palermo”. La causa aveva per oggetto la divisione del consistente patrimonio immobiliare, tra cui una grande villa storica. Gia’ il primo grado di giudizio dura circa venti anni. Pur tuttavia la vicenda non finisce qui, dato che uno degli eredi propone appello. Segue quindi un giudizio di appello e il ricorso in Cassazione. La Cassazione pero’ non mette la parole fine alla vicenda, ma rinvia a una nuova sezione della Corte di Appello dove, nel marzo del 2008, pochi giorni fa, dopo 35 anni dall’inizio della causa, viene dichiarata la cessazione della materia del contendere. In Italia con la legge Pinto e’ stata recentemente accolta la norma (indicata dalla Corte europea dei diritti dell’uomo) per cui i due gradi del processo non possono durare piu’ di cinque anni e che ogni anno in piu’ di ritardo determina un risarcimento danni di circa 1.500 euro ad anno. “Ovviamente – spiega il legale – nel corso di questi 35 anni, sono morti avvocati e parti e la causa e’ stata proseguita dagli eredi degli eredi”. Adesso la richiesta di risarcimento da 150 mila euro, avanzata presso la Corte d’Appello di Caltanissetta, per l’eccessivo ritardo di tutto il processo. “Ogni cittadino – concludel’avv. – che abbia subito danni per una durata eccessiva dei processi civili puo’ richiedere il risarcimento allo Stato. E’ evidente che se tutti si attivassero, lo Stato sarebbe costretto a porre rimedio effettivo alle lungaggini dei processi a meno di non essere sepolto dal contenzioso. Di questo si parlera’ domani a Palermo, alla giornata d’apertura del Seminario nazionale sulla tutela dei consumatori, organizzato dalla Fondazione Rosselli e dalla facolta’ di Scienze politiche dell’Universita’ di Palermo con la collaborazione dello Studio legale Palmigiano. L’appuntamento e’ alle 9, alla Sala Terrasi della Camera di Commercio.

  25. 1901– 2009 sono 108 anni–dal 1958 al 2009 sono più di 51 anni , 1975 inizia causa;siamo nel 2009 e poi chissà.//

  26. Gentile sig Ferraioli
    Capisco il suo dissenso ma io non ho nessun potere di aiutarla.
    lei ha esposto per bene e denunciato il problema. Ora però penso che essendo esaurito l’argomento è inutile continuare a ripetere le stesse cose sopratutto in considerazione che questo è un blog che non ha niente a vedere con l’amministrazione. La ringrazio.
    p.c.
    p.s. tra l’altro è fuori tema rispetto all’argomento trattato che è la vendita delle quote di partecipazione del porto turistico

  27. pc1951 Dice:

    21 Febbraio 2009 alle 9:24 am
    @ferdinando ferrajoli
    sono l’amministratore di procidaniuse. Anzitutto benvenuto.
    Evidentemente non ho una risposta, posso solo dire che il passaggio dell’ex macello a procidanavigando è l’ennessimo atto di un’amministrazione pasticciona e non sempre trasparente
    Sarei felicissimo di pubblicare su procidaniuse un articolo dettagliato della vicenda macello, eventualmente corredata di documenti, qualora volessi mandarmelo. Il mio indirizzo elettronico è info chiocciola procidamix.com.sono parole da lei adottate
    ed inoltre Ferrajoli con la j non con la i ;Rimango per il momento deluso
    affranto,ma sempre benaugurante verso un domani più sincero,migliore di intesa e non di dispetto tra le parti in questio come lei dice l’argomento è esaurito anzi se è possibbile che queste copie siano cancellate.

  28. laurent beaumont non ho il suo indirizzo mail come posso mandare foto 1901

  29. Chiedo la cancellazione degli articoli scritti da Ferdinando Ferrajoli.
    Grazie dell’ospitalità a pc1951

  30. Gentile Sig Ferrajoli (con la j)
    lei mi parla di dispetti e poi chiede di cancellare tutti i suoi commenti!
    mi sembrava di averle detto in modo garbato che lei ha avuto modo di manifestare il problema e che mi sembrava bastasse! E vero l’ho invitata a scrivere “un articolo dettagliato della vicenda macello, eventualmente corredata di documenti” l’articolo l’avrei pubblicato in un post a parte perchè, come le ho fatto notare, in questo post era fuori tema. Lei invece ha continuato a scrivere qua chiedendo poi (non so a chi) di essere risposto! Dovrebbe esserle chiaro che questo blog è molto critico con l’amministrazione per cui non ci sono collegamenti!
    Io non voglio farle nessun dispetto ma non può pensare di continuare a mandare periodicamente commenti che parlano di quella che ormai è una questione economica tra lei e l’amministrazione (che ripeto è pasticciona e poco trasparente) perchè, come lei stesso ha detto, a lei non importa chi usa la struttura, l’importante e che paghino l’affitto alla sua famiglia che è proprietaria dell’immobile. Noi qua ci stiamo battendo perchè le quote del porto detenute dal comune di Procida non vengano cedute a privati. Come vede sono cose diverse.
    La saluto cordialmente

  31. Difatti chi votta a’petrella nasconne a’ manella( con la sentenza di 1°grado)La saluto cordialmente intanto il tempo passa che fà ne è già passato quasi un quarto di secolo e la giustizia è al bar o alle porte?

  32. Egregio sig. Ferrajuoli associandomi a Laurent, le trasmetto il mio indirizzo mail: fr.ridda@alice.it certamente la sua disponibilità farebbe felice mia moglie, figlia del mitico Attiluccio, la saluto e ringrazio Franco Ridda 🙂 –

  33. Intesa come?la realtà dei fatti questa è. Un processo civile dove non è stata rispettata un enfiteusi,dove dopo sentenza di primo apello è stata compiuta in piena notte una violazione di domicilio con scasso dei catenacci dopo sentenza del giudice Lucariello ed altro VEDI (N.B.25 Marzo 2009 alle 3:19 pm )Dove sono passati 35 anni
    mentre la legge Pinto vuole che un processo non duri per oltre 5 anni
    gli altri 30 sono appesi al collo rappresentano violenza fisica e Morale
    indubbiamente L’Italia che và torna dietro,solo apparenza ,sostanza effettiva niente.Nihil est in intellectus quod prius non fuerit in sensu.Daltronde inviata il 29 marzo fotografia Macello del 1901 all’amico laurent beaumont che non mette nè nome nè cognome
    Ringrazio Franco Ridda

  34. Egr.sig Franco Ridda:PASSATI 35 ANNI senza raggiungere adesso un benedetto
    Protocollo d’ Intesa serio e duraturo tra le parti in oggetto con annessi e connessi conseguenziali,aspettiamo,solo la sentenza definitiva che accerta la propietà privata cespite Ferrajoli superprovata e testimoniata,manca però il fascicolo di 1°grado ed il 28 maggio 2009 sentenza di Cassazione,per realizzare ciò che entrambe “le parti in questio” vorrebbero concludere “amichevolmente”e seriamente mi auguro.

  35. Le cose stanno come stanno nessuno ha probabilmente intenzione di modificarle,sono anzi ben volute e necessarie.Con l’augurio di un futuro felice accordo tra le”Parti” in FEDE Oggi come ieri ma meno di domani
    Ringrazio pc 1951;Franco Ridda;Fra Valerio.

  36. Creare quindi una sinergia ossia Azione simultanea di vari organi per compiere una determinata funzione.

  37. Anzi di più un sinallagma di sinergia complementare turistica per far rinascere le attività in una delle più belle isole del Mediterraneo,Procida semplice e ricca di storia.Procida risale ai Calcidi greci,mentre i Teleboici fondarono Capri,partendo da Pitecusa(Ischia).

  38. Può sembrare una eccessiva esaltazione per chi saprà discernere,con animo di artista,di poeta,di sognatore,la esaltazione della natura di questa tranquilla isola,che và dall’ azzurro del suo mare ad un cielo terso e profondo,dalle folli insenature alla architettura delle sue rocce tufacee,dalle case colorate ai ridenti cortili di questa isola con i suoi luoghi accoglienti ed invitanti.Mimi’ Ferrara con questa bella poesia ci mostra la semplicità di PROCIDA che penetra profondamente nel cuore;
    E che vò di’si dint’a giografia è presentata cu’na macchiulella;
    o,si,guardanno da Santa Lucia,tu a vide piccerella piccerella

    Cca’nun ce truove’a dama cu’e seccuaglie
    che corre a Ischia,l’isola gemella
    Cca’ ll’oro nun t’acceca nun t’abbaglia
    e a’femmena è cumm era a Graziella

    ‘O mare,ch’è de ciente e chiù culure
    s’astregne attuorne e tutte l’accarezza:
    stù mare quanno è calmo e quanno è scure
    s’ ‘a guarde sempe cu’na tenerezza.

    e’ semplice, gentile,appassiunata;
    nun tène boria,è senza gelusia:
    sirena ca t’affascina ‘ncantata
    Procida è ammore,è pace,è poesia.

    Mimi Ferrara

  39. Bella poesia,… genera molto malinconia…Procida dopo aver perso pane, amore, fantasia, pace e poesia…è diventata molto somigliante all’isola dei Proci 👿 –

  40. E stamattina nuovo ritrovamento sulla spiaggia detta “sciuscella” sotto punta serra, stesso copione di 3 anni fa con la differenza che stavolta i rifiuti fatti precipitare sono meno numerosi.
    Si ammirano:
    – 2materassi
    – 1 carrozzino \ passeggino o come lo si vuol chiamare
    – alcune sedie in plastica
    – i resti di 1 tavolino in plastica
    – altro materiale plastico non ancora identificato

    Il tutto lanciato dalla costa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...