Il buco nero a Procida

Chi segue le notizie di cronaca saprà che il tanto temuto buco nero all’avvio dell’anello del CERN a Ginevra non c’è stato. Ma dove non sono riusciti gli scenziati del CERN e nemmeno il mago Houdini forse potranno i nostri amministratori!
Infatti se non ci diamo una smossa e spingiamo sindaco ed assessori a procrastinare di almeno 2 mesi i termini per l’Invito a manifestare interesse all’acquisto ci potremmo trovare senza troppo rumore ad avere una situazione tipo quella della foto sopra. Se va a finire interamente in mano a privati, casomai completamente staccati da Procida (e forse sappiamo pure a chi 😉 ) il porto turistico per i procidani potrebbe valere come un buco nero. Anche perchè i paletti tanto strombazzati nell’invito potrebbe avere valore mooolto simbolico (bisognerebbe capire quali sarebbero le sanzioni in caso di inadempienza).
Attenzione perchè l’invito e la delibera di giunta che sembrano documenti solo preparatori in realtà non lo sono affatto. Non a caso si legge: Nel periodo di validità della procedura il Comune si obbliga a non avviare altre trattative con soggetti che non abbiano partecipato alla manifestazione di interesse come innanzi regolamentata.
Penso quindi che sia il caso di fare FRONTE COMUNE (abbiamo anche alcuni membri della maggioranza dalla nostra parte) mettendo da parte i personalismi e manifestare adesso per scongiurare che si arrivi troppo velocemente all’alienazione totale (almeno per 30 anni) del porto turistico e casomai per un…piatto di lenticchie 😉