Ancora vico II principe umberto!!!

Procida Via principe umberto Domenica 27 luglio 2008

  • quanto tempo occorrerà per far dimenticare ai visitatori di Procida queste immagini?
  • per quanto tempo ancora gli amministratori permetteranno questo scempio?
  • quando decideranno di rimuovere il materiale ingombrante che alcuni scellerati cittadini continuano ad abbandonare in strada?
  • quando ci saranno multe per chi non rispetta le regole?
  • quando i procidani si sveglieranno da questo torpore e inizieranno a protestare sonoramente?



Purtroppo, con grande amarezza, dopo aver per sei mesi tentato una collaborazione fattiva alla risoluzione del problema rifiuti mi chiedo se un amministratore che non sia capace di risolvere situazioni come questa non debba accettare i suoi limiti e dimettersi.
Non ci sono scuse! Non basta l’inciviltà di alcuni, non basta la mancanza dell’ isola ecologica, non basta nemmeno il fatto che alcuni (chissà chi!) non paghino la TIA!
Penso che sia arrivato il momento di ritornare al rispetto delle regole e questo, mi sembra, è uno dei compiti più importanti (anche se più impopolari, sopratutto per chi è molto affezionato ai voti) di un amministratore.

18 pensieri su “Ancora vico II principe umberto!!!

  1. Di sicuro questo non è colpa degli amministratori, ma dei delinquenti che abitano nelle vicinanze. Un saluto

  2. gigi delinquenti che abitano anche dalle parti tue ci onorano dei propri rifiuti.peppe fai chiudere definitivamente il vicolo con una rete metallica o altro cosi chiudiamo la questione.

  3. Questa e’ una vera e propria questione di civilta’.
    L’Amministrazione, proprio in quanto tale, deve farsene carico e provvedere ! In maniera decisa e convinta e non cercando di non colpire troppo forte per non perdere qualche voto ….
    Quella e’ una strada COMUNALE e quindi ANCHE MIA che sono un cittadino di questo Comune.
    Non e’ solamente la strada che porta al domicilio di Peppino Capoblianchi.
    E’ ora che finisca questo scempio che, solamente in immagine, ha gia causato danni gravissimi.

    Basta con questa vergogna ed educhiamo con le maniere “dure” gli incivili che ancora credono che ” la strada non e’ di nessuno ”

    Ambro

  4. Peppino, amico mio, ricordi la nostra idea del Casale in Toscana?
    Penso sia arrivato il momento di partire!!
    I Cittadini, che continuano a difendere gli Amministratori che non fanno valere alcuna regola e che sanno solo criticare i compaesani che, saranno pure delinquenti, ma continuano a commettere i reati indisturbati, meritano il degrado in cui si trovano.
    Facciamo le valige!!
    Marina

  5. Caro amico gigi,come al solito sei bravo a creare lotte fra poveri,questa volta l’hai fatta grossa,hai scatenato una guerra,col tuo modo di fare stiamo correndo anche il rischio di avere delle fughe di cervelli da procida,perciò ti prego moderati,anche il tuo amico giavanni barblan ti darebbe torto in questo contesto.I commenti espressi nei tuoi confronti mi piacciono tutti,il più espressivo è quello di ambro,mi piace ambro perchè ha sempre un tono rispettoso ed imperioso nello stesso tempo, è molto coinvolgente.Tornando a noi caro gigi la colpa di tutto,a detta di qualcuno, senz’altro malalingua, è degli amici degli amici che non pagano le bollette,ossia quel famoso 40%, per caso caro gigi ci sei anche in questa misera schiera?ciao ti abbraccio franco ridda-

  6. Cari amici è chiaro che le mie sono soltanto provocazioni, ma è l’unico modo per smuovere le coscienze, sono contento che tutti si agitano,ma io non difendo gli amministratori,li prendo per il s….., caro Ridda io la tassa la pago,ma tutte le medaglie hanno due facce, cara marina io già me ne sono andato anni fa,ma non mi sembra giusto abbandonare,continua a lottare,avrai sempre il mio appaggio.Tonino so tutto, i delinquenti ci sono anche dalle parti mie, ambro tu sei unico e ti ringrazio.Le mie vogliono solo escludere gli infiltrati che approfittano delle nostre azioni per meglio fare i comodi loro. Un saluto a tutti e grazie

  7. gir,gir na storia pe dint e vic e st’isola storia d’ammor bell e appassiunat,e tant tiemp fa. na guaglion s’è cunsumat o cor e l’ uocchi fin a muri.Grazièl’anima toie gir ancor s sent quand a sera a riv e mar è o vient o na carezz toi? stu vntariell gir p dint e VIC senza rassignazion,sul quand arriv a Sammarezio s ferm, piglia pace,guard o mar e par ca dicess.
    “Alfonse t sto aspttann’ vienm a piglià”.

    noi alla ditta di raccolta rifiuti”libera stu VIC e sta munnezz Graziell adda passa”

  8. Fà piacere apprendere che Gigi non è “uno dell’altra parte”,a dir il vero lo sospettavo e trasmettevo sempre commenti quasi di apprezzamento nei suoi confronti anche se accompagnati da qualche frecciatina per stimolare la sua fervida vocazione provocatoria dettata certamente dalla sua eclettica intelligenza,comunque penso che abbiamo perso qualcosa,adesso le provocazioni per accendere la mischia chi le farà?. La cosa positiva che risulta dalle sue confessioni sarà la certa sospensione dell’annunciata fuga di qualche prezioso cervello, insieme al ritrovato Tonino che ora,oppurortunamento rilassato,trova modo di far fluire la sua vena poetica.Però caro Gigi hai omesso o forse dimenticato di dire qualche parolina a quel tuo amico citato nel mio precedente.Ciao Franco Ridda-

  9. Gigi hai visto? dopo la tua confessione,come previsto,si è fermato tutto ed ora stà diventando tutto molto noioso.Non per fare dei complimenti ai nostri Amministratori, ma bisogna ammettere che sotto quest’aspetto la nostra Amministrazione è veramente grande, forse unica in Italia(come la Sepa), infatti come si tocca il sociale subito si apre un’insolito scenario fatto di dibattiti,accesi, coinvolgenti, spesso anche divertenti e che comunque diventano interessanti passatempi. Perciò caro Peppino penso che dobbiamo fare una scelta, o ci teniamo quest’Amministrazione che nel combinarne di grosse ci tiene tutti indaffarati in piacevoli dibattiti multimediali oppure mettiamo al loro posto quelli che ora stanno all’opposizione che certamente risolverebbero tutti i problemi realizzando l’isola ecologica a punta lingua ed il dissociatore nel cantiere.

  10. Caro Ridda non so di quale confessione parli,e non so di che lato sei,certo non il mio. Comunque non importa il lato,importante è avere le idee chiare,e molti dal tuo lato non le hanno. Non si è fermato nulla,certo che quando si scrivono delle cose,qualcuno ci pensa sopra,e specie se corrispondono a verità,un poco di imbarazzo lo creano.Comunque con le idee chiare e senza molte chiacchiere andiamo avanti,e cerchiamo di farlo anche con quest’amministrazione che fino a prova contraria ha vinto con il mio ma anche con molti altri voti, o no? è comunque strano che nessuno abbia votato questi signori,mi dici come hanno vinto? Il mio voto c’è stato,ora aspetto gli altri, chi sono?Ciao e stammi bene,sei sempre un grande,dai tempi di Mama Rosa……..

  11. Caro Gigi veramente non ho capito i tempi di Mama Rosa, in ogni caso ora che le mie idee si stanno schiarendo, penso che alle prossime elezioni correggerò il tiro e certamente sarò dalla tua parte, ossia voterò anch’io come te, così potremmo dire con tutta franchezza che siamo due, vediamo ora chi ha il coraggio di dichiararsi. Ciao franco ridda-

  12. Sere fa sono stato a Piazza dei Martiri ed ho pensato di fare una passeggiata nel famoso Vico II Principe Umberto, il VICOLO DI PEPPINO per intenderci, per constatare se la condizione era rimasta la stessa di quella che in passato è stata oggetto di tante discussioni e vere e proprie crociate combattute da pc in prima persona. Certamente tutti ricorderanno il perenne stato di degrado del vico di Peppino, costantemente riempito di immondizia e materiali di ogni genere come si vede dalle foto che pc con tanta solerzia metteva in circolazione accompagnate talvolta anche da risonanti interviste video . Da questa passeggiata ho potuto così rilevare che attualmente la situazione è nettamente cambiata ma non si può dire definitivamente migliorata, poiché un bel po’ di monnezza c’è ancora e credo che pc dovrebbe far nuovamente sentire la sua voce nella speranza che il vico riacquisti la magnificenza ed il rispetto per la sua antica esistenza.

  13. @franco ridda
    bentornato Franco. Sai io mi faccio sentire ma il problema è che il nostro civismo lascia a desiderare. E’ stata emessa una ordinanza per cui i commercianti devono conferire gli imballaggi ad una certa ora e COMPATTATI: se passi puoi controllare da solo che questa norma viene impunemente disattesa.
    Purtroppo la battaglia dei rifiuti si vince solo se c’è una efficace organizzazione (e non siamo affatto al 100 per 100) una efficace comunicazione agli utenti (e anche qua facciamo abbondantemente acqua) e infine le sanzioni per i più indisciplinati (e qua c’è il vuoto e certamente NON per colpa dei vigili o degli addetti al servizio. qui manca una precisa volontà degli amministratori per ragioni che puoi ben immaginare)

  14. Ciao peppino, fa piacere sentire la tua voce anche se diventa sempre più una rarità. Cmq ti volevo far notare che il tuo commento pone in evidenza quello di cui si lamenta sempre Laurent, ossia che “l’Italia è un paese tutto da rifare”

  15. Non è un paese l’italia è un manicomio.Ma ti rendi conto cosa
    sta accadendo in italia in questi giorni.Si fa una manovra econo
    mica a settimana da 20 miliardi di euro.Per non parlare poi dei
    MIEI VENEGGIAMENTI RAZZISTI.Fai un contratto di assicurazione
    nuovo per una moto e vedi quanto devi pagare di premio??????
    Questo perche a napul l’assicurazione è diventata un ammortizza
    tore sociale,la pensione destinata ai disabili,argent de poche per
    persone che godono di ottima salute ecc.ecc..La nave sta affondan
    do e quando il Titanic affondo’ quelli che perirono in maggioranza
    furono i passeggeri che stavano in terza classe-noi in pratica-.
    Io credo che l’italia debba essere commissariata altrimenti implode
    ra’ su se stessa.

  16. Tempo fa mi raccontarono na storia.C’era un signore di Procida
    con la passione della pesca.Spesso scendeva al porto di marina
    grande per pescare.Un giorno dimentico’il suo sgabello sulla ban
    china.Un procidano lo trovo,si informo chi fosse,glie lo porto a casa.
    Ecco cos’era Procida una volta.Con l’invasione del napoletano o
    volente o nolente ci si è dovuto incattivire per soppravvivere, e
    alcuni hanno appreso che come dice o napulitan cu ne poc e faccia tosta tutt o munn è robba nosta.Che il procidano è guaribile
    lo si capisce dal fatto che se lo si affronta e gli si espone il proble
    ma con calma e serita’ quest’ultimo batte in ritirata.Il napulitan non
    è GUARIBILE in quanto se gli fai presente il problema A TORTO O
    A RAGIONE TI SBRANA.Se provassimo a disintossicare la gente di
    procida a far gestire PER LEGGE determinati servizi ESCLUSIVA
    MENTE a persone di Procida credo che nel vicolo di peppino
    verrebbe passata addirittura la cera.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...