Lettera ai procidani

Ai cittadini di Procida
cc. al Sindaco di Procida
cc. ai Consiglieri comunali di Procida

A seguito delle dimissioni dell’assessore Strudel e delle polemiche che inevitabilmente nasceranno, un piccolo gruppo di procidani che con l’assessore ha lavorato per mesi a titolo completamente volontario e gratuito, ha ritenuto di pubblicizzare il lavoro fin qui svolto e i sia pur piccoli risultati ottenuti.
Questo resoconto non vuole alimentare le polemiche ma essere una sorta di passaggio di testimone a chi del problema rifiuti a Procida dovrà occuparsi in un futuro molto prossimo ed un invito ai cittadini a spingere perchè l’obbiettivo della Raccolta Differenziata (R.D.) sia raggiunto nel più breve tempo possibile, dovendosi mettere in conto anche un prolungamento oltre settembre della liquidazione della Sepa.
Evitando di tediarvi con tutti i passaggi e tentavi fatti in questi mesi ( che in ogni caso possiamo raccontare agli eventuali interessati) andiamo ai pochi punti saldi che abbiamo consolidato insieme a Tommaso Strudel.

  1. In un incontro programmato con l’Ass. Provinciale Giuliana Di Fiore, abbiamo ottenuto un sostanziale impegno ad aiutarci a risolvere il problema rifiuti a Procida sia attraverso aiuti in solido sia con una sponsorizzazione presso il Conai perché quest’ultimo ci paghi (come già accaduto per Anacapri ad esempio) una consulenza tecnica completa per l’avvio della R.D.
    Conditio sine qua non dell’Assessore Provinciale per il suo impegno, un’amministrazione comunale FORTEMENTE motivata alla RD
  2. La società SRI di Gricignano ci ha assicurato condizioni particolarmente vantaggiose per la lavorazione del sacco giallo (multimateriale leggero- plastica alluminio e acciaio) se il contenuto NON contiene più del 3.5 per cento di impurità. E’ evidente l’importanza della informazione capillare e dell’impegno dei cittadini per arrivare a questi risultati. L’accordo prevede un costo ZERO per la selezione, riconoscendo al tempo stesso al nostro comune il massimo dei contributi Conai (fascia 1) per i materiali conferiti.
  3. La cartiera Cartesar ci ha confermato la sua disponibilità a trattare per il ritiro gratuito a Procida di carta e cartone (come già avviene nella vicina Barano)
  4. L’ing. Gargiulo ci ha offerto (abbiamo tempo fino a fine mese) un contratto, con un consorzio di imprenditori della area di Nola che sta realizzando un digestore anaerobico, per conferire l’umido già dal mese di ottobre a prezzi stabili e vantaggiosi (circa il 25% in meno di quello che stanno pagando i comuni campani che effettuano la R.D.)
    I nostri cugini del Monte di Procida (invitati da noi) hanno già iniziato le trattative con il consorzio dimostrando una determinazione e lungimiranza che al momento a noi sembra mancare.
    Insieme a Tommaso Strudel ci siamo anche impegnati per inserire nel regolamento una premialità per favorire il compostaggio domestico riducendo l’umido da portare in continente.

Abbiamo l’impressione di essere arrivati vicinissimi alla R.D. e che potevamo partire SUBITO se non fosse mancata la necessaria determinazione di una parte importante dell’amministrazione sia come esposizione personale sia come impegno di risorse finanziarie comunali congrue, certe e finalizzate all’avvio del servizio (come avviene a Capri ed Ischia), qualunque sia l’ente che gestirà il servizio.
Abbiamo l’impressione che Tommaso Strudel sia stato lasciato solo a “giocare” con noi mentre altri si occupavano di soluzioni ben più “importanti e radicali” (tipo bacchetta magica).
Avendo le stesse perplessità dell’ass. Di Fiore abbiamo pubblicamente, gia mesi fa, invitato sindaco, vicesindaco e assessore a dichiarare la loro determinazione a:

  • Far partire la Raccolta Differenziata Integrata Porta a Porta
  • Bonificare e rendere funzionante il servizio attraverso una regolamentazione dei rapporti e degli ambiti dei vari attori (Sepa, S.marco, Tributaria). Solo Strudel ha pubblicamente più volte risposto.

Invitiamo i procidani a spingere affinché questi piccoli risultati conseguiti insieme all’ Ass. Strudel (importanti per la R.D. e la conseguente pulizia delle nostre strade) non vadano a finire… nella monnezza

Marina Ambrosino , Peppino Capobianchi, Franco Cerase, Giosuè Scotto Santillo

Annunci

10 thoughts on “Lettera ai procidani

  1. Carissimo peppino
    cerkerò di essere il più possibile obiettivo essendo tuo figlio 🙂
    è da apprezzare il lavoro svolto da te e dai tuoi amici, in primis dal Dott. Strudel.
    Abbiamo la possibilità di iniziare una R.D. con costi contenuti e con risultati quasi immediati …. non capisco come mai si cerchi di applicare u miracolo molecolare.
    Non dico che in un futuro prossimo non si possa utilizzare questo sistema, ma attualmente non c’è nessuna garanzia di efficienza del sistema.
    Poi mi viene da ridere quando qualkuno skrive sul Golfo, che il dissociatore possa essere un’attrazione turistica per l’isola.
    Tipo andiamo a Procida ad ammirare il dissociatore.
    Cose dell’altro mondo!!!
    Per chiudere, vorrei dare un consiglio a tutte le parti politiche e sociali di questa bellissima isola: dimentichiamoci una volta per tutte i conflitti politici e gli interessi personali, il colore politico di appartenenza.
    Diamo a Procida quello che stiamo distruggendo,
    diamo a Procida una vivibilità ke non cè più.

    Con affetto a tutti Voi.
    Tadzio

  2. Per Assessore Ambiente Procida: T. Strudel
    c.c. cittadini : M. Ambrosino,P.Capobianchi,Franco Cerase,G.S.Santillo
    c.c. Sindaco di Procida Gerardo .L. Lavadera
    cc. ai Consiglieri comunali di Procida
    c.c. Assessore Provinciale Ambiente G. Di Fiore

    Egr. Assessore Strudel, in questo periodo di drammatica emergenza, la partenza al più presto del Suo piano della R.d. è di vitale importanza per Procida. Le Sue dimissioni pertanto causano molta preoccupazione .

    Egr. Assessore , stiamo parlado di fatti che riguardano direttamente i cittadini che in varie occasioni l’hanno sostenuta e vogliono fare la R.D.e che hanno il diritto di sapere se è vero ( come si legge nella lettera di cui sopra) e perchè , sia mancata da una parte importante dell’Amministrazione la necessaria determinazione e l’ impegno di risorse finanziarie congrue, certe e finalizzate all’avvio del servizio della R.D. così importante e urgente per Procida costringendoLa alle di missioni.
    Nell’attuale emergenza non è comprensibile tutto ciò.
    Il mio personale auspicio è che Lei possa revocare le dimissioni continuando con rinnovata determinazione nelle importanti iniziative già intraprese.
    Come cittadino sarei molto interessato a tutti i chiarimenti.
    Mimmo Mosca.

  3. Il volontariato è diventato ormai sostituzione definitiva dei servizi preposti ,
    in tutti i settori (ambiente,arte e cultura ,sanita ,turismo,ecc…).
    Mi chiedo e vi chiedo siamo sicuri che esista ancora una rappresentanza amministrativa a cui chiedere un impegno ?
    Non sarebbe meglio andarci a mangiare tutti un gelato in piazza , cosi ancora una volta saremmo dei volotari che sostituiscono i turisti che ormai scelgono altre mete ?
    Chissa se tra una leccata e l’altra oltre al palato non si rinfreschi anche la memoria .
    Informazione ,partecipazione e sopratutto MANIFESTAZIONE oggi più che mai .

  4. E’ strano che ogni volta che muore qualcuno diventa una brava persona,certo Strudel non è morto si è solo dimesso,ma dopo che tutti,dico tutti ne chiedevano le dimissioni a seguito dell’emergenza rifiuti,ora che si è dimesso lo scoprono eroe. Caro gruppetto di procidani,ricordatevi che nemmeno nel Vangelo l’ingenuità è ritenuta una virtù.Un saluto

  5. @ gigi
    mi piacerebbe sapere dove hai letto nella lettera qua sopra che Tommaso Strudel è un eroe. Mi è sembrato che si parlasee di fatti e di risultati e non di apprezzamenti o giudizi personali. Ma forse non so leggere 😉

  6. Caro pc 1951, è chiaro che il nostro non è un eroe,mi dispiace che non hai capito la mia provocazione, può darsi che non mi sono espresso bene.l’ingenuità non era diretta al gruppo di procidani,ma a qualcun altro.
    Un saluto

  7. carissimi
    purtroppo come si tocca l’assessore arrivano subito commenti di protesta,
    allora che mi succederà? speriamo che ne esco indenne dopo il mio che ho spedito stanotte a rigurdo, nei commenti alla lettera di mariella scotto.
    un saluto Franco Ridda-

  8. Tranquillo signor Ridda, il massimo che può succedere a Procida è il taglio delle gomme ad auto e motorini, ma solo se si toccano i bracconieri veraci.

    😉

    Ciao

  9. Cosa penso di meritare?? Le risposte le aspetto da voi, come ha già fatto Davide,che mi ha alquanto tranquillizzato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...